Sgarbi dice parolacce, ma su Palamaropoli ha ragione

Condividi questo articolo


Le immagini che ritraggono Vittorio Sgarbi espulso e portato via di peso dalla Camera dei Deputati per aver offeso alcune colleghe parlamentari dopo aver lanciato la propria accusa nei confronti della magistratura mi hanno ricordato una canzone del grande Corrado. Ve ne parlo in questo video.

Giancristiano Desiderio, 26 giugno 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


8 Commenti

Scrivi un commento
  1. Anch’io sono molto molto arrabbiata nei confronti dei signori e signorine “indignati ” nei confronti delle parole di verità di Sgarbi. Ha messo qualche parola in più forse, ma il nocciolo è vero. La magistratura è corrotta e non mi pare che abbia detto “tutta ” . Che delusione la sinistra. Quanta ipocrisia anche da parte di scrittori che credevo migliori!! Mi viene in mente Nietzsche quando dice “non c’è più ipocrita dell’indignato” . Bravi , bravi ipocriti condannate pure con senso di superiorità chi dice la verità e la gente del popolo quella che sa pensare vi sarà sempre più lontana. Andate pure nelle vostre ville a fare salotto. Io sono a casa senza soldi perché l’albergo dove lavoravo quest’anno non ce la fa a riaprire

  2. Quanta meraviglia e quanto scandalo per 2/3/4/5 parolacce di Sgarbi per manifestare lo schifo verso la magistratura!?!?
    Quanta ipocrisia da parte dei parlamentari e degli italiani, come se il parlamento fosse un luogo illibato meritevole di rispetto!
    Quella e la sede in cui gli italiani vengono fott*uti alla grande con leggi e leggine illegittime, ingiuste ed illogiche approvate da gente ignorante che mira solo al potere !!
    Grande Sgarbi!
    Peccato che si sia scontrato con gente ipocrita e subdola, che fotte gli italiani vendendo fumo con il sorriso, ma tutti tacciono….. parolacce bandite, incu*ate autorizzate..

  3. Niente di positivo di etico , neppure di ciò che rimane della femminilità . Queste gallinelle uterine hanno più mire e smania di potere del Re sole . Sono radicalizzate come i terroristi che si fan saltate in aria , e quanto ad estremismo hanno più cattiveria di un pari grado maschio . Ve le do io le quote rosa , Ve le mettete nello stesso posto dove conte intende piantate 1000 alberi .
    L’eredità della politica di Silvio lascia polpette avvelenate e frustrazioni da fare subire a destra ed a manca i flutti di rancori un tempo tacitati in stile Olgettine . Con la differenza che le Olgettine hanno dimostrato più dignità e tanta femminilità . Garfagna Mara , della quale Toti ha subodorato in tempo puzza di bruciato ha levato le ancore prima di venirne travolto ; Elisabetta Gardini , altra levatura di donna , intelligente e culturalmente una gigante , ha giustamente abbandonato il bordello Italia , per una formazione più seria . Le sceneggiate in stile califfato , del Silvio apparentemente travolto da sindrome di Stoccolma , ci propina innamoramenti senili e passioni post datate , come Monica Gentili , quella , oltre che carognetta del Fatto quotidiano , anche bruttina . Ma si sa , perdendo la sinderesi , tra finzione ed interregno , la dissociazione fa brutti scherzi .
    Non a Vittorio Sgarbi che si fa portare fuori con forza ma che prenderebbe a calci in K…o e non escludo che lo faccia , con mio immenso piacere .

  4. Sgarbi ha sempre ragione a prescindere. Non si può tenere a freno un Vulcano vivente lontano da ipocrisie e infingimenti. Di fronte alla verità non ci si può e non ci si deve scandalizzare. Chi grida allo scandalo, sono solo i benpensanti da salotto, intellettualmente corrotti, che si indignano per niente e non per la gravità dei comportamenti di questi pseudo servitori dello Stato che fanno del loro potere un mercimonio vergognoso.

  5. Penso che Sgarbi ha avuto il coraggio di dire quello che andava detto su una cosa gravissima: Quello che non è tollerabile è che i partiti di centro destra di fronte una cosa cosi grave quasi quasi tacciono, in Inghilterra sarebbe successo un putiferio.
    Con Tangentopoli ,basato sul finanziamento illecito dei partititi, giustificato dal fatto che non c’era il finanziamento pubblicio allora e il processo ad Andreotti, basato solo su dichiarazioni di Pentit non creduti da Falcone, la magistratura ,ha distrutto la democrazia in Italia .
    Sarebbe giustissimo sul caso Palamaropoli fare ameno altrettanto,perche questa forma di corruzione è molto più’ grave.
    Difatti i magistrati non fanno i magistrati ma fanno i politici di parte ,condizionando gravemente la democrazia in Italia e la sovranità’ popolare.

  6. Senza contare che la collega parlamentare ha un passato da donna-calendario per cui non credo sia così sensibile a queste parolacce come vuole far credere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *