in

Quanto ci costano le chiusure a oltranza

Dimensioni testo

“Se sia pensabile o impensabile la chiusura dipende esclusivamente dai dati che vediamo”. Mario Draghi risponde indirettamente ed in maniera irridente a Matteo Salvini parlando in conferenza stampa a proposito di chiusure. Ma visto che è soprattutto di economia che Draghi si intende, è su questa che vorremmo riflettere quando si parla di chiusure. E visto che è ai dati che ci si affida, vorremmo vederli spiegati bene.

Noi – nel nostro piccolo – spieghiamo un anno di pandemia vista coi dati dell’Istat. Abbiamo scoperto di avere il virus in casa il 22 febbraio 2020. Il predecessore Giuseppe Conte apparve quella domenica in tv più di una decina di volte. Impossibile non incrociarlo facendo zapping. Tutta colpa di Codogno e Vo Euganeo, ricorderete tutti. All’inizio le zone rosse sembravano essere limitate a questi due comuni. Dopo due tre giorni l’intera Lombardia e tutto il Veneto. Il motore della nostra economia. Dall’8 marzo, Festa della Donna, l’incubo diventa nazionale. In quel primo quarto dell’anno, l’Italia registrerà un Pil di 407 miliardi di euro. 24 miliardi in meno rispetto al primo trimestre del 2019, quando il Pil italiano si fermò a quota 431 miliardi. Considerato che l’incubo parte il 22 febbraio possiamo rapportare questo crollo del reddito ad appena 38 giorni. Sono grosso modo 641 milioni di Pil in meno ogni giorno. Ed il peggio doveva ancora arrivare.

Avevamo sperimentato un lockdown duro ma ancora per poche settimane. Il secondo quarto del 2020 è stato veramente terribile. 870 milioni di reddito in meno ogni giorno. In quel trimestre l’Italia ha totalizzato un Pil di 354 miliardi contro i circa 432 miliardi del secondo trimestre del 2019. Mediamente prima del Covid il nostro reddito trimestrale oscillava – come vedete e come vedrete – intorno a 430-432 miliardi. Poi arriva il dato del terzo trimestre. L’estate “pazza” a sentire i soliti virologi da salotto che non curano un paziente che uno. Pazza “un par di palle” verrebbe da dire. In quell’estate abbiamo avuto un Pil di 410 miliardi circa contro i soliti 432 del terzo trimestre di un anno prima. Per intendersi “soltanto” -240 milioni ogni giorno.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Enrico
Enrico
30 Marzo 2021 9:02

Ehm

Alex
Alex
30 Marzo 2021 8:45

Ancora con queste lagne? Avete voluto l’economia, il capitalismo, la moneta? Avete scelto di sottostare alle regole del neoliberismo? Pagatene le conseguenze senza piangere.

« Le masse non si ribellano mai in maniera spontanea, e non si ribellano perché sono oppresse. In realtà, fino a quando non si consente loro di poter fare confronti, non acquisiscono neanche coscienza di essere oppresse. Abbandonati a se stessi, continueranno, generazione dopo generazione, secolo dopo secolo, a lavorare, generare e morire, privi non solo di qualsiasi impulso alla ribellione, ma anche della capacità di capire che il mondo potrebbe anche essere diverso da quello che è. »

George Orwell, “1984”

stefano
stefano
30 Marzo 2021 7:48

Un governo di vecchi catto comunisti maramaldi, che prima se ne va a casa, anche oggi meglio e’.
I conti provano a sistemarli come hanno fatto con la grecia ne piu e ne meno… grazie all’omino grigio che ha impedito il voto…

stefano
stefano
30 Marzo 2021 7:13

Devono smetterla di dare aiuti inutili col solo scopo di aumentare dopo le tasse per sempre a tutti.
Danno ora aiuti vergognosi che non servono a nulla ma dopo tutti saranno tenuti a ripagare a caro prezzo cio che invece di fatto non e’ servito a nulla.
Non diano nulla e li spendano meglio.

Poi certo trovarsi nel paese con la peggiore situazione economica d’europa e senza via di uscita un altro problema da risolvere prima possibile andandosene in modo da evitare che si ripeta.

Jimbo
Jimbo
29 Marzo 2021 23:15

Complimenti Dragoni, la seguo su LDP insieme a Musso, Liturri e il francese.

Nedo Micci
Nedo Micci
29 Marzo 2021 21:43

QR….visto incipit , ora vado su RAI1…HO VISTO STEFANO CAPPELLINI…

…MI BASTA …HA DETTO TUTTO …chi l’ha visto capisce .

Ha detto quello che dico io da sempre assieme a qualcun altro…intravedo Giordano… e CAPEZZONE ? ..’ndo sta ? E ‘asora ?

E Scanzi ?..peccato…

Geogio
29 Marzo 2021 21:30

Draghi si intende di finanza casomai, di economia non credo. Monti si intendeva di didattica di teorie economiche. L’economia reale e’ un’altra cosa. L’economia reale e’ fare un’azienda, farla crescere. La finanza e’ il settore parassitario dell’economia. In un certo senso ne e’ nemico, perche’ si ciba delle sofferenze delle aziende. Spesso e’ proprio la finanza che mette in difficolta’ le ziende sane.

Gianluca P.I.
Gianluca P.I.
29 Marzo 2021 21:13

Permettere ai pubblici esercizi di lavorare senza accompagnare la misura con un deciso allentamento della mordacchia imposta alle persone non produrrà grandi risultati. Se mantengono il coprifuoco, i divieti di spostamento, i distanziamenti assurdi fra tavoli e persone, le zone colorate etc., aprire un bar, un albergo o un ristorante servirà unicamente ad allungare l’agonia o forse ad accorciarla, dato che i ricavi coprirebbero a malapena i costi e non si avrebbe neppure diritto all’elemosina di Stato. Per Pasqua aprivano gli hotel e la gente si precipitava in riviera per prenotare la vacanza estiva, son due anni consecutivi che ciò non avviene, lo sapranno quelli al governo?