Commenti all'articolo Vaccino: finitela con la teleliturgia della profilassi

Torna all'articolo
Avatar
guest
63 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
giùalnord
giùalnord
20 Dicembre 2020 11:04

Sembrerebbe tutto così irreale se non fosse per i numerosi decessi per Covid e con Covid.Io ho la netta sensazione che ci stiano canalizzando in un romanzo distopico di natura orwelliana.
Il direttore dell’OMS, Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus,nonostante i vaccini,ha dichiarato recentemente che le cose si stanno mettendo male.Le varianti genetiche del virus trovate prima in Italia ,successivamente in Germania e adesso in Inghilterra,fanno presupporre che le notizie(vere o false che siano) vengano diffuse dai media proprio per evitare che la gente possa pensare di poter ritornare alla normalità.
Molta gente sta facendo affidamento a questo vaccino(speriamo che abbia gli effetti sperati) ma i repentini cambiamenti del genotipo virale portano a far nascere ulteriori dubbi sull’efficacia dello stesso.

Andrea
Andrea
20 Dicembre 2020 10:24

Io voglio tornare alla normalita’:

Non usare piu’ la mascherina
Abbracciare parenti e amici
Prendere l’areo e vedere il mondo

Togliermi dalle palle Conte, Speranza, Arcuri, il cts, etc etc
E molte altre cose.

E se per fare questo sara’ necessario vaccinarmi..
lo faro’. Il rischio esiste sempre in ogni scelta della vita. Ma tra il rischio di un nuovo vaccino e il rischio di morire per il covid in uno stato (gia’ effettivo) di morte civica e sociale preferisco il primo.

Saluti

Tannino
Tannino
20 Dicembre 2020 2:22

Non vorrei essere complottista o, più semplicemente, menagramo, ma ormai hanno capito come funziona: la salute è quello che una volta sarebbe stato un “casus belli.” È quel qualcosa che mette tutti d’accordo e, se il caso, tutti a tacere: la salute è più importante della libertà (un tale, poco meno di cento anni fa, disse che la razza ariana fosse più importante di tutte le altre razze e un popolo, bovinamente, seguì la sua follia). Prevedo un futuro fatto di problemi sanitari insoluti o nuovi. Insoluti: il vaccino che non funziona come dovrebbe o che porta con sé problemi (intolleranze e/o reazioni allergiche, problemi nel lungo periodo, gente che subisce danni alla salute, ecc.), ripiombando tutti nel panico e, ovviamente, nell’amministrazione del nuovo panico e della nuova emergenza (che sarà mantenuta sempre costantemente in “vita”). Altri anni, quindi, garantiti per coloro che dovrebbero cadere (come governo), ma invece si trovano al momento giusto (stato di calamità) al posto giusto (nella stanza dei bottoni). Oppure problemi sanitari (of course) nuovi: come dicevo, la fase di vaccinazione globale viene effettuata con successo, ma subito la sconfitta del Covid-19 (come malattia letale), si presenta una nuova emergenza, giusta giusta per tenere a bada l’euforia da ritorno alla normalità della massa e ripiombarla nel panico e conseguente stato di nuova emergenza. E quindi:… Leggi il resto »

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
19 Dicembre 2020 20:39

@zazza456, “Il Principio di Precauzione non riguarda la scienza, ma l’uso delle conoscenze scientifiche, cioè delle tecnologie di ogni tipo”, recita Treccani, dunque inclusa quella branca della biologia molecolare denominata ‘genomica’. Al contrario, non risultano evidenze afferenti connessioni di detto Principio con la Politica. Circa le prove a supporto di quanto postulato da Borger, probabilmente sarà sempre possibile rinvenirne qualcuna in più rispetto a quelle – non pervenute – attestanti la sicura innocuità del vaccino in questione.