in

“Si vergogni!!!”. Sgarbi scatenato contro Di Maio

Interrogato sugli abusi di papà Di Maio, Vittorio Sgarbi si scatena contro il Ministro del Lavoro e il movimento che rappresenta. Da Benedetto Croce, passando per Vincenzo De Luca, fino alla Democrazia Crisitina, Sgarbi è un fiume in piena contro Luigi Di Maio, che ritiene erede della peggiore mentalità democristiana.

Da Matrix del 5 dicembre 2018.

  • 3.5K
    Shares

34 Commenti

Scrivi un commento
  1. Sgarbi è un degli uomini più colti d’Italia, alle volte eccessivo ma con le idee chiare. Avesse un modo di presentarsi diverso, potrebbe aspirare a qualsiasi obbiettivo……vai Vittorio che vai benissimo anche così !!!!

  2. l’arroganza e a pontificazione di un condannato ,non puo e deve avere alcuna contezza nel panorama odierno, Sgarbi è l’aberrazione del processo identificativo della sua stessa inconsistenza, colui che ha avuto potere per poter risorgere dalle macerie culturali di questa Italia , invece è stato l’esatto disfattista delle arroganze politiche degli ultimi 20 anni di malgoverno, potrà essere un discreto mercenario d’arte su televendite a pagamento .

  3. Grande Sgarbi, lucido, ha inquadrato lo scugnizzo in 4 minuti. L’intervento da solo valeva la puntata.
    Dovremmo tutti indignarci della pervicacia con cui questo “volto nuovo della politica” lavora per lasciare il sud nei suoi mali e rituali assistenzialisti. E’ questo il nuovo?

  4. Premetto che a me Sgarbi non piace per i suoi eccessi fuori luogo in molte situazioni, ma questa volta approvo la citazione sulla similitudine Cassa del Mezzogiorno e Reddito di cittadinanza. La prima è stata un bagno di sangue per l’Italia e origine di quel debito pubblico che ci portiamo dietro dai tempi della DC. Il secondo è puro assistenzialismo al Sud e fonte di ulteriore incremento del nero. Almeno così come è stato presentato fino ad oggi. Per il personaggio Di Maio, caro Sgarbi, la storia politica italiana deborda di personaggi senza arte ne parte arrivata a coprire incarichi importanti di governo senza averne titolo, vedi DC FI PSI PCI e derivati attuali.
    Mi pare che il tuo è un giudizio prevenuto su Di Maio o almeno da rivedere in un arco di tempo maggiore non dopo sei mesi di operato al governo. Tra l’altro, caro Sgarbi, tu con tutta la tua cultura, apprezzabile, e intelligenza, discutibile, hai ricoperto centinaia di incarichi politici, anche di un certo rilievo, e non ne hai portato a termine uno.

  5. Sgarbi che non è il primo ingenuo che si incontra per strada, ogni tanto esagera, tuttavia, in questo caso specifico, non ho difficoltà ad essere d’accordo e cindividere quanto sostiene.

    Io, confesso di aver una visione distinta di chi vive la realtà italiana in modo diretto; osservo gli avvenimenti italiani dall’esterno e ciò mi permette di osservare particolari che a molti miei connazionali che vivono in Patria non percepiscono; infatti, dalla mia posizione ho modo di paragonare altre realtà che a molti Italiani sfuggono.

    Posso capire la popolarità di Salvini – che io assolutamente non condivido, ma – come negli anni 20/30 – a suo tempo, il populista di turno, che incantava le folle con i suoi accesi discorsi, anche il nostro ha saputo interpretare bene i sentimenti di una buona parte della Popolazione, anche l’inclinazione all’endemico razzismo che ci caratterizza e che lo rende intollerante e sovente piuttosto prepotente, come molti dei nostri si attendono da lui. Tuttavia, molto francamente, ho una difficoltà estrema a concepire come un signore come Di Maio possa contare sulla fiducia di tante persone; è un fatto che considero molto preoccupante.

