Commenti all'articolo Vi spiego la fregatura del Fondo salva-Stati

Torna all'articolo
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Francesca Campanelli
Francesca Campanelli
8 Dicembre 2019 15:07

Caro sig.Porro, sono argomenti complicati quelli che lei affronta. Le lo fa con una superficialità e approssimazione notevole. E alla fine la butta in caciara, come un banale scontro tra Italia e Germania. Anche persone con una preparazione tecnica notevolmente maggiore della sua le affrontano con prudenza senza arrivare a semplicistiche considerazioni.

Lodovico Bonvecchi
Lodovico Bonvecchi
7 Dicembre 2019 20:06

cosa c’e’ da spiegare?

E’ UNA FREGATURA PUNTO E BASTA!!!!!!

Diego Calzi
Diego Calzi
7 Dicembre 2019 14:38

MES – Perchè una nuova classificazione del debito di un paese. Il rating esiste già!

Rispetto al MES ed in particolare alla classificazione sulla rischiosità dei titoli del debito pubblico dei vari Stati che l’organo tecnico di gestione dello stesso sarà tenuto da dare, non capisco perché nessuno ricorda che un rating sul rischio paese e sul suo debito è già fornito dalle Agenzie di Rating (Fitch, Moody’s, S&P, ecc.).

La maggiore o minore rischiosità dello stesso è inoltre già riflessa tendenzialmente nello spread differenziale che i titoli di stato di un paese paga al mercato. Ciò ovviamente al netto delle spinte manipolatorie/speculatorie che ci sono state nel 2011 ed in altre situazioni, verosimilmente anche con la regia in particolare momenti di suggerimenti politici di alcuni paesi.

Perché un ulteriore rating/classificazione prodotto da un organo che si avvarrà di tecnici di paesi che sono noti per un approccio notoriamente preconcetto e fintamente rigoristico e moralistico. Credo che questo potrebbe essere particolarmente rischioso per il nostro paese. Un rating da titolo “junk” di un tale organo scoraggerebbe moltissimo gli investitori istituzionali esteri anche per gli effetti diretti sui possibili interventi del MES e la possibile richiesta di ristrutturazione del debito.

Elisabetta
Elisabetta
7 Dicembre 2019 13:08

Ho avuto gli incubi e non è metafora.

Dopo aver visto e sentito Besos/Amazon ho compiutamente realizzato a che grado di feccia dell’umanità siamo in mano.

In quale leboratorio di assemblaggio genetico è uscito fuori quella bestia dalle sembianze similmente umane ma più da celluloide?

Mi sono letta gli ultimi aggiornamenti sulle nuove forme all’avanguardia di Aushwizt… gli SPDC, REM TSO etc… se li associo ad Amazon e multinazionali di pari livello a settori diversi, direi che Hitler era un dilettante…

Hitler era uno psicopoatico,manie di grandezza, delirii di onnipotenza e dominio delle razze con selezione e questi nuovi investitori privati cosa saranno mai?

E già a quei livelli le malattie mentali diventano satus simbol di originalità, come vezzi dei grandi virtuosi.

L’altro esercito dei giganti gli psichiatri e i psicofarmaci.con il bene placido del nostro sistema sanitario.

L’articolo non lo posto, sarebbe per contenuti e foto allegate da segnalare che potrebbe turbare violentemente la sensibiltà di chi ne prendesse visione… già! Chissa quanto è stata turbata la senzibilità della cavia psichiatrica/ oggetto di quell’articolo?

La spichiatria è la “scienza” meno attendibile che esista.ma questo vae se sei Bezos ma se sei Mario Rossi no!

Elisabetta
Elisabetta
7 Dicembre 2019 12:52

Il gioco delle tre carte… L’unica differenza tra i salvataggi delle banche dal 1990 in poi rispetto a prima è che quando le salvi sempre con denaro pubblico ( così è sempre stato e cosi è, sia con il fondo interbemcario che con gli aiuti di Stato ed ora direttamente facendo prelievo dai conti degli stessi correntisti) oggi stai salvando i singoli soggetti privati, proprietari delle banche, mentre prima salvavi le banche pubbliche, anche se và detto che il privato anche allora lucrava in questo sistema di salvataggio. Signori se non vi è chiaro, tutto quello che ancora vi spacciano per sistema pubblio compreso bilancio di Stato e CDP ( Cassa Depositi e Preestiti) è ormai a tutti gli effetti sostanziali in mano a privati soggetti, è rimasta la facciata, la cosidetta forma a prenderci per il naso. I Fondi servono solo a portare dai periferici bilanci di Stato i soldi degli italiani , francesi etc… ad un controllo diretto e centralizzato degli stessi, Per semplificare è come se voi facesse un piano di accumulo per un fondo, ogni mese doveste versare un quid, impegno dal quale non avete clausola di recesso e se perdete i lavoro, quel che vi rimane in tasca dovrà essere comunque versato al fondo finchè non vi spolpa. Questi sono i Fondi pubblici il braccio… Leggi il resto »

Atreju
Atreju
7 Dicembre 2019 11:44

Non ci vuole un genio per capire che l’Europa ci sta facendo un mazzo così e ci tratta come la serva in casa dei nobili. Solo che quando qualcuno accenna all’uscita dall’EU tutti inorridiscono. Come Porro non sono nè leghista ne altro ma ragiono ed ho un terribile dubbio che, prima o poi, ci sodomizzino a dovere grazie a tutti i decerebrati che stanno leccando gli stivali a Bruxelles, Parigi e Berlino.