in

SACE insieme alle Pmi per far crescere l’Italia

Dimensioni testo

“INSIEME 2025”. Il mondo antico non nutriva dubbi: i nomi contengono un valore augurale, un impegno, forse anche un pizzico del proprio destino. Come il nome scelto dal GRUPPO SACE per il nuovo piano industriale, pensato per accompagnare il Sistema Paese e le sue imprese nel futuro accelerando “INSIEME” verso una crescita sostenibile, sociale e green. Obiettivo di SACE è servire 65mila pmi costruendo, dopo la pandemia e lo choc della guerra in Ucraina, un percorso comune che assicuri maggiore resilienza e rilanci il made in Italy. Tempi “di inedita complessità richiedono modalità nuove di sostegno al tessuto imprenditoriale”, mette in chiaro il presidente Filippo Giansante. Ecco perché SACE aiuterà le aziende italiane a “rafforzare la propria resilienza, indirizzandole verso strategie e investimenti sostenibili e innovativi”, così da creare un “valore duraturo per lItalia“. INSIEME 2025 “pone degli obiettivi sfidanti, ambiziosi e di grande responsabilità, che sentiamo nostri perché frutto della partecipazione e del coinvolgimento” di tutta la nostra squadra, sottolinea l’ad Alessandra Ricci. Un team “ricco di talenti” che permetterà a SACE di essere riconosciuta “per il suo impatto concreto allo sviluppo sostenibile”.

 

Un volano da 111 miliardi per il Sistema Italia

SACE, controllata dal ministero dell’Economia e delle Finanze, sosterrà investimenti, supporterà progetti e garantirà liquidità per 111 miliardi nel triennio e raddoppierà il numero di pmi servite, fino a un totale di 65mila realtà,  sia nel mercato domestico sia in ambito  export e internazionalizzazione. Solo per quest’ultimo obiettivo sono previsti 49 miliardi nell’arco di piano per una crescita superiore al 30% dei volumi dei contratti assicurati e degli investimenti garantiti. Ma la svolta, come detto, è anche o meglio soprattutto qualitativa: SACE garantirà infatti un maggior sostegno alle imprese italiane sia nella diversificazione dei mercati di riferimento sia nella messa in sicurezza della supply chain; guarderà inoltre di più alle filiere e quindi alla sicurezza delle forniture. Il tutto con massicci investimenti nei settori innovativi che consegneranno al Paese un sistema produttivo più moderno.

Alessandra Ricci, amministratore delegato di SACE
Alessandra Ricci, amministratore delegato di SACE

 

Sostenibilità  e intelligenza artificiale

INSIEME 2025 fa della sostenibilità il fulcro della filosofia di SACE: i valori ESG diventano quindi sia misura dei suoi processi aziendali sia impegno nella transizione green delle imprese, anche premiando i settori e le aree geografiche più virtuose. Il gruppo porrà inoltre sempre più attenzione al benessere della comunità (dal work life balance, alla diversity&inclusion) e agli impatti socio-ambientali connessi al lavoro (dal risparmio energetico al mobility management). SACE si focalizzerà inoltre sullo sviluppo di soluzioni e applicativi per migliorare la consapevolezza e la fruizione di prodotti e servizi, e rendere più efficienti i processi interni, anche grazie alla blockchain e alla intelligenza artificiale.  In particolare, tecnologie e innovazione saranno messe al servizio dellascolto delle imprese in una logica di partnership e co-design, per intercettare e anticipare le loro esigenze e progettare insieme le soluzioni più idonee per la crescita.

A servizio del Paese in una squadra ego-less

INSIEME 2025 ha visto, grazie a cantieri e gruppi di lavoro trasversali, la grande partecipazione delle persone del GRUPPO SACE. Il piano punta  infatti anche a rendere coerenti la cultura aziendale con gli obiettivi di sostenibilità. Facendo leva sull’orgoglio di creare insieme la SACE del futuro collaborando a una squadra unita e guidata da un nuovo modello di valori ego-less, orgogliosa di essere al servizio del Paese. “Immaginiamo e realizzeremo un gruppo riconosciuto in Italia e all’estero per il suo impatto concreto allo sviluppo sostenibile non solo delle imprese italiane, ma anche dei mercati in cui opera. E raggiungeremo tutto questo grazie a una squadra unita, ricca di talento e competenze, alla ricerca di un’innovazione continua a supporto del Paese, insieme all’ascolto e al dialogo costante con le aziende, di cui vogliamo essere i partner indispensabili”, questa la sintesi che l’ad Alessandra Ricci fa del Piano Industriale.

 

 

Contenuto consigliato