in

“Sei una barzelletta vivente”. Majorino attacca Giordano sui migranti

“Illegalità crea illegalità”. Mario Giordano attacca certe politiche buonistiche e, in particolare, le critiche del sindaco di Milano al questore in occasione di un blitz delle forze dell’ordine nella stazione centrale del capuologo lombardo. Pronta la reazione dell’assessore delle Politiche sociali di Milano Pierfrancesco Majorino, che prima ride delle affermazioni di Giordano e poi attacca: “Sei una barzelletta vivente.” Segue battibecco fino a quando non sono costretto a togliere la parola ad entrambi…

Tutti ricordiamo, con Mario Giordano, una certa allergia nei confronti dei cosiddetti Blitz da parte del sindaco di Milano, che si lamentava di non essere stato avvertito per tempo.

Dalla trasmissione dell’11 marzo 2019.

Condividi questo articolo
  • 1.3K
    Shares

10 Commenti

Scrivi un commento
  1. Mi pare giusto ringraziare Nicola Porro per aver fatto tacere i due nel momento in cui si iniziava a non capire niente, che ci abbia ascoltati? Lo spero.

  2. Majorino è un sinistro sinistrato e ,se aggiungiamo che è affetto da “bolsismo” si spiega il gonfiore che lo attanaglia anche nel cervello.

  3. Sono tornato poco fa dall’aver fatto quattro passi nel quartiere Pigneto di Roma. Quasi tutti i martciapiedi sono occupati da giovanottoni neri che elemosinano e che ingombrano il passaggio con cassette lasciate a ricevere le offerte. Vi rendete conto in che guaio ci siamo messi? Vi rendete conto del pericolo che stiamo correndo? E le ONG e i buonisti che vogliono portarci altri “ospiti” che poi non possiamo rimpatriare. Che avvenire ci attende? L’ombra di sangue dei fatti di Haiti non ci fa paura? Quale piano malvagio di persone malvage c’è dietro? Avete mai visto a RAI STORIA qualche rievocazione realistica dei fatti di Haiti o di Kindu o della strage di italiani a Mogadiscio nel 1948? Il veleno del buonismo ci ucciderà tutti

  4. Che Sindaco e Servizi Sociali siano preventivamente avvisati è più che giusto . Come possono monitorare le ” sistemazioni” successive evitando la “fuga” dopo la giornata in Questura , senza alcun intervento per evitare il ritorno pari pari all’attività di prima di costoro ? ( perchè non tutti , ormai lo sappiamo , dopo il blitz sino riconosciuti meritevoli di attenzione delle autorità giudiziaria o da mettere in cella…). <perchè , se devono tutelare la dignità dei cittadini , in primis Comune e Majorino dovranno mettere in campo tutto ciò che è possibile per introdurre forme di avvio al lavoro sociale ( con TUTOR!) di quelli che possono dare un contributo alla collettività … Il far nulla o peggio di persone giovani vagabonde che dormono tutto il giorno e con disagi profondi , sono affare di Majorino, oltre che dei cittadini che li incontrano e Caritas ecc! Vediamo cosa sta facendo di concreto il Comune , onde evitare che disagi si ripercuotano nelle case Aler , in stazione o altrove . Dopo le Forze dell'ordine , si devono dar da fare loro ! Poche chiacchiere !

  5. Un delinquente è un delinquente qualsiasi colore della pelle abbia e vanno combattuti con la stessa forza ma Miorino sbaglia a non fare differenza tra italaini e straniere al di la se delinquono o meno. Se io entrando nella mia casa trovo un intruso lo caccio via in malo modo anche se mi rassicura che non sta facendo nulla di male. Questo semplice concetto, elementare, andrebbe spiegato a Maiorino e ai buonisti come lui. Certo che se poi Maiorino trova a casa sua un estraneo con la pelle diversa dalla sua e decide di farlo restare sono fatti suoi purchè non coinvolga il resto della comunità con le sue scelte e i suoi gusti.

  6. Un minorato fissato come Majorino poteva essere a capo della a-socialità solo con Beppe Sola. Povera Milano! Non sarà più un grand Milan! Oh Mia bela Madunina,…dove sei tu?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.