in

Trump: il meglio del suo discorso tradotto in italiano

trump discorso conservatori

Dimensioni testo

Pubblichiamo ampi stralci del discorso tenuto da Donald Trump ieri, alla conferenza dei repubblicani di Orlando, in Florida. La traduzione è a cura di Alessandro Rico

[…] Siamo nel bel mezzo di una battaglia storica per il futuro dell’America, per la cultura dell’America e per le istituzioni, i confini e i più venerati principi dell’America. La nostra sicurezza, la nostra prosperità e la nostra stessa identità di americani sono ora in gioco, forse come mai prima nella storia. E non importa quanto l’establishment di Washington e i potenti interessi di parte possano volerci silenziare. Non dubitate: vinceremo. […]

Per i prossimi quattro anni, i coraggiosi repubblicani, che si trovano in questa sala, saranno al cuore dello sforzo per opporsi ai democratici radicali, ai media delle fake news e alla loro tossica “cancel culture”. […] E voglio che sappiate che continuerò a lottare al vostro fianco. […] Non fonderemo nuovi partiti. […] Abbiamo il Partito repubblicano. Che si unirà e sarà più forte che mai. […]

Con Biden, America last

Sapevamo che l’amministrazione Biden sarebbe stata pessima. Ma nessuno di noi avrebbe immaginato che lo sarebbe stata fino a questo punto e che si sarebbe così tanto sbilanciata a sinistra. […] L’amministrazione Biden ha già dato prova di essere contro il lavoro, le famiglie, i confini, l’energia, le donne e la scienza. Nel breve giro di un mese, siamo passati da “America first” ad “America last”. […]

Le politiche migratorie di Biden non sono solo illegali. Sono immorali. Sono spietate. E rappresentano un tradimento dei valori fondamentali della nostra nazione. […]

Tornare a scuola

L’ostinata indifferenza [dei media] alle famiglie lavoratrici è altrettanto evidente quanto si tratta della questione cruciale di rimandare a scuola i figli dell’America. E devono tornarci, e tornarci subito, adesso. È una cosa folle. Terribile. Terribile. L’amministrazione Biden si vanta dell’educazione scolastica che sta fornendo ai figli dei migranti al confine. Mentre, al contempo, milioni di figli di americani stanno avendo il futuro distrutto dalle chiusure antiscientifiche delle scuole, decise da Joe Biden. Pensateci: stiamo istruendo i ragazzi al confine, ma la nostra gente, i figli dei nostri concittadini, che sono cittadini essi stessi, non stanno ricevendo l’istruzione che meritano. Non c’è ragione per cui la maggioranza dei giovani americani non debba tornare a scuola immediatamente. L’unico motivo per cui la maggior parte dei genitori non ha questa possibilità, è che Joe Biden ha venduto i figli dell’America ai sindacati degli insegnanti. […]

Il miracolo dei vaccini

Ho spinto sulla Fda [Food and drug administration, l’agenzia del farmaco Usa, ndr] come non era mai accaduto prima. Me l’hanno detto chiaro e tondo: non avevano mai ricevuto la spinta che hanno subito da me. Loro non mi piacciono affatto, ma una volta che ce l’abbiamo fatta, ho detto: “Adesso vi voglio davvero tanto bene”. Quel che ha fatto l’amministrazione Trump con i vaccini ha, sotto molti punti di vista, probabilmente salvato ampie porzioni del mondo. Non solo il nostro Paese, ma ampie porzioni del mondo. Non solo abbiamo spinto la Fda oltre ciò che i burocrati avrebbero voluto fare. Abbiamo anche messo sul piatto miliardi e miliardi di dollari, 10 miliardi per produrre i vaccini ancor prima che fossimo certi che funzionavano. Si chiama “scommessa calcolata” o “rischio calcolato”. Ci siamo presi il rischio perché, se non l’avessimo fatto, voi non avreste ancora adesso i vaccini. E non li avreste avuti ancora per molto tempo. Joe Biden ora sta solo attuando il piano che avevamo preparato noi.

Stop alle guerre

[…] Quando ho lasciato l’incarico, avevamo praticamente posto fine alle guerre interminabili, queste guerre interminabili che vanno avanti per sempre. Vanno avanti per sempre. […] Guerre interminabili, 19 anni in Afghanistan. Praticamente non c’è rimasto nulla e ora sento che vorrebbero tornarci. L’Iraq, ricordatevi, io lo avevo detto: non andateci, ma se ci andrete, tenetevi il petrolio. Be’: ci siamo andati e non ci siamo tenuti il petrolio. Noi abbiamo concluso storici accordi di pace in Medio Oriente. Come nessuno pensava che fosse semplicemente possibile e senza versare nemmeno una goccia di sangue. E tra l’altro, nemmeno un soldato americano viene ucciso in Afghanistan da oltre un anno. […]

Ritiro dall’Oms

Quando mi sono ritirato dall’Oms, […] l’hanno definita una cattiva decisione. Sono veramente dei burattini della Cina. Ci hanno chiamato e ci hanno detto che volevano che rimanessimo dentro. Ho chiesto: “Quanto paghiamo? Approssimativamente, 500 milioni di dollari? Quanto paga la Cina, un Paese molto più grande in termini di popolazione? Paga 39 milioni. E allora perché noi paghiamo 500 milioni e loro 39?”. Ve lo dico io perché: perché la gente che ha stipulato questa intesa è cretina. Ecco perché. E allora quelli hanno detto: possiamo fare un accordo, vogliamo che restiate dentro, possiamo accordarci. Ok, io ho deciso di non farlo, ma avremmo potuto concludere un accordo per 39 milioni. La stessa cifra della Cina. E adesso? Decidono di rientrare nell’Oms e di pagare 500 milioni? Che diavolo hanno in testa? […]

Le atlete trans

Ora, le giovani ragazze le donne sono messe nella condizione di essere costrette a competere contro coloro che sono biologicamente maschi. Non è una buona cosa per le donne. Non è buona per le donne dello sport, che hanno lavorato molto duro e a lungo per arrivare dove sono arrivate. I record che hanno retto per anni, persino decenni, ora vengono fatti a pezzi da questi qui. […] Gli sport femminili per come li conosciamo moriranno. […]