    Personalmente, anch’io considero che un politicante del suo livello farebbe meglio a tornare ad occuparsi di stadi o di qualsiasi altra attività, esenta di responsabilità e molto più consona alle sue più che palesi modeste capacità che la sua impreparazione mettono, ahimè, chiaramente e drammaticamente a nudo.

  6. Sgarbi che non è il primo ingenuo che si incontra per strada, ogni tanto esagera, tuttavia, in questo caso specifico, non ho difficoltà ad essere d’accordo e cindividere quanto sostiene.

    Io, confesso di aver una visione distinta di chi vive la realtà italiana in modo diretto; osservo gli avvenimenti italiani dall’esterno e ciò mi permette di osservare particolari che a molti miei connazionali che vivono in Patria non percepiscono; infatti, dalla mia posizione ho modo di paragonare altre realtà che a molti Italiani sfuggono.

    Posso capire la popolarità di Salvini – che io assolutamente non condivido, ma – come negli anni 20/30 – a suo tempo, il populista di turno, anche il nostro ha saputo interpretare bene i sentimenti di una buona parte della Popolazione, anche l’inclinazione all’endemico razzismo che ci caratterizza e che lo rende intollerante e sovente piuttosto prepotente, come molti dei nostri si attendono da lui. Tuttavia, molto francamente, ho una difficoltà estrema a concepire come un signore come Di Maio possa contare sulla fiducia di tante persone; è un fatto che considero molto preoccupante.

    Personalmente, anch’io considero che un politicante del suo livello farebbe meglio a tornare ad occuparsi di stadi o di qualsiasi altra attività, esenta di responsabilità e molto più consona alle sue più che palesi modeste capacità che la sua impreparazione mettono, ahimè, chiaramente e drammaticamente a nudo.

  7. Sgarbi che non è il primo ingenuo che si incontra per strada, ogni tanto esagera, tuttavia, in questo caso specifico, non ho difficoltà ad essere d’accordo e cindividere quanto sostiene.

    Io, confesso di aver una visione distinta di chi vive la realtà italiana in modo diretto; osservo gli avvenimenti italiani dall’esterno e ciò mi permette di osservare particolari che a molti miei connazionali che vivono in Patria non percepiscono; infatti, dalla mia posizione ho modo di paragonare altre realtà che a molti Italiani sfuggono.

    Posso capire la popolarità di Salvini – che io assolutamente non condivido, ma – come negli anni 20/30 – a suo tempo, il populista di turno, anche il nostro ha saputo interpretare bene i sentimenti di una buona parte della Popolazione, anche l’inclinazione all’endemico razzismo che ci caratterizza e che lo rende intollerante e sovente piuttosto prepotente, come molti dei nostri si attendono da lui. Tuttavia, molto francamente, ho una difficoltà estrema a concepire come un signore come Di Maio possa contare sulla fiducia di tante persone; è un fatto che considero molto preoccupante.

    Personalmente, anch’io considero che un politicante del suo livello farebbe meglio a tornare ad occuparsi di stadi o di qualsiasi altra attività, esenta di responsabilità e molto più consona alle sue più che palesi modeste capacità che la sua impreparazione mettono, ahimè, chiaramente a nudo.

  8. Io vivo migliaia di chilometri dall’Italia, la osservo dall’esterno e credo di poter osservare dettagli che a molti miei cari connazionali sfuggono, anche ho paragoni che chi vive in Patria, spesso non percepisce…

    Sgarbi non ha peli sulla lingua ed ogni tanto esagera ma, in questo caso, non riesco a discordare con quanto sostiene.

    Onestamente, posso capire la popolarità di Salvini che con il suo stile che possiamo definire prepotente, interpreta bene i sentimenti – anche tipici de nostro emblematico razzismo – che caratterizzano una buona parte degli Italiani, tuttavia, molto francamente, non riesco ancora a concepire come tanta gente possa ancora seguire un signore come Di Maio che farebbe bene a tornare ad occuparsi di stadi o di altre attività più consone alle sue modeste capacità.

    Ma l’Italietta, ahimè, è quella che è, e se per certi aspetti poco è cambiata in oltre un secolo, non cambierà certamente con un governuccio del genere.

  9. Sgarbi, unico motivo per cui vedere Matrix.
    Programma presentato da un fintissimo liberale che apprezza pubblicamente Salvini. Un sovranista che inisieme al M5S, in soli sei mesi ha rallentato e rovinato la ripresa economica italiana. Mah

    • Ma quale ripresa economica? Ma dove vive lei? Nessuno nega che i grillini al governo siano cosa pessima, ma il grande problema sa qual’e’? Come dice Sgarbi, la totale mancanza di cultura, sola dalla cultura potremmo risalire la china. E comunque in soli sei mesi (forse anche meno) solo Monti riusci’ a portarci alla rovina.

  10. Nel caso poi che il sottoscritto ne parla da mesi se non da anni, di mediocrità nel sistema scolastico, di mafiosità del sistema giudiziario, di mediocrità di una società costituita da servi mentali, di un Popolo bolso ignorante che ghettizza tutti quelli che hanno voglia di fare, c’è sempre qualcuno che mi definisce un omuncolo. Che poi sia esistito o meno non ci è dato sapere, ma c’è stato un signore che a forza di dire la verità gli hanno tagliato la testa. Siamo alla frutta , volete rendervi conto si o no, tra l’altro la frutta è marcia. Poi se sono signori come Feltri, Sgarbi, Berlusconi, o il barista che ci prepara il caffè al bar, vorrei mettermi anch’io ma risulterei arrogante e presuntuoso, nel dire che il giggino o il salvini non hanno le capacità per risolvere i problemi italiani. mi dispiace ma questa è LA VERITA’.

  11. Sgarbi chi?
    Quello che è andato in pensione da funzionario dei beni culturali solo con i contributi figurativi senza aver quasi mai lavorato e condannato per truffa allo stato ?
    Ma mi faccia il piacere…

  12. Questo pezzo di merda di sgarbi a gennaio 2019 va in pensione con 3500 euro al mese pur non avendo mai lavorato in vita sua e versati contributi all’inps. !!

  13. Come da anni a questa parte, Sgarbi, invece di parlare, rutta. Deve ancora digerire di valere meno di Giggino, che è al governo a furor di popolo.
    Adesso santifica Salvini, dimentico delle stesse mancanze. Era lui, prima, quello ignorante, quello che non aveva mai lavorato in vita sua. Ora lecca forte.
    Sgarbi, capra, Salvini ha capito come funziona il RDC, se lo faccia spiegare tra una leccata e l’altra.

  14. Un buffone e niente di più.
    Un mantenuto a vita, detto da lui stesso.
    Purtroppo l’Italia merita il meglio e non uno Sgarbi qualsiasi.
    Vanesio quanto meschino, senza stile, senza eleganza, un cafone, e sarebbe questo un critico d’arte?

  15. Sgarbi ha i soliti modi molto coloriti! Tuttavia ha compreso appieno lo sfondo culturale del M5S che è una versione “riveduta e corretta” della sinistra DC e … della destra PCI! 🙂

  16. Sono pienamente d’accordo con Vittorio Sgarbi.
    Non ho altro da aggiungere, se tenti di entrarmi di nuovo nel mio appartamento / ufficio di Via Principessa Mafalda 5 a Busto Arsizio(VA) ( ancora x pochi mesi perchè vendo e me ne torno a Milano), ti ammazzo con forbici e coltello!! E adesso ore 22,17 vado a dormire!
    Di Maio BUFFONE!!
    P.S. e spengo anche il computer posto sulla mia scrivania nella stanza adibita a studio!!Connessione con Fastweb.

  17. Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire quello che tutti pensiamo e che solo pochi diciamo! bravissimo Sgarbi!

  18. Come al solito lo scrizfreno statale con la sua esuberante azione da paranoico bipolare ha potuto sbraitare contro un Di maio senza contraddizione. Lui Sgarbi il truffatore, il sindaco e senatore solo sulla carta con numero di conto dove gli idioti spediscono i soldi che farebbero bene a veri lavoratori e poveri malati. Sgarbi é un deficiente sopravvalutato che vien pagato per fare il bullo in televisione ,compiacendo numerosi celebrosi.

    • Hai fatto tu da cavia x essere così convinto?Un giorno sì e l’altro pure le cronache dicono che ha tante ‘dèfaillance’ causa operazione al cuore e rioperazione ed a suo dire continua diarr..,che non sbaglia un colpo.Certo che se non riesce a darne più colpi che ca…volo potrà mai ‘sbagliare’?

  19. Buttafuoco che era un tempo persona affidabile e corretta da quando ha deciso di farsi musulmano e di salire di corsa sul carro dei vincitori è diventato falso bugiardo e incapace di lealtà neppure a se stesso il classico esempio di chi pur di sopravvivere e dispodto a tutto anche a mentire spudoratamente ben sapendo che lo sta facendo
    Inquietante

  20. Un ragazzo cresciuto in ambiente Alfa Sud, ovvero ‘U Stato c’adda rà” (lo Stato ci deve dare), uno Stato che in occasione del terremoto di Avellino inviò 50 mila Miliardi di lire al Sud( tra i canti di gioia della neonata Camorra,dove la Cassa del Mezzogiorno dette forfait, la Salerno Reggio Calabria era “Penelopata” dalla ‘Ndrangheta …
    Non mi sembrano gravi gli addebiti al padre di Di Maio perchè il Sud è così,le regole non esistono, le tasse le pagano gli stupidi, Il posto pubblico è il sogno di tutti gli abitanti.Quello che non va è che vogliono Sudizare l’Italia.Assumere nello Stato, assumere assumere … come se non bastassero gli 800 miliardi di Euro che lo Stato si succhia ogni anno …per avere in cambio i disastri di Alitalia, Tim, Atac, AMA etc etc etc etc etc …

    • Chichierchia…tralasciamo il fatto che l’Alfa Sud ha chiuso più o meno nell’84 quando ancora ‘o guaglione’ non era uscito da sotto il cavolo, e che forse proprio non importa neanche stare a ricordarlo,ma…’vogliono essere assunti dallo stato’?Anche i milioni d’emigrati che hanno reso grandi il mondo e l’Italia del nord che di certo non se lo meritava?Dopo le decine di milioni pre e post guerre mondiali anche i 2 milioni di questi ultimi anni,e giovani soprattutto, sono arrivati al nord ed hanno permesso il saldo demografico dalle tue parti che altrimenti solo il ‘nervo’ negro ne avrebbe permesso il pareggio.Non è forse meglio il ‘broccolo’ fresco che il mezzogiorno ‘produce’.

    • Il Sud, oltre a ricevere i vari finanziamenti, ha anche un’economia fiorente in nero. Ma quello che lascia piu’ sconcertati e’ la mancanza di volonta’ di cambiare, perche’ per loro ci sono solo diritti e nessun dovere. Bisogna prendere atto che l’assistenzialismo ha tolto l’incentivo a migliorarsi, per cui bisogna lasciarli al loro destino.

      • Ecco bravo,lasciali/lasciateli al loro destino,portate via i c da altra parte e non se ne parli più.Però se….www.identitainsorgenti.com/media-piegati-quella-stampa-partenopea-complice-della-nuova-verginita-di-salvini/ forse è da meditare che il vs condottiero v’ha mollato.Non vi resta che fare trenino che a ‘rivoluzione’ siete stati sempre ‘precari’.

  21. Una stagione se lo porterà via, il pischello. Ma la cultura, come dice bene Sgarbi, ci è stata portata via prima, e i risultati sono i pischelli al governo di un paese che lo sputtanano del tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *