Raggi, è ora di gettare la spugna

Condividi questo articolo


Il problema di Virginia Raggi è Virginia Raggi. E, come ammoniva il gigante Benedetto Croce, l’onestà politica non è altro che la capacità politica. Prima lo stesso Movimento 5 Stelle se ne renderà conto, e meglio sarà: sia per Roma, ormai in ginocchio, sia per un partito che è già in crisi, e a cui il palese fallimento del Campidoglio rischia di dare il colpo di grazia.

Nei giorni scorsi, un sondaggio ha impietosamente certificato il dissenso verso il sindaco della Capitale da parte del 72% dei romani. Nelle residue trincee mediatiche dove si difende l’indifendibile (nella fattispecie: la performance amministrativa della Raggi), molto viene spiegato in termini di ostilità di palazzinari, gruppi editoriali, e gruppi editoriali in mano ai palazzinari. Ma ormai a queste “spiegazioni” non crede più nessuno, forse nemmeno chi le avanza.

In questo mese di giugno, si sono “festeggiati” i tre anni dell’amministrazione grillina. Tre anni, trentasei mesi: un tempo enorme. Per carità. Nessuno nega che i problemi di Roma fossero e siano antichi, nessuno nega le prove deludenti e le eredità avvelenate lasciate dalle vecchie giunte (sinistre e destre). E quindi nessuno pretendeva che, con un colpo di bacchetta magica, i problemi venissero risolti dalla nuova amministrazione.

Ma, con la stessa franchezza, una giunta così incapace non s’era mai vista. E la città appare letteralmente abbandonata a sé stessa. Trasporto pubblico al collasso: con attese dei bus che il periodo estivo rende ancora più snervanti e impraticabili. Strade ridotte come dopo un bombardamento. Raccolta dei rifiuti ormai divenuta un mistero doloroso, con strade e quartieri ridotti a discariche a cielo aperto.

Il declino è diventato degrado. La sensazione – specie nelle ore serali e notturne – è quella di un territorio del tutto non presidiato, buio, abbandonato a sé stesso, e a nuovi circuiti criminali in via di riorganizzazione.

Non resta che una via, forse la più dignitosa: il sindaco getti la spugna. E si usi il tempo dell’inevitabile gestione commissariale non per la solita campagna elettorale, ma per un’autentica gara di idee, in cui i nuovi candidati arrivino con proposte precise e programmi realizzabili su poche cose precise: trasporti, strade, rifiuti, sicurezza, tasse e spese comunali.

Daniele Capezzone, 24 giugno 2019


Condividi questo articolo


18 Commenti

Scrivi un commento
  1. Perchè Milano non è come Roma? Perchè a suo tempo si è dotata di un city manager capace, e comunque ha sempre eletto Sindaci all’altezza del loro ruolo. I romani che ora levano alti lai, dopo aver eletto una illustre sconosciuta che già dalle premesse faceva presagire niente di buono, ora se la tengano e imparino la lezione.

  2. I commenti di alcuni (evidenti) supporter dei grillini sono patetici! Roma ha sicuramente problemi da molti anni. Ma lo schifo di oggi non si era mai visto. Tutto dovuto alla incapacità tipica dei grillini: gente arrogante ed incompetente. Meglio qualche mezzo ladro capace di un (presunto) onesto deficiente.

  3. Se Roma oggi è diventata una specie di paradiso o quanto meno è meglio di prima i casi sono due:i
    1) siamo diventati quasi tutti ciechi
    2) non abbiamo capito nulla
    nel contempo i romani godono e si divertono in mezzo alle buche, ai cumuli di immondizia ed ai vari animali vaganti; ne hanno per tutti i gusti dai roditori agli ungulati senza dimenticare i volatili e le zanzare mai così numerose come in questi ultimi anni anche grazie agli introvabili insetticidi ecologici.

  4. Già che la Raggi mai getterà la spugna, sarebbe auspicabile che i romani gettino lei il più in fretta possibile se vogliono salvarsi dalle bestie e bestiame, pattume ovunque che ormai la fanno da padroni.
    Vivo al nord e mi è inconcepibile lo schifo che si vede e respira a Roma.
    Spesso mi chiedo come abbiamo potuto arrivare a tale sfacelo del paese e domando dove sono quelli che dovrebbero farsi ubbidire da sindaci incapaci e mettere in riga i soliti sozzoni.
    Ho sempre difeso il mio paese, l’Italia, oggi non me la sento più di farlo e quando gli occidentali della terra mi domandano del degrado rispondo che siamo un paese del quarto mondo affetto da schizofrenia ed imbecillità, poco avvezzo a far bene le cose pubbliche, tanto avvezzo a depredare cominciando dai vertici poco abituati a lavorare già che sono una pletora inimmaginabile che, per forza di numeri, danno la stura a truffe in ogni ambito della pubblica amministrazione.

    • E perché la spugna non l’hanno gettata anche i predecessori?
      Hai dimenticato la situazione 2009-giugno 2016?
      Te la ricordo io:

      Stato strade (2009-Giugno 2016): https://goo.gl/9QAqXL
      Stato trasporti (2009-Giungno 2016): https://goo.gl/4GsHRU
      Stato rifiuti (2009-Giugno 2016): https://goo.gl/JP4iAq

      Detto ciò e dopo aver visto quelle immagini, secondo te si stava meglio prima o oggi?
      Per il versante strade c’è un bel resoconto puntuale che stanno facendo gli utenti con video e fotografie, naturalmente delle decine e decine di chilometri di strade rifatte:

      https://www.facebook.com/Strade-Nuove-Giunta-Raggi-1036990896454102/

      Allora, meglio prima o meglio oggi?

  5. Io personalmente la lascerei cuocere ancora un pò, mi spiace per i Romani che non l’hanno mai votata ma almeno si estinguerà definitivamente assieme ai suoi inetti compagni di partito.

  6. Tutto giusto, ma non credo che basti cacciare la Raggi. In questi tre anni i conducenti dei bus, gli operatori dell’AMA, la pletora degli impiegati del comune, ecc. hanno preso lo stipendio sì o no? Hanno fatto il loro dovere sì o no? Gli abitanti di Roma hanno gettato rifiuti ad libitum sì o no?
    Ci vuole un commissario che sia un castigamatti.

  7. Tal Daniele Capezzone è da circa 25 anni (!) in politica. Ricordiamo i suoi trascorsi (Fonte Wikipedia)

    – Partito Radicale Trasnazionale (1993-2001);
    – Radicali Italiani (2001-2007);
    – Forza Italia (2008-2009);
    – Popolo delle Liberta (2009-2013);
    – Forza Italia (2013-2015);
    – Conservatori e Riformisti (2015-2017);
    – Direzione Italia (2017-2018).

    con tendenza politiche Liberismo, Conservatorismo progressista, Atlantismo, Euroscetticismo, Radicalismo.

    Bene, ci dica il buon vecchio Capezzone e ci illustri il Capezzone, un risultato che sia UNO che il Capezzone ha conseguito in un quarto di secolo (!) di politica.
    Un risultato (non 10, ma UNO, uno solo!) che sia rimasto nel tempo e che sia valido per i “comuni mortali”. Al livello locale (quando cdx governava ROma) e anche al livello nazionale.

    Giusto per la cronaca, ricordiamo cosa ha ereditato l’attuale giunta, quelle che vedrete (qualora il messaggio venisse pubblicato, anche se io ne farò lo screenshot), son tutte foto risalneti all’epoca cdx, csx e commissario Tronca. Orbene, quando finirete di vedere queste fotografie voi oggi come oggi siete ancora in grado di dire che stava meglio prima? Ma davvero?

    Stato strade 2009-2016: https://goo.gl/9QAqXL
    Stato trasporti 2009-2016: https://goo.gl/4GsHRU
    Stato rifiuti 2009-2016: https://goo.gl/JP4iAq

    P.S.: Quando la finirete di distrarre con questi argomenti e inizierete a parlare di argomenti seri? Uno su tutti? 9 scuole su 10 in Abruzzo non superano i minimali criteri antisismici. La Regione Abruzzo (governata da sempre da cdx e csx) è tra le regioni più sismiche d’Italia. La prossima scossa non sarà un problema di se e dove, ma “solo” di quando e quanto (inteso come intensità della scossa) e quamndo accadrà i vari Capezzone&C cosa faranno, le solite 4 lacrime di coccodrillo?

  8. E dici molto bene, Daniele … Roma, la Capitale d’Italia, una tra le città al mondo più apprezzate per storia, cultura, arte, paesaggio e natura NON si merita quello scempio di cui è vittima. Occorre intervenire subito e bene per il decoro della città e per rispetto verso i suoi abitanti e per tutti quelli che in Italia, come nel resto del mondo, la amano e la vogliono veder rifiorire. Per Roma urgono interventi rapidi e concreti con persone capaci e preparate. No perditempo!

    • Alberto, ma perché per il “decoro” della città non interveniste all’epoca? Eppure cdx e csx da sempre si sono spartiti Roma. Do you remember Mafia Capitale?

      Ecco un breve promemoria:

      1) Buzzi e Carminati facevano il bello e il cattivo tempo in Comune e in Regione, nelle municipalizzate e nelle imprese, col Pd e col centrodestra, e si sono beccati 19 e 20 anni di carcere: qualcuno ne risponderà?

      2) Odevaine era il capogabinetto del sindaco Veltroni, poi il capo della Polizia provinciale del presidente Zingaretti, poi il coordinatore richiedenti asilo di Alfano, e s’è beccato 8 anni. Nessuno ha nulla da dichiarare?

      3) Gramazio era il capogruppo del centrodestra in Regione e s’è beccato 11 anni: niente da dire?

      4) Panzironi era il capo dell’Ama col centrodestra e s’è beccato 10 anni: tutto normale?

      5) Coratti era il presidente Pd del Consiglio comunale, cioè decideva gli ordini del giorno, le cose da discutere e le cose no, e si è beccato 6 anni: tutto ok?

      6) Tassone, minisindaco Pd di Ostia, s’è beccato 5 anni: quisquilie?

      Detto questo, sempre per il decoro della città, ricordiamo come era la città di Roma tra il 2009 e giugno 2016 (insediamento dell’attuale giunta) con un bel collage di fotografie (che ho riportato anche in un commento poco sopra (ammesso che sia passato):

      Stato strade: https://goo.gl/9QAqXL
      Stato trasporti: https://goo.gl/4GsHRU
      Stato rifiuti: https://goo.gl/JP4iAq

      Ecco, un po’ di refresh della memoria non fa mai male.
      Detto ciò, avete la bella faccia di dire ancora che prima Roma era in migliori condizioni?

      • Stia sicuro che se avessro governato l’Abruzzo i 5s le scuole non a norma antisismica sarebbero 10 su 10. Ah ! Il benaltrismo, malattia infantile (e sperabilmente anche senile) del grillismo! Che è molto più disastroso dei terremoti. Lei se la prende, ingiustamente, con Capezzone che da solo non poteva cambiare l’Italia. Ma pensi piuttosto ai 5s che a Roma in 3 anni hanno fatto più danni di tutti i barbari che l’hanno nei secoli saccheggiata.

        • Battuta misera, infantile.

          Cit.: ” Il benaltrismo, malattia infantile (e sperabilmente anche senile) del grillismo! Che è molto più disastroso dei terremoti”

          Allora rivediamoci alla prossima scossa di terremoto affinché si possa fare un conteggio degli uni e dell’altro.

          Detto questo, noto che hai la memoria mooooooooolto corta.
          Prima di tutto, mi riporti UN (UNO CHE SIA UNO, non di più), risultato ottenuto dal tuo idolo a favore dei “comuni mortali” e che sia rimasto nel tempo? Ovvero sia applicato ancora oggi.

          Ricordiamo che Tal Daniele Capezzone è da 25 anni (un quarto di secolo!) in politica. Ricordiamo i suoi trascorsi:

          – Partito Radicale Trasnazionale (1993-2001);
          – Radicali Italiani (2001-2007);
          – Forza Italia (2008-2009);
          – Popolo delle Liberta (2009-2013);
          – Forza Italia (2013-2015);
          – Conservatori e Riformisti (2015-2017);
          – Direzione Italia (2017-2018).

          Cit.: “Lei se la prende, ingiustamente, con Capezzone che da solo non poteva cambiare l’Italia”.

          Infatti non deve cambiarla da sola, ma vediamo un po. Con chi stava Capezzone dal 2008 al 2013? COn FI e PdL e chi ha governato (si fa per dire, eh!) l’Italia dal 2008 al 2011? Governo Berluconi! Quindi Capezzone era/stava dalla parte del Governo.

          Ancora. Chi entrò nel 2006 a sostegno di Prodi? I Radicali Italiani e chi ne ha fatto parte dal 2001 al 2007? Tal Capezzone.

          Cit.: “Ma pensi piuttosto ai 5s che a Roma in 3 anni hanno fatto più danni di tutti i barbari che l’hanno nei secoli saccheggiata.”

          Forse non hai visto i link, li riporto. Queste foto riguardano la consiliatura del cdx con Alemanno e Fratelli d’Italia (5 miliardi di € di debiti fatti al COmune di Roma nonché debiti del Comune spalmati su tutti gli Italiani, decisione Lega+FdI+FI nel 2010 e chi ci stava nel 2010 con il PdL? Capezzone!) del csx con Marino e del commissario Tronca:

          Stato strade (2009-Giugno 2016): https://goo.gl/9QAqXL
          Stato trasporti (2009-Giungno 2016): https://goo.gl/4GsHRU
          Stato rifiuti (2009-Giugno 2016): https://goo.gl/JP4iAq

          Sentire dire “La Raggi dopo 3 anni getti la spugna” da chi è in politica da 25 anni e con ZERO risultati dovrebbe quanto meno far ridere, e invece minimizzate, giustificate e prendete anche sul serio quelle 4 righe appiccicate riportate sopra.
          Un soggetto – Capezzone – che dopo 25 anni non ha un risultato politico da mostrare allora è meglio che si ritira: trattasi di totale fallimento, inutilità politica sotto tutti i punti di vista
          Ma Capezzone non è l’unico a vantare ZERO risultati in politica: se fai una rapida ricerca noterai che in circa 24 anni c’è anche la Meloni …ed è stata anche Ministro! ZERO risultati anche per la Meloni.

          Detto ciò, inizia a vedere come si fanno bene decine e decine di chilometri di strade:

          https://www.facebook.com/Strade-Nuove-Giunta-Raggi-1036990896454102/

          e tutto questo senza finanziamenti a pioggia come avvenne per Marino (567 milioni di €) e Alemanno (copertura debiti in bad company – i 13 miliardi spalmati sugli Italiani – good company).
          Nel frattempo la stessa Raggi con Lemmetti hanno fatto rinegoziare i tassi di inter4esse del debito facendo così risparmiare circa 2 miliardi di € nei prossimi 3 anni.

          Come era la battuta nel film “Frantic”?

          “Lei parla di mia moglie, ma si vede chiaramente che sta pensando alla sua”.

          Cos’è che dice Capezzone alla Raggi? “La Raggi getti la spugna ha fallito”
          Capezzone parla della Raggi, ma si vede chiaramente che sta pensando alla sua carriera politica visto che è costellata di …ZERO risultati in un quarto di secolo.

          • Ma che t’avrà fatto mai di male Capezzone che è pure incensurato ? Cose personali ? Vabbè, sono sempre cose delicate. Non ti mangiare il fegato e prima di dormire pensa alla tua Virginia, la donna che credeva di essere una sindaca.

  9. Sono rientrato ieri da Roma, città in cui mi reco spesso per motivi di lavoro e di famiglia. Ormai, da qualche anno, il ritorno in questa città diventa sempre più doloroso per l’evidente degrado crescente, una vera e propria deriva verso il collasso civico, igienico, urbanistico, etc… Ho visitato, per l’ennesima volta, Villa Torlonia, trovandola in un abbandono inimmaginabile, alla mercé di ogni tipo di vandalismo e sporcizia. Poi il centro… Via del Corso nel totale possesso di venditori ambulanti (rigorosamente abusivi) che propongono ogni tipo di paccottiglia e di merce contraffatta, sotto gli occhi di vigili urbani e forze dell’ordine imperdonabilmente distratti!!! Poi i rifiuti…mai visto nulla del genere, montagne di questi davanti ad ingresso di abitazioni, ristoranti, locali pubblici. Ma Romani, dove siete? La percezione è che vi siate rassegnati a questa vergogna!! Ribellatevi, si facciano barricate, si alzi la voce contro chi è colpevolmente responsabile della distruzione di una città che ha resistito nel tempo a guerre, occupazioni, epidemie, ma sta soccombendo alla stupidità umana.

    • Mentre quando ritornavi in questo periodo (consiliatura Alemanno, consiliatura Marino e commissario Tronca)

      Stato strade (2009-Giugno 2016): https://goo.gl/9QAqXL
      Stato trasporti (2009-Giungno 2016): https://goo.gl/4GsHRU
      Stato rifiuti (2009-Giugno 2016): https://goo.gl/JP4iAq

      passavano anche Mastro Lindo, vero? Come si vede che non è vero il tuo resoconto.
      Quindi si stava meglio prima (2009-2016) che ora, giusto?

      Io invece te ne faccio vedere uno con foto e video per le decine e decine di chilometri di strade che son state rifatte e senza ricevere 1 cent dal Governo, hanno fatto tutto da soli a differenza di MArino (ricevette 567 mln dal Governo) e di ALemanno con Fratelli d’Italia (che fece 5 miliardi di € di debiti nel Comune senza fare nulla …anzi, parentopoli in ATAC).

      https://www.facebook.com/Strade-Nuove-Giunta-Raggi-1036990896454102/

      perché noi, a differenza vostra che parlate a vanvera, stiamo monitorando tutto, anche il versante rifiuti.

  10. Romolo Augustolo, ultimo imperatore dell’impero romano d’occidente, venne esiliato a Napoli da Odoacre e a quella data si è convenuto dagli storici fare iniziare il Medioevo. Che sembrava concluso da qualche secolo finché tre anni fa’ non arrivò a Roma Virginia Raggi per dare ai Romani il brivido di fare un viaggio a ritroso nel tempo facendo loro rivivere quel tempo perduto, peraltro in assoluta coerenza col programma politico dei 5s. A far uscire Roma dal Medioevo ci pensarono all’epoca i papi, ma con il pauperismo francescano e la testa di Bergoglio mi sembra impossibile che si ripeta il miracolo, anzi, fosse per lui trasformerebbe Roma nella capitale del Maghreb. Cari Romani o la Raggi la cacciate voi o, come si dice, saranno sempre più “volatili per diabetici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *