in

Se n’è accorto pure Mattarella: i vaccini falliscono

In un passaggio del suo discorso, il Presidente ammette: “Non garantisce invulnerabilità”

discorso Mattarella

Dimensioni testo

C’è un passaggio del discorso di Mattarella sui vaccini su cui forse nessuno ha posto la giusta attenzione. Sì, va bene: ha applaudito chi “ha scelto di vaccinarsi”, ha sottolineato come Pfizer&co. siano strumenti “preziosi” a difesa della salute pubblica, ha bacchettato i no vax che “sprecano” l’opportunità di immunizzarsi e “offendono” chi “non l’ha avuta”. Va bene, tutto previsto. Però ha anche fatto un’ammissione che gli attentissimi giornalisti italiani si sono ben visti dal rimarcare. Questa: i vaccini – ha detto – sono preziosi “non perché garantiscano l’invulnerabilità, ma perché rappresentano la difesa che consente di ridurre in misura decisiva danni e rischi, per sé e per gli altri”.

Discorso di fine anno del Presidente Mattarella

Bene, bravo, bis. Lo diciamo ormai da mesi, quasi inascoltati. Immunizzarsi non ferma il contagio al 100%, non rende Superman, non ci permette di “ritrovarsi tra persone che non sono contagiose” (Draghi dixit). I vaccini servono a ridurre morti e decessi, ma non sono strumenti perfetti. Evitano che si riempiano gli ospedali, ma non “garantiscono l’invulnerabilità”. Ieri Mattarella ci ha dato ragione, e ne siamo contenti, ma noi lo sapevamo: la punturina anticovid non è la panacea di tutti i mali e va accompagnata con le cure domiciliari, con la ricerca per gli antivirali e con tutto quello che occorre. Il vero errore, fatto dai sacerdoti della liturgia del terrore, è stato quello di santificare il vaccino per ritrovarsi nella malta quando Omicron ha iniziato a bucare le due dosi in appena quattro mesi. La pandemia dei no vax si è trasformata nella pandemia dei vaccinati.

Ci fa piacere che Mattarella si sia redento nel suo ultimo discorso di Capodanno da capo dello Stato. Meglio tardi che mai. Ma è un po’ come tutti gli ex signori-virologi-di-grido che spacciavano certezze sulla pandemia e ora, dopo grossolani errori, si nascondono dietro il ditino del “la scienza non è infallibile, va per tentativi”. Ricordate? Ricordate quante balle ci hanno raccontato sull’immunità di gregge, con l’asticella prima piazzata al 60% dei vaccinati, poi all’80%, infine al 90% e poi terza dose ma magari anche la quarta. Ricordate cosa ci hanno detto sui tamponi, prima utili, poi inutili, infine dannosi e di nuovo imprescindibili per bloccare Omicron? E poi le sparate sui vaccini: basteranno due dosi, anzi no tre, la risposta immunitaria dura nove mesi, anzi sei, anzi quattro. Sarebbe stato sufficiente affrontare il tutto con pragmatismo. E spiegare agli italiani che il vaccino è utile, utilissimo, soprattutto per certe fasce di età, ma non è il Sacro Graal. Anche Mattarella l’ha capito: “Non garantisce l’invulnerabilità”. Benvenuto tra noi.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
262 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gobbi Enrico
Gobbi Enrico
16 Gennaio 2022 11:37

Se i vaccini falliscono, perché ha firmato l’obbligo? Contro la costituzione.

Lara
Lara
8 Gennaio 2022 11:46

Ma la gente non Ric8rda. Ne capisce ne ricorda…. Possono dire tutto…

Nemesix
Nemesix
3 Gennaio 2022 10:12

Mi tocca smentire il sig. Mattarella quello che si è dimenticato di essere e di fare il garante della costituzione.
I vaccini sono preziosi solo per chi li produce, punto.

I vaccini sono una infezione di sostanze tossiche che possono provocare gravi infezioni o morte.

La dichiaro bocciato in politica e in medicina.

P.s. Fidel Castro e stato moto superiore a lei in tutti i sensi.

Giulia
Giulia
2 Gennaio 2022 19:37

Purtroppo non è così Nicola i vaccini non garantiscono nulla nè l’invulnerabità nè la protezione sono strumenti usati per sottomettere
I popoli per costringerli all’obbedienza e all’umiliazione, alla privazione della libertà e della fantasia alla privazione della creatività.

frank castle
frank castle
2 Gennaio 2022 13:08

a beneficio di tutti gli utili idi*oti felici sudditi dell’unto dal signore sua maestà draghi
ecco il link al rapporto iss di cui ha parlato il signor bertoncelli
https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Bollettino-sorveglianza-integrata-COVID-19_15-dicembre-2021.pdf
la tabella relativa ai decessi è la 4
e i dati sono anche più inquietanti di quello riportato
non vaccinati ricoverati (comprendono mai vax e solo una dose) 5365 morti 764
vaccinati ricoverati (comprendono due e tre dosi) 5451 morti 991
segue

francesco
francesco
2 Gennaio 2022 11:30

Evviva Mattarella ed il suo coro di Sicofanti!

Marco Pulici
Marco Pulici
2 Gennaio 2022 11:22

Sembra che purtroppo, ancora una volta, ci sia molta confusione nella vostra redazione. L’attacco quotidiano a qualsiasi misura di contenimento del Covid lascia basiti. E’ pur vero, col senno di poi, che governo e specialisti abbiano detto cose sbagliate o imprecise, anche favorendo e stimolando la campagna vaccinale, ma sempre nel rispetto della ragionevolezza. In compenso nessuna nota di biasimo nei confronti dei beniamini del liberi tutti, degli sproloquianti guardiani della libertà assoluta (dittatura sanitaria!, il virus è morto etc), che quanto a giudizi spregiudicati e superficiali non sono stati da meno.

Federico
Federico
2 Gennaio 2022 10:47

Chiamati impropriamente vaccini perché per dei farmaci sperimentali OGM a mRNA ci sarebbero voluti almeno 10 anni per ottenere i permessi d’immissione nel mercato, e le cronache stanno dimostrando che non solo non ci immunizzano affatto contro il COVID-19 ma studi olandesi hanno dimostrato che questi intrugli provocano immediatamente gravissime forme tumorali specie dal primo booster in poi o forti recrudescenze in chi era appena guarito o in fase di guarigione da tumore. Per non dire poi che la capacità del nostro sistema immunitario diminuisce in maniera esponenziale e inversamente proporzionale all’aumento del numero di richiami vaccinali.