Un’ordinaria storia di illegalità cinese

Condividi questo articolo


Premetto di avere tanti amici Cinesi. Persone serie, che lavorano con impegno e rispettando le regole. Però vi racconto del mio primo stabilimento: Via dell’Artigiano a Cerea, provincia di Verona.

I miei vicini di stabilimento sono dei Cinesi, ma non i classici vicini di fabbrica con i quali ti vai a presentare, scambi due parole e ti confronti sui classici temi socio/economici. Questi hanno incollato alle finestre scatole di cartone (per non vedere dentro), il citofono rotto e nessuna insegna fuori dal capannone ( cosa strana per un’azienda).

La cosa più preoccupante però, che mi ha fatto al tempo telefonare alle forze dell’ordine (e che purtroppo non sono intervenute) era la particolare puzza di cibo che ogni tanto usciva da quello stabilimento e che invadeva il nostro. Un odore diverso dalla classica parmigiana, “pasta e fasoi” veneta, o i tortellini in brodo che fanno nelle nostre mense aziendali.

Infatti, un pomeriggio, ricordo benissimo di aver visto uscire da quella azienda un uomo che dal fosso di fronte ha preso una bella pantegana. Oltretutto più volte diverse persone si recavano fuori dallo stabilimento per espletare i loro bisogni fisiologici. Era un capannone che non conosceva sabato o domenica. In due anni che sono stato lì non sono mai riuscito a capire in quanti vivessero all’interno e in quali condizioni igieniche operassero. Il rispetto delle regole igienico/sanitarie deve essere tassativo ed imperativo per tutti!

Ed una volta per tutte smettiamola con questo “politically correct” dove ci sentiamo quasi noi, cittadini onesti, in colpa nel denunciare situazioni di questo tipo perché impauriti dall’essere etichettati come razzisti. Che siano Cinesi, Tedeschi, Italiani o Brasiliani chi lavora in queste condizioni di sfruttamento e scarsità di igiene deve essere denunciato.


Condividi questo articolo


72 Commenti

Scrivi un commento
  1. Bravo Giordano!

    Se proprio non riusciamo a trattenerci dall’appiccicare a qualcuno l’etichetta di razzista in questa vicenda (come in molte altre di cui sono stato testimone) il razzista è lo Stato.

    Evitare di fare controlli, alla lunga, porta gli onesti fuori mercato e i disonesti a crescere. Aumentare il numero di leggi e regolamenti senza operare i necessari controlli serve unicamente ad accelerare questo processo poiché il delinquente se ne frega del nuovo provvedimento (come del vecchio) mentre l’onesto si adegua aumentando i costi e conseguentemente il prezzo del proprio prodotto/servizio o tagliando gli investimenti e le assunzioni.

  2. “Premetto di avere tanti amici cinesi” è un evergreen che nn tramonta mai.

    Come “premetto di avere amici gay,neri,verdi,blu…”.

    Pensa che dei veneti il luogo comune è che sono tutti ubriaconi.

    In effetti io,che sono mezzo veronese e mezzo bergamasco(altra “razza” col pregiudizio di ubriaconi e rozzi)sfato il mito e lascio esterefatti coloro che vivono la triste esistenza ancorati ai pregiudizi,quando scoprono il mio essere astemio.

    “Ma come?!? Sei mezzo veronese e mezzo bergamasco e nn bevi come un somaro?!!”

    Che vitaccia ragazzi,nn nego che ci siano situazioni estreme(che scuoino i topi mi pare una fake. Linkare please! Nn mi fido dei “ammiocuggino mi ha detto che una volta è mmmorto”),ma se l’imprenditoria che si vuole di punta,si esprime con articolesse di codesta portata incomuncio a temere il peggio per il nostro futuro economico.

    Linko un articolo che,a mio parere,se nn si conosce codesta storia di immigrazione italiana(nn molto conosciuta)è bene incamerare e valutare. Crearsi anche un pregiudizio positivo potrebbe rendere migliori.

    https://www.google.com/amp/s/www.ilpost.it/2015/06/15/la-vignetta-razzista-anti-italiana-del-1888/amp/

    • non si sta dicendo che tutti i cinesi sono…si sta dicendo che loro vivono, pur stando in Italia in un mondo tutto loro. Ora a distanza di 50 anni le ultime generazioni sono più ” integrate” ciò nonostante hanno i loro negozi le loro farmacie i loro ospedali le loro bische i loro cimiteri e il 70 % di queste attività sfugge regolarmente ai controlli delle asl della finanza dell’ ispettorato del lavoro, dell’ agenzia delle entrate dello smaltimento dei rifiuti ….è razzismo parlare di queste cose?

          • chi ha scritto l’articolo ha fornito pure l’indirizzo, ma se non si vuol capire o non vedere è inutile parlare o confrontarsi

          • Potrebbe andare in una caserma dei Carabinieri e stendere regolare denuncia invece di articolare un pregiudizio.

          • io perchè li dovrei denunciare? basterebbe che chi è pagato per andare regolarmente nelle aziende a controllare gli impianti elettrici i servizi sanitari e gli orari di lavoro, andasse pure lì. Se fossi razzista rancorosa dei loro soldi lo avrei già fatto, ma sono ottimista e spero sempre nella giustizia che per ora è latitante nei confronti di quei poveri schiavi e difende gli interessi di chi in Italia ha fatto soldi a palate

          • Vorrei perlomeno dei link dove erudire la mia ignoranza. Se esistono nel nostro mondo,s’intende.

      • Se nn mi presenti delle prove,il razzismo è da prendere in considerazione.

        E nn dico che sia un male di per sé essere dei razzisti.

        Bisogna avere la tempra morale di esserlo.

        In un mondo multipolare e multiculturale essere dei reazionari(come lo possono essere gli Amish ad esempio)porta,a mio parere,più svantaggi sociali che vantaggi.

        Per nn parlare del disagio psicologico con cui confrontare ogni azione col tal parametro.

        Io impazzirei a cercare sempre la soluzione di tutto il negativo soltanto al di fuori dei miei confini mentali autoimpostomi.

        Devo,tra l’altro,porre veli continui sugli sfruttamenti messi in atto da coloro a cui nn indirizzo il mio razzismo,verso coloro a cui lo metto in atto.

        • dove abiti? io dove i cinesi sono una nutrita presenza e quello che dico non me lo ha detto mio cugino. Quando io ho dovuto chiudere un’ attività perché strangolata dalla burocrazia dai controlli e dalle tasse, ho avuto offerte di comprare la mia attività da cinesi che si sono presentati con le borse della coop piene di denaro in contante. Non si parla di razzismo ma di giustizia sociale

          • Gliel’hai venduta e preso i contanti?

            Se si,sei collusa in caso di riciclaggio di denaro sporco. Ma la maggioranza delle volte i soldi vengono raccolti al paese di partenza e poi pian piano restituiti. Poi c’è la mafia cinese in combutta con le nostre autoctone che in molti casi,chiederanno loro il pizzo.

            La storia della mafia cinese italiana(che parrebbe dalle indagini dello SCO,sviluppata sulla falsariga della n’drangheta,nn è legata a quella in territorio cinese)è interessante da approfondire perché ricorda molto la nostra mafia in USA. Anche nei modi operanti.

  3. Vedo con molto piacere che vi ostinate ad insultare chi non la pensa come voi:

    • lucia
    • Fabio Bertoncelli
    • franco
    • luwal
    • art3mide

    Eccovi qui tutti in fila: razzisti e insultatori di professione. Siete solo 5: insulti e beceraggini da fascioleghisti.

    Complimenti asini.

  4. …comunque siano andate le cose,il paese non perde occasione per fare la solita figura di…….erda davanti al mondo intero.

    Il resto solo chiacchiere…

  5. Allora, fuori dal cancello del condominio dove viveva mio figlio ci sono capannoni di piccole dimensioni, 400 – 600 mq.

    In uno c’erano dei cinesi che , pare, cucissero capi di abbigliamento.

    Giorno e notte, naturalmente.

    Come di regola , la maggior parte di costoro vivevano anche nel capannone.

    Niente di inusuale, per dei cinesi.

    Ma un giorno c’è stato lo scatto di qualità.

    Su una parete esterna dell’edificio, esposta al sole del pomeriggio, ho visto una serie di aste di legno con attaccati dei corpi scuoiati e senza testa di ratti, immagino , a seccare.

    La cosa è durata qualche giorno.

    I vicini, mio figlio in testa, dopo aver fotografato quanto su descritto ,hanno avvertito i vigili urbani della situazione.

    Un paio di mesi dopo i cinesi se ne sono andati.

  6. Bersani in questo momento pontifica Berlusconi dopo averlo contrastato per venti anni e continua dove secondo lui il corona virus era già in Italia prima del blocco aereo con i voli diretti verso la Cina. Secondo lui siamo già fuori dall’emergenza quando oggi sono coinvolte altre tre regioni, Sicilia, Toscana, Liguria.

    Italiani state tranquilli tanto secondo Bersani “anche io voglio bene agli anziani anche se sono di sinistra”. Questa dovete tradurla da soli.

  7. Complimenti al governo, noi apriamo ai clandestini africani mentre l’Africa chiude al nostro ingresso.

    Conte contini chierichetto, governo giallo-rosso, gli italiani lo riconoscono, data l’entità degli avvenimenti, con il Conte poletichese, tutto viene rimandato, perché la colpa è di altri (medici, governatori del nord ecc.), lui non c’era o non sapeva.

    Il lazzaretto italiano con il ringraziamento dell’Europa, si scrive la storia, “I miserabili italiani”.

    • giuseppi è riuscito :

      a traformare l’Italia in un lazzaretto ( e la lamorgese provvede ad ampliarlo con nuovi pazienti )

      a farci trattare tutti da appestati all’estero….

      OTTIMO LAVORO. Neppure facendolo scientemente una persona “normale” (cerebralmente intendo) ci sarebbe riuscita !

      COMPLIMENTI, GIUSEPPI.

      Ci voleva tanto a capire che – mentre lui e speranziella, annunciavano al mondo intero la chiusura dei voli diretti (forse il 5%) – dalla cina arrivavano porci e cani con voli indiretti ? INETTO !

      E visto che è ormai appurato che il paziente 0 non è assolutamente il manager rientrato da singapore ( by the way, se lo fosse stato, perchè a inizio febbraio non è stato controllato ? ) ci dice il genio-avvocato-di-tutti-gli-italiani (NOOOO;GRAZIE) chi ha portato il virus ??? certamente qualcuno dei TANTISSIMI che LUI ha lasciato entrare per settimane con voli indiretti !!!

  8. Chi è il commercialista?

    E’ la domanda fondamentale, il resto è una catena di personalità spesso legate a conoscenze della politica e amministrazioni che dovrebbero controllare tutte le certificazioni che sono sicura non mancheranno cartacee ma controlli fisicamenti fatti sul posto non sono mai esistiti, ne prima che aprisssero ne ovviamente, durante. Anche perchè è probabile che sede legale ed amministrativa sia altrove o ad un civico della stessa via inesistente o usando quella di qualche attività esistente.

    C’è la doppia corsia preferenziale, il nero delle attività da illeciti come questo è tollerato.

    Basta fotgrafare le scatole sulle finestre che coprono, ingrandire le immagini e collegare le indicazioni che danno.

    Ma è robbina che se fà un cittadino privato rischia denuncia sulla violazione della privacy.

    Salluti

        • Cioe’, mi hai risposto in base a come ti vedi TU , SEMPRE E SOLO TU…

          io non sono te, sono un’ altra persona diversa da te, impara a rispettare gli altri.

          E poi,

          non hai bisogno di stare sui social per autopsicanalizzarti risparmiando pure i soldi della parcella, la diagnosi te la faccio io, papale papale, nonostante non sia il mio ramo.

          Tu sei:

          Egoista

          Egoista

          Egoista

          Egoista

          Egoista

          Pensi sempre ai soldi

          Pensi sempre ai soldi

          Pensi sempre ai soldi

          Pensi sempre ai soldi

          E tutto questo lo sei giammai per eventuale colpa di un tuo genitore, lo sei perche’ lo vuoi essere tu.

          I tuoi genitori sono/sono stati persone diverse da te.

          Con un percorso diverso

          Ognuno di noi e’ diverso da un altro

          Il drogato , un esempio, si droga perche’ vuol drogarsi e non perche’ e’ stato infelice in famiglia.

          Quella e’ una bugia che inventa a se stesso per potersi drogare con una giustificazione decente.

          Dunque, i soldi ti inducono a comportarti in questo modo.

          Tu devi stare con i tuoi simili, con la gente PULITA non ci devi stare per due ordini di motivi:

          Innanzitutto, come scrivesti tu non poco tempo fa,

          E’ TEMPO SPRECATO

          inoltre, FAI DEL MALE, seppure inconsapevolmente.

          Buona giornata, anzi, il modo piu’ corretto,

          buon modo di pensare a piu’ soldi possibili.

    • Io , invece, rimango sempre la solita misera

      “letizia”,

      cioe’, il nome di mia nonna,

      cioe’, il nome di battesimo,

      cioe’ , il nome della mia vita reale.

      Buona notte dalla reale LETIZIA

          • Razzisti? Mica sei una razza! Dai che ti diverti, non ti si pigliasse per i fondelli non ti si filerebbe nessuno! 😀

          • Signore e signori, è nata una nuova specie:

            la razza SAL.

            Le caratteristiche principali sono una certa disconnessione del pensiero, la propensione a sparare sciocchezze, una manifesta aggressività nel difenderle anche di fronte all’evidenza logica contraria, il tipico vittimismo quando in difficoltà, l’appellarsi al razzismo (caratteristica comune anche ad altre specie) in maniera totalmente sconclusionata, un evidente analfabetismo funzionale e, ultimo ma non per importanza, il tipico verso: il raglio.

    • signor Sal, quella che tutti noi abbiamo letto piu’ su, e’ una denunzia pubblica: in un paese in cui esistesse veramente l’ obbligatorieta’ dell’ azione penale, quanto denunciato dal Dott. Riello dovrebe scatenare “ipso facto” un’ indagine della magistratura. Ma e’ chiaro che quell’ obbligarieta’ di cui si mena vanto e’ solo la foglia di fico che nasconde un uso politico della “giustizia”: cosi’ mentre i magistrati rincorrono Salvini che ha difeso i vostri confini dalla feccia clandestina, chiudono ambedue gli occhi sullo schiavismo dei lavoratori cinesi due secoli dopo la sua abolizione ad opera degli Inglesi.

      • credo che si ricorderà il fatto dei cinesi morti bruciati nel loro posto di lavoro a Prato: orrore e sdegno per quelle povere vittime fuggite da un regime che probabilmente è peggiore della vita che facevano. C’ è stato in seguito qualche controllo per far calmare le acque poi tutto silenzio. Se venissero scoperti un migliaio di clandestini cinesi che ne farebbero le autorità? Meglio lasciarli stare a vivere nei capannoni: non danno noia, non stuprano non vanno a rubare distruggono solo un’ economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *