Quarta Repubblica

Guarda il video

Vannacci lo dice in faccia a Zan: “Lei come gay non è la normalità”

Scontro a Quarta Repubblica tra il candidato della Lega e l’esponente del Pd. Zan: “Lo diceva anche Hitler”

Un dibattito acceso ha coinvolto Roberto Vannacci, l’autore del libro polemico “Il mondo al contrario”, e Alessandro Zan, politico del Partito Democratico e attivista noto per il suo impegno a favore dei diritti LGBTQ+. Il confronto, avvenuto durante Quarta Repubblica, ha toccato temi sensibili quali i diritti degli omosessuali, la libertà di espressione e le questioni di identità nazionale.

La controversia ha preso piede quando Vannacci ha confermato quanto già scritto nel suo libro, ovvero che gli omosessuali “non rappresentano la normalità“, una frase che ha scatenato una risposta veemente da parte di Zan. Quest’ultimo ha criticato l’autore per aver adottato un linguaggio che riteneva pericolosamente vicino alle idee naziste. Vannacci, tuttavia, ha difeso il suo punto di vista, affermando di non avere intenzioni discriminatorie ma di voler sollevare una questione di natura statistica riguardo l’omosessualità, negando qualsiasi approccio terapeutico al tema.

Leggi anche:

“Se lui avesse un figlio gay lo re-indirizzerebbe all’eterosessualità. E come se mio padre decidesse di curarmi perché sono gay. La domanda che faccio al generale: per lei io sono normale o non sono normale?”, chiede Zan. Replica Vannacci: “Ma certo che lo dico, io non ritratto mai nulla: lei come omosessuale non rappresenta la normalità. É solo una espressione statistica”.

Un punto di discussione particolarmente sensibile è stato il concetto di identità nazionale, che è emerso in modo pregnante nel confronto su Paola Egonu, pallavolista di successo. Vannacci ha paragonato il caso di Egonu a quello ipotetico di una Miss Zimbabwe bianca, per discutere della corrispondenza tra cittadinanza e caratteristiche etniche, attirando ulteriori critiche da parte di Zan che ha contestato ironicamente la validità delle argomentazioni di Vannacci sull’identità etnica con un riferimento a un test del DNA.

Nicolaporro.it è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati (gratis).

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli