Puttane e sciacalli? Certo, ma senti chi parla

Tutti i giornalisti se la sono presa con il Movimento 5 Stelle per essere stati definiti “puttane” e “infimi sciacalli”.  Sono giornalista da una ventina d’anni e in effetti devo dire che la critica dei grillini nei confronti della categoria è più che condivisibile. Direte: allora ti senti una puttana e uno sciacallo? Non lo so, ovviamente ognuno di noi non si sente né l’uno né l’altro. Soltanto oggi ci accorgiamo che i giornalisti da Mani pulite in poi non sono sempre stati il massimo della correttezza professionale? Soltanto oggi ci accorgiamo che i giornalisti hanno spesso pubblicato intercettazioni “private”, sputtanato persone e sbattuto il mostro in prima pagina senza dare lo stesso rilievo a smentite o ad archiviazioni della magistratura?

Dunque, è giusto che parlino di “puttane e sciacalli” proprio quei politici che hanno beneficiato di questo clima creato dai giornalisti? È giusto che parlino coloro che hanno beneficiato dei racconti spesso esagerati e strumentalizzati su malaffare, evasioni e ruberie? È giusto che parli proprio quel movimento che ha detto “intercettateci tutti” e che ha parlato di trasparenza? Ecco, proprio loro si lamentano ora che sono al governo.

I giornalisti sono sempre le stesse puttane e gli stessi sciacalli di prima. Gli stessi che hanno creato quel clima che ha reso possibile le loro vittorie elettorali, Roma compresa.

Insomma, noi saremo puttane sciacalli, ma loro oggi sono gli ultimi a poter parlare.

Condividi questo articolo

7 Commenti

Scrivi un commento
  1. Dopo aver letto i commenti, mi son dovuta rileggere l’articolo di Nicola Porro pensando di non averlo capito, ma ho dovuto ricredermi: la maggior parte dei commentatori o sono talmente faziosi da non poter intavolare un benché minimo dialogo o hanno preso fischi per fiaschi…
    Il che è triste vedere in che società viviamo.

    • Ma chi sarebbero stì politici? non Salvini che non si permette determinate espressioni, troppo arguto per rivolgerle a Porro, Di Battista è reduce di viaggio-luna di miele, grillo un c….ro, Di Maio è un ragazzo di cui parla l’età, Conte porello torna da notti si streghe e dirigendosi a un’altra geremiade si trova davanti donne e striscioni con ritratti di sciacalli, l’unica è Marguerite che ha il coraggio d’iscriversi a forza nuova (complimenti) e che Porro che stimiamo tanto lasci le quisquiglie è un intellettuale e non fanno per lui….Notte!!

    • Prova a rileggere ripetute volte anche i commenti e prima o poi capirai cosa c’è dietro. Hai comunque ragione a pensare di vivere in una società in cui i saccenti a go go come te, pensano di essere geni incompresi.

  2. Non credo sacrosanto ciò che si dice e non ha fondamento, dare certi attributi è più uno stile da vocabolario borgataro che un’emerita verità, un vocabolo da strada come quando non si sa cosa rispondere a una donna che ti rimprovera e le si dice p… o m… ma questi sono a doppio senso più per indicare di lingua parlata che di fatto. Ciò che mi fa pensare è invece se stì giornalisti siano davvero tali che vanno raccogliendo le briciole di menti vuote di aggettivi poiché ci sono tanti di quei sinonimi nella nostra lingua più offensivi e meno volgari con cui magari rispondere. invece no, si mettono all’egida dell’offesa, magari invitando altri al loro posto a sfidare quelli a singolar tenzone. Sciacallo ha più o meno la medesima trasferenza ma è stata una parola immessa sul mercato più dagli insulti o linguaggio proprio dei giornalisti che si defilano come hanno reclamato alcuni la loro assenza a una protesta, non voglio offendere ma sono degli struzzi che negano,innalzano idoli e li rompono di botto se non sono dalla loro parte. Politichini, insomma che fanno a volta danni. Porro? mi piaceva di più quando mi pareva meno posticcio.

  3. caro porro, dove ha sbagliato di maio? o lei crede che gli italiani siamo tutti fruitori di maria de filippo, maurizio costanzo, barbara d’urso, il grande fratello, l’isola(mi scusino gli altri programmi per intellettuali che ho dimenticato di citare)lei canta nel coro di berlusconi(a pagamento)come tutti gli altri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *