Commenti all'articolo Vi spiego qual è l’unica strada per salvare la Lega

Torna all'articolo
Avatar
guest
31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio
Fabio
9 Novembre 2021 12:28

L’unica strada è mettere Giorgetti dove gli compete, mandandolo tra le file del PD o di forza italia.

Fatto questo, la lega sarebbe ora di farla tornare sui binari storici del partito (vogliamo dire “sovranismo”, sebbene il termine in se stesso sia solo uno spauracchio da agitare per spaventare le masse di perbenisti?).

Senza Giorgetti riprenderebbero molto velocemente i voti persi, visto che i delusi sono finiti nel non-voto.

Mauro
Mauro
7 Novembre 2021 18:35

Concordo !!!

Marco
Marco
7 Novembre 2021 10:10

Considerando che la strada dell'”autodeterminazione dei popoli” di fatto non viene applicata ( eccezioni la repubblica Ceca e la Slovacchia ecc.),pro domo loro e alla faccia della vera democrazia , Salvini a suo tempo ha fatto bene a raccattare più voti possibili in tutta Italia ma doveva promettere le tre famose macroregioni in tempi brevissimi con una quota di solidarietà nazionale non oltre il 25% per poi passa a risolvere in seguito i problemi noti e decennali che affliggono l’Italia. Poi,si è visto, si è fatto mal consigliare dai suoi cortigiani e ora siamo qua in balia dei soliti personaggi di turno fanno tutto quello dettato dall’alto

Michele Sardone
Michele Sardone
7 Novembre 2021 8:57

La soluzione per la Lega è allontanare Giorgetti quanto prima…

Dario
7 Novembre 2021 7:32

Non è vero che la Lega di Bossi ottenne risultati modesti. La Lega federalista del 1993 prese solo a Milano il 40% dei voti e la Lega indipendentista del 1996 oltre il 10% alle elezioni politiche che significa una media del 20% in tutta la Padania. Verissimo che la Lega ha tradito le sue origini: dalla Lega “antifascista” e trasversale di Bossi si è arrivati alla Lega di Salvini alleata con iper-tradizionalisti cattolici, nostalgici del fascismo e omofobi. Possibilità di redenzione? Per me nessuna. Sarebbe auspicabile un nuovo partito laico che avesse in programma la riforma federale dello stato e la democrazia diretta. Ahimè, utopia

geogio
6 Novembre 2021 22:13

ma ormai hanno perso credibilita’. poi dopo Trieste, sono completamente scollegati dalla gente. Hanno troppo la testa nel palazzo. Stanno appoggiando senza rendersi conto, un regime eurosocialista. Qualsiasi possa essere il termine per descrivere gli euroburocrati che stanno favorendo le banche, favorendo l’immigrazione selvaggia, l’annientamento delle identita’ e dei valori fondanti la civilta’ occidentale (Cristianesimo, famiglia, democrazia)