in ,

L’abc dell’economia e della finanza (Adriano Teso) - Seconda parte





Ecco perché il libro di Adriano Teso, L’abc dell’economia e della finanza, rappresenta una bella boccata di aria fresca. Teso ha il vantaggio di aver visto le due parti in commedia: quella dell’imprendi-tore e quella del decisore politico. Ha un solido impianto liberale. E, parafrasando Einaudi, ha deciso di scrivere un libro tentando di «semplificare per far conoscere». Insomma cerca di spazzare via, in una rapida cavalcata sui temi che oggi più ci interessano, tutta quella incrostatone dottrinaria che ci fa perdere di vista l’orizzonte, dalla definizione stessa di economia, al mercato del lavoro, alla finanza, e ci riporta alla base del ragiona-mento: semplificare per capire. L’Abc dell’economia e della finanza parte, dunque, da un’impostazione metodologica azzeccata: parlare semplice e con un tratto liberale.

Nicola Porro, 22 settembre 2019

Condividi questo articolo