in

La guerra in Ucraina

Russia, ora parla Dugin: “Io contro Putin? Ecco la verità”

Il comunicato del filosofo russo, molto vicino al Presidente russo: “Siamo fedeli a Putin”

dugin putin(1)

Dimensioni testo

: - :

Parla di “confusione mediatica” il prof. Aleksandr Dugin, il cosiddetto “ideologo di Putin” da oggi finito al centro di un “mistero” di cui vi avevamo parlato su questo sito. Sul suo account Telegram era apparso un post che sembrava critico verso la decisione di ritirarsi da Kherson e in qualche modo appariva anche un attacco a Vladimir Putin.

Di seguito, il comunicato di Dugin con cui fa chiarezza su quanto successo.

“L’Occidente e il CYPSO – si legge – hanno iniziato a far credere che io e i patrioti russi ci siamo rivoltati contro Putin dopo la resa di Kherson, chiedendo presumibilmente le sue dimissioni. Questo non proviene da nessuna parte e si basano su un mio presunto messaggio cancellato. È chiaro che nessuno ci crederà. Ma per sicurezza: nessuno ha voltato le spalle a Putin, io e tutti i patrioti russi lo sosteniamo incondizionatamente.

Il dolore per la perdita di Kherson è una cosa; l’atteggiamento nei confronti del Comandante in capo è un altro. Siamo fedeli a Putin e sosteniamo la SMO e la Russia fino alla fine.

Tuttavia, l’Occidente, che sta esercitando una pressione eccessiva sulla Russia, non capisce che la Russia e Putin non capitoleranno in nessun caso. Il passo successivo non può che essere l’uso delle TNW. Il Presidente è stato chiaro: non ci arrenderemo. Mettere all’angolo la Russia è un suicidio per l’Occidente e per l’umanità.

Sono convinto che le TNW e poi le SNW possano essere evitate rivolgendosi all’ideologia e impegnando l’Idea russa adesso. Dopo aver mobilitato la società spiritualmente e ideologicamente, ce la faremo senza armi nucleari. In nome del Presidente e per il bene del Popolo. Se abbiamo qualche lamentela da fare, è nei confronti dell’élite al potere, che sta già correndo in giro e tradendo la Guida Suprema, uno ad uno. Solo noi – i patrioti russi e il popolo russo – gli siamo fedeli.

Aleksandr Dugin, 12 novembre 2022