Ong, il teatrino insopportabile di Carola

Nell’ultima puntata di Quarta Repubblica siamo tornati a parlare di Carola Rackete e del ruolo delle Ong. Come al solito, la “capitana”, ha provocato un’accesa discussione tra Mario Giordano, Lucia Borgonzoni della Lega e Riccardo Magi di +Europa.

Nella seconda parte il dibattito si è concentrato sul prelievo obbligatorio per motivi sanitari agli immigrati che sbarcano sulle nostre coste: lo scontro tra Davide Faraone di Italia Viva e Hoara Borselli.

Dalla puntata del 4 novembre 2019

“La Commissione Segre serve per colpire le opinioni scomode”. Lite Capezzone-Fiano

Immigrazione: ecco che fine fanno i soldi per l’accoglienza

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

6 Commenti

Scrivi un commento
  1. ONG E CLANDESTINI: Perchè i clandestini/immigrati traghettati dalla ONG( almeno per queste) non rimangono a bordo delle stesse navi, in acque internazionali, fintanto che vengono identificati e definito se hanno oppure no il diritto di entrare. Quelli che non hanno diritto vengono riportati indietro dalle stesse ONG ed a spese loro. Poi gli aventi diritto (clandestini/immigrati) sbarcheranno solo quando gli stati che accolgono pro quota AVRANNO INVIATO I LORO MEZZI DI TRASPORTO ed a spese loro. Oppure, visto che qualcuno obietterà, i clandestini/immigrati potranno sbarcare ma le navi dell’ONG resteranno in porto fin tanto che la procedura di cui sopra non sarà espletata e ferme restando le condizioni di cui sopra. E’ così assurda la cosa?

    • Guarda che mica stanno sulla nave traghetto vacanze con il personale della Costa Crociere che gli controllano il biglietto di andata e ritorno…..

  2. Al mio amico oppositore Sal desidero dire che Carole è solo una vittima del sistema corrotto e lo ammette lei stessa al parlamento europeo (nessuno aiuta l’Italia…) Tuttavia non si può negare che il suo atteggiamento ribelle nei confronti delle istituzioni istiga all’anarchia e al caos.
    Sal, siamo tutti insieme e anche se abbiamo idee diverse il confronto è necessario per definire il sentiero corretto da seguire per migliorarci. L’importante è dare il proprio contributo in buona fede e questo non accade nella sinistra.
    La proprietà del coraggio è di ammettere i propri errori e nella sinistra non esiste proprio, anzi per sostenere l’impossibile causa mentono spudoratamente.
    Con l’augurio che si possa dialogare in modo corretto senza offese personali un fraterno abbraccio, al mio onorevole oppositore di pensiero politico Sal.

  3. Certo quanto vi fa rodere il **** questa ragazza con quello che fa, con quello che ha fatto, per quello che rappresenta per tante persone!
    Tanto.

  4. Riccardo Magi PD nel suo pensiero obbliga la vaccinazione per i nostri bambini ma non per i clandestini anche se tra quelli che hanno accettato il prelievo risulta HIV e la TBC per un 5% e continua, quindi per gli italiani la vaccinazione è obbligatoria mentre per i clandestini no e fa riferimento alla costituzione.
    Non mi risulta che la costituzione sia discriminante, semmai usata a proprio comodo dal PD.
    Per la Carole Rachete parla di manovra spericolata e quindi se la polizia vi da l’alt affiancatela e schiacciatela tranquilli tanto lo dice lui.
    Davide Paragone PD afferma di controllare l’immigrazione clandestina.
    Ragazzi anche i minus mentali si rendono conto della falsità di queste parole.

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *