in

Quei controlli sanitari che gli immigrati non vogliono fare

Dimensioni testo

Il direttore sanitario del Cara di Bari, Mariarosaria Ferrante, spiega ai microfoni di Quarta Repubblica quelle che sono le condizioni sanitarie degli immigrati che arrivano sulle nostre coste. Non tutti si sottopongono ai controlli medici e il 50% degli immigrati scappa dalle strutture interrompendo il trattamento sanitario iniziato. Tra loro anche casi di tubercolosi e hiv

Dalla puntata del 4 novembre 2019

Ong, il teatrino insopportabile di Carola

Giordano: “Con l’accordo di Malta avete preso in giro gli italiani”

Immigrati, lo scandalo del racket delle occupazioni

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
lucia
lucia
12 Novembre 2019 16:18

la mia osservazione era per il signor laziale

Orlo
Orlo
12 Novembre 2019 14:31

Che menata con sti migranti!!!
Si vede che l’Italia è un Paese in cui tutto funziona e codeste persone mettono un granello di sabbia in un ingranaggio perfetto!

https://www.fanpage.it/politica/oms-i-migranti-non-portano-malattie-sono-piu-vulnerabili-della-popolazione-ospitante/amp/

michele
michele
12 Novembre 2019 10:50

E dimenticavo…. a noi le multe se mandiamo i nostri bambini a scuola senza vaccinazioni…. E POI PERMETTONO TUTTO QUESTO ???? MA NESSUNO DICE NULLA…. FATE DELLE TRASMISSIONI SU QUESTO PERCHE SIAMO AL LIMITE DELL’INCREDIBILE !!!!

Laziale
Laziale
12 Novembre 2019 10:49

Affondateli sti schifosi vermi

michele
michele
12 Novembre 2019 10:45

Ma come ci hanno sempre detto che TUTTI i “migranti” vengono controllati… che non ce pericolo… che non dobbiamo creare “allarme” ecc… ma gli italiani NON sono mica stupidi… lo sapevamo che erano tutte balle… lo sapevamo che tanto alla fine FANNO QUELLO CHE GLI PARE… arrivano in italia E FANNO QUELLO CHE GLI PARE… tanto paghiamo noi in soldi E PURE IN SALUTE. Che vergogna…. pazzesco.

ex finiano
ex finiano
12 Novembre 2019 10:07

Ci stanno portando alla distruzione totale. Colpa della sinistra e di una buona parte della magistratura.

Chiara
Chiara
12 Novembre 2019 9:31

Il motivo per cui certi aspetti vengono, a mio parere volutamente, ignorati è che un’eventuale diagnosi di HIV costringerebbe il paese d’accoglienza ad impostare una terapia costosissima (non che quella per la TBC sia a basso costo, per lo meno però ha una durata limitata nel tempo ed è una soluzione definitiva se correttamente effettuata e portata a termine); terapia da effettuare a vita e completamente a carico del sistema sanitario nazionale.
Naturalmente nessun altro stato membro UE offre condizioni simili, dunque nessuno di essi accetterebbe di accollarsi il costo sanitario e sociale di persone in tali condizioni di salute.
Grande ipocrisia italiana….

Jacqueline Dupont
Jacqueline Dupont
12 Novembre 2019 5:50

Dunque se sei immigrato hai HIV e tubercolosi,ma quanto cretini siete?