Speranza si dimetta: lo Stato fuori da casa nostra

Condividi questo articolo


Il ministro Roberto Speranza, ospite di Fabio Fazio, ha invitato gli italiani a diventare delatori qualora i vicini non dovessero attenersi alle regole previste dai Dpcm. Insomma, lo Stato ci entra in casa.

Ma come è potuto accadere? Come siamo arrivati a questo punto? Ne parlo in questo video…

Giancristiano Desiderio, 12 ottobre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


23 Commenti

Scrivi un commento
  1. Purtroppo c’è poco da commentare, il problema non è sta specie di ministro ma chi gli da voce, chi gli permette di fare e dire tutte le stupidaggini che fin ora hanno avuto il coraggio di fare. Presto o tardi finirà.

  2. Caro, se vivi bene in uno stato che ti obbliga ad usare mascherina che ti fa ammalare ai polmoni seriamente, che incita i delatori, e che ti considera negazionista se non la pensi come vogliono allora vai a vivere a Cuba, dopo mi dirai.

  3. Il popolo spagnolo ha vissuto la dittatura nel suo recente passato e da sempre è governato da una monarchia, tuttavia, benchè duramente colpito dal virus, ha ottenuto dalla Corte suprema di giustizia di Madrid l’annullamento dei provveimenti del governo, giudicati contrari alla costituzione. Evidentemente qualche soggetto materialmente, si sarà preso il disturbo di porre tale quesito alla Corte Suprema.
    E’ mai possibile che nel nosto Paese un capo del governo, peraltro eletto da nessuno, possa fare un dpcm dietro l’altro senza che nessun esponente politico o giudiziario pensi di porre un banale questito alla Corte Costituzionale?
    Domanda stupida, lo so. Questa è la nazione il cui il capo della polizia minaccia di sciogliere manifestaioni e parla di pugno di ferro quando i manifestanti sono padri di famiglia. Non ho mai sentito parlare di pugno di ferro il giorno prima di una manifestazione di vandali, black block e delinquenti affini. Forse perche tutti questi delinquenti hanno debitamente il volto coperto, maschere antigas e caschi in testa.

  4. Ma dove sono Salvini e Meloni?? L’unica vera opposizione a tutto questo la fanno solo alcuni giornalisti come te e pochi altri.

  5. @giùalnord (?).
    Ma quale stato di polizia? Dove l’avete letto? Se ancora credete ai vari Porro, Desiderio, Sallusti (sia quello di questo blog che quello pelato, va be comunque è uguale) allora mettete i sacchi pieni di sabbia davanti al portone e andate a nascondervi sotto il letto.
    Una semplice raccomandazione di indossare la mascherina in casa nel caso entrino parenti o conoscenti la fanno passare per “stato di polizia” come la Stasi nell’ex DDR.
    Piuttosto preoccupatevi se vi suonano al citofono come quel tale a Bologna. Scusate, li c’è gente che non indossa la mascherina?Incredibile.
    C’è un asino che vola….

    • > Una semplice raccomandazione di indossare la mascherina in casa nel caso entrino parenti o conoscenti

      Gliel’ho già detto. Un’azione del genere presuppone che chi entra in casa sia un potenziale “untore” (magari gli asintomatici, i sieropositivi di questo secolo). Così noi sfasciamo la nostra società, causando la sfiducia verso qualunque contatto. Fuori possono mettere le regole che vogliono, ma in casa chi si assume il rischio è chi sta dentro.

      Perché vogliamo curare questa malattia con la “responsabilità” e “il rigore morale” e non con i maledettissimi farmaci? E’ per gli antibiotici e l’igiene che la peste è sparita da molti Paesi, non certo per le preghiere al Divino od i lazzaretti!

      • Ho capito! Ma la mia era una semplice rispose a quelli che ieri e anche oggi parlavano di stato di polizia o dittatura. Per il resto ha ragione ma se non si arriva a un vaccino qualcosa bisogna inventarsi.
        Johnson&Johnson ha sospeso “temporaneamente” la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus al quale stava lavorando. La causa è il verificarsi di “eventi avversi” e “non spiegabili” su un volontario che si stava sottoponendo alla somministrazione del vaccino, per il quale recentemente la Commissione Europea ha firmato un accordo per la fornitura di 200 milioni di dosi se supererà la sperimentazione.
        In un comunicato, la casa farmaceutica americana ha spiegato che “la malattia del volontario sarà osservata e valutata”. Nella nota, non viene tuttavia precisato se il partecipante alle fase 3 della sperimentazione si sia ammalato dopo aver assunto una dose del vaccino o un placebo. Johnson&Johnson ha sottolineato che malattie, fatti avversi e incidenti sono una parte prevista dei grandi studi clinici. Dato che sono decine di migliaia le persone che partecipano alle sperimentazioni, non è insolito che qualcuna abbia reazioni inattese, e che talvolta si tratti di coincidenze scollegate ai farmaci.
        Nel frattempo, anche la fase finale di test del potenziale vaccino AstraZeneca-Oxford University resta sospesa negli Usa, mentre le autorità valutano se una malattia riscontrata costituisca un rischio. La sperimentazione è stata bloccata dopo che una donna ha sviluppato gravi sintomi neurologici coerenti con mielite trasversa, infiammazione del midollo spinale, ha spiegato la compagnia, i cui test sono ripresi altrove.

        • > il resto ha ragione ma se non si arriva a un vaccino qualcosa bisogna inventarsi.

          Per esempio, farmaci per curare i pazienti. Ma il nostro governo preferisce la vita “di disciplina” (vero, Ministro Boccia?).

          Quanto a J&J, ero a conoscenza di questa notizia. Per ora, in assenza di nuove informazioni, pare un “potenziale effetto avverso”.
          Per l’appunto, il volontario/a non è ancora stato “smascherato” (così si dice quando si rivela che cosa ha preso), quindi serve pazienza.

    • Caro, se vivi bene in uno stato che ti obbliga ad usare mascherina che ti fa ammalare ai polmoni seriamente, che incita i delatori, e che ti considera negazionista se non la pensi come vogliono allora vai a vivere a Cuba, dopo mi dirai.

    • Se non è stato di polizia e di controllo delle menti cosa sarebbe per lei?
      Mi riferisco ai dpcm/leggi non discussi alle Camere ed imposti dall’avvocato del popolo e dai suoi segugi partoriti da alcuni fenomeni come Ricciardi e Speranza.
      Mi creda non ho bisogno di essere raccomandato per comportarmi da cittadino responsabile, lo sono e lo sarò sempre verso gli altri.La sottile differenza tra me e i fenomeni al governo, compreso il dormiente su al Quirinale, è quella linea sottile che distanzia un comune cittadino dalle istituzioni.I cittadini da parte delle istituzioni sono chiamati ad essere responsabili, lo sono stati e lo dimostrano ancora oggi,mentre le istituzioni a suon di proclami e dpcm non lo dimostrano affatto valicando il limite delle libertà individuali garantiti dalla Costituzione,scritti solo su carta per i politici usurpatori della sovranità nazionali ma mistificatori nei fatti nei confronti dei cittadini ubbidienti.

  6. È inutile girarci intorno, siamo in uno stato di polizia e di dittatura avanzata!
    Conoscendomi credo che nessuno salirà in casa mia senza mandato giudiziario.Che si azzardino a fare irruzione.
    Lo stesso dicasi per eventuali delatori condominiali;possono spiare quanto vogliono i condomini,presto o tardi verranno fuori dai loro appartamenti ,verranno fuori nomi e cognomi e ne vedremo delle belle.
    P.S.:È del tutto inutile che Speranza vada dal fazioso Fazio a divulgare e promuovere le sue strampalate idee,sarà il primo di questo malgoverno a bruciarsi la carriera.

  7. Tale Broccolo, virologo dell’università Bicocca di Milano, è riuscito a dire che: “Il 75% dei positivi è stato contagiato al pranzo domenicale.”

    1) Con quale logica arriva a questa percentuale? Dimostri la validità di della sua affermazione con dati concreti, altrimenti sono solo parole al vento.
    2) i pranzi delle domenica IN FAMIGLIA, c’erano da maggio in poi … come mai solo nelle ultime due settimane ci sono gli aumenti dei contagi?
    3) perchè chiudiamo se il 75% dei casi sono dovuti ai pranzi della domenica in famiglia? Dovremmo fare il contrario.
    4) continuate a sparare cazzate e gridare al lupo, che ottenete l’effetto contrario.

  8. “komunisti, potere e abuso di potere, DDR, STASI,stato di polizia, fondamentale e non fondamentale, statalismo, terrorismo psicologico”
    Penso che questi definiti ormai “energumeni” si credono veramente degli esseri supremi e possessori della LORO verità assoluta.
    Se truffano cittadini, Stato INPS per la CIG – TUTTI MUTI;
    Evadono le tasse 215 miliardi di euro annui – TUTTI MUTI;
    Tangenti, collusioni, concussione e reati vari- TUTTI MUTI
    Raccomandano l’uso della mascherina in presenza di non conviventi per prudenza e precauzione – TUTTI STROMBAZZANO;

  9. Ok facciamo così: Segnaliamo tutti, e tutti i giorni, che a casa di speranza ogni sera si svolge un rave party con minimo150/200 persone senza mascherina anche sul pianerottolo (o in giardino nel caso non stia in appartamento) e che, in più, si fa uso di alcol e droghe di tutti i tipi (visto che necessita un motivo per far entrare le forze dell’ordine in casa, giusto?)…e giocano al tiro al bersaglio con pistole ad aria compressa…
    Vediamo se manterrà ancora la spocchia quando dice velatamente di voler far fare la spia a NOI ITALIANI!!!

    Ma veramente si crede onnipotente il ministro o, semplicemente, è piazzato dall’altro fantoccio di conte che ormai si crede unico e solo detentore della verità assoluta?
    A mio parere, il grande errore dell’opposizione è quello di non essere opposizione. Evidentemente, anche a loro è stato promesso qualcosa…
    A questo punto, non ci tocca che andare ogni giorno sotto al parlamento e fare come Greta Thunberg, ma non per attenzionare sul clima, bensí per urlare attraverso cartelloni e striscioni messi lì in primo piano:”SIETE UN BLUFF – ANDATEVENE TUTTI A CASA”…

    Io, nel frattempo, continuo a lucidare le padelle e i coperchi…che prima o poi userò su quelle zucche vuote e marce di conte&co…o di chi si permetterà di varcare la soglia di casa mia.

    • Io faccio la stessa cosa che fai te sono d accordo non ci possono dire chi ospitare o meno a casa nostra……siamo padroni di quello che facciamo e non permetto a nessuno di invadere la mia privacy….nemmeno ai vicini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *