in

Viaggiare con KLM significa anche rispettare il Pianeta 

Dimensioni testo

Che si tratti di viaggi di piacere o di affari, gli italiani che scelgono KLM non solo volano in massima sicurezza e in tutto comfort, ma aiutano l’ambiente. È infatti tempo di scrivere un primo bilancio dell’innovativo Programma SAF Corporate lanciato a gennaio del 2021 dal gruppo Air France-KLM, gigante globale dell’aviazione dal cuore europeo e con un network globale. Obiettivo dell’iniziativa, il cui nome è l’acronimo di Sustainable Aviation Fuel (carburante sostenibile per l’aviazione), è invitare i clienti corporate a fare squadra per vincere insieme la sfida del Clima. Vedremo poi le altre iniziative verdi della compagnia olandese che sta anche investendo per rinnovare i propri aerei e ha ricevuto il premio di eccellenza dell’aviazione civile. Ma andiamo con ordine.

 

 

Programma SAF Corporate, gioco di squadra per l’ambiente 

Grazie al Programma SAF Corporate i clienti corporate di Air France e KLM, dopo aver stimato le emissioni di CO2  associate ai loro viaggi, possono determinare il contributo annuale che desiderano apportare per raggiungere l’obiettivo di un trasporto aereo sempre più green. Un traguardo questo prioritario per il gruppo Air France-KLM che investe tutti i contributi ricevuti nella fornitura e nell’uso di carburante sostenibile per l’aviazione. Il gruppo – che sposa in toto gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e di Global Compact, tanto da essere dal 2005 ai vertici del Dow Jones Sustainability Index – vuole così favorire la nascita di un’industria del carburante sostenibile. Grazie al Programma SAF Corporate, l’obiettivo è dimezzare nel 2030 le emissioni di CO2 per passeggero/km rispetto al 2005, con 20 anni di anticipo rispetto a quanto previsto dall’industria. Un grande risultato per il Pianeta, che la compagnia olandese sa di poter raggiungere perché è all’avanguardia nella sperimentazione di carburanti sostenibili: il primo volo KLM alimentato con SAF risale al 2009 e lo scorso febbraio un ulteriore record con il primo volo passeggeri al mondo, alimentato anche a SAF sintetico.

 

 

La sfida dei carburanti verdi

I carburanti sostenibili per l’aviazione possono essere ricavati da oli usati, prodotti di scarto e residui forestali, ma la loro produzione è ancora troppo ridotta e il loro prezzo fino a sette volte maggiore rispetto al cherosene. Il SAF può essere però miscelato fino al 50% ai carburanti tradizionali senza apportare alcuna modifica ai motori degli aerei e in tutta sicurezza per i passeggeri. Una scelta molto preziosa per la lotta al cambiamento climatico perché il SAF taglia le emissioni anche dell’80% rispetto al carburante tradizionale. Ma la sfida per il settore è aperta, perché allo stato attuale meno dello 0,1% dei circa 300 milioni di tonnellate di carburante utilizzati dalle compagnie aeree ha tale caratteristica.

 

 

 

Il primo volo con cherosene sintetico

KLM lo scorso gennaio ha effettuato, per la prima al mondo, un volo passeggeri alimentato con una miscela di 500 litri di cherosene sintetico sostenibile, prodotto da Shell sulla base di CO2, acqua ed energia rinnovabile. Quindi un processo del tutto amico dell’ambiente. “La transizione dai combustibili fossili ai combustibili alternativi sostenibili è una delle maggiori sfide nel settore dell’aviazione”, rimarca Pieter Elbers, CEO di KLM. “Il rinnovo della flotta – prosegue – ha contribuito in modo significativo alla riduzione delle emissioni di CO2, ma l’aumento della produzione e l’uso di carburante sostenibile per l’aviazione faranno la differenza per l’attuale generazione di aeromobili”. I Paesi Bassi puntano a far volare le compagnie aeree europee interamente con carburante sostenibile entro il 2050.

 

 

Nuovi aerei KLM, tutti a bordo a basso impatto ambientale

Un’ulteriore prova dell’impegno per il clima di KLM, che peraltro si può toccare con mano anche nel bilancio di sostenibilità del gruppo, è l’impegno nel rinnovo della propria flotta: sono infatti 25 i nuovi aeromobili Embraer 195-E2 ordinati dalla compagnia e già quest’anno ne sono entrati in servizio sette. Giova qui ricordare che questo nuovo velivolo, rispetto all’Embraer 190, utilizza il 9% in meno di carburante, emette il 31% in meno di CO2 per passeggero e riduce del 63% l’inquinamento acustico. Può trasportare 132 passeggeri e, oltre al rumore notevolmente ridotto in cabina, i passeggeri possono godere di una speciale illuminazione, sedili ergonomici, spazio extra per le gambe, connessione USB e cappelliere più grandi. Ad oggi, la flotta di KLM Cityhopper è composta da 50 aeromobili ed è la più grande d’Europa.

 

Nuovi interni per tagliare le emissioni

Come dimostrato anche dall’ordine dei nuovi velivoli Embraer, l’impegno verde di KLM procede di pari passo con l’offerta di un sempre maggio comfort per i passeggeri. KLM sta infatti implementando anche il rinnovo completo delle cabine di 14 Boeing 737-800, sia per la Business Class che per l’Economy Class. Il processo sarà terminato entro marzo del prossimo anno. Non solo i sedili ergonomici sono più comodi e lasciano maggiore spazio per le gambe, ma l’imbottitura è composta in gran parte di pelle riciclata, senza contare la dotazione di una porta USB. I sedili sono inoltre più leggeri del 20%, questo permette di ridurre il peso totale della cabina di 700 kg, con il risultato di risparmiare 58 tonnellate di carburante e 184 tonnellate di emissioni di CO2 per aereo all’anno. Per tutti i 14 aerei, questo rappresenta un risparmio annuale di carburante di 812 tonnellate e una riduzione di 2.576 tonnellate di emissioni di CO2. Tornando al comfort, da ricordare la decisione di installare la tecnologia Wi-Fi, con l’obiettivo di garantire l’accesso a internet ai passeggeri di tutti gli aerei intercontinentali entro il primo trimestre del 2022.

 

KLM incoronata migliore compagnia per i passeggeri

KLM ha ricevuto il premio APEX World Class 2022. È il riconoscimento dei risultati ottenuti dalla compagnia olandese in termini di sicurezza, benessere e sostenibilità. Esattamente i valori a cui sono sempre più attenti i clienti. Con il World Class Award, APEX (Airline Passenger Experience Association) misura e valuta infatti le compagnie aeree rispetto ai nuovi parametri di riferimento sull’esperienza del cliente utilizzando un audit dei dati ampio e completo: dalla sicurezza, al benessere e alla sostenibilità, quindi standard del servizio, comfort e ristorazione.

 

 

Contenuto consigliato