Zuppa di Porro: rassegna stampa del 23 luglio 2020

Ancora non ci sono i fondi, ma già litigano per gestirli

Condividi questo articolo


00:00 Sequestrata una caserma dei Carabinieri a Piacenza dove pare si tenessero torture e estorsioni…

01:30 Ci sono due grandi scontri nel governo giallorosso…

05:30 Il Fatto Quotidiano se la prende con Matteo Salvini… che resta solo.

05:55 Di Battista super Contiano dice che lo voterebbe se si iscrivesse al Movimento 5 Stelle.

06:20 Continua la lite sul Mes, da leggere Sallusti sul Giornale che invita a non fare gli schizzinosi.

07:20 Caos scuola, ma ci pensano Arcuri e Azzolina a risolvere i problemi…

09:10 Il Sole 24 Ore esulta per il “sorpasso delle rinnovabili”.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


20 Commenti

Scrivi un commento
  1. Chi va al mulino, si infarina! Questo il triste futuro che ci attende. Quel che è peggio, riscopriamo a commentare la decrescita felice e l’aumento del debito , tutti gli ex ministri (Padoan, piuttosto che Monti e company) che ci hanno ridotto allo sfacelo e che oggi ci consigliano su come risolvere i problemi che anche loro hanno creato..

  2. Avete letto la notizia :dodicenne in coma per utilizzo mascherina finiamola lo volete capire che a respirare anidride carbonica e peggio di non indossarla non siamo venuti al mondo con le protezione

  3. Nicola,
    La notizia più importante della giornata è che una Caserma di “carabinieri” è stato sequestrata, sostituita da due unità mobili, sei carabinieri arrestati e quattro indagati.
    Cosa avrebbero fatto coloro che difendono la patria e tutelano l’ordine e la sicurezza pubblica: sfruttamento prostituzione, droga, spaccio, pestaggio, emulazione di gomorra. POCA ROBA.
    Politicamente importante in quanto non parliamo di casi sporadici ma di casi ormai plurimi e sistemici, parliamo di forze armate quindi di rilievo anche POLITICO. (esempio Cucchi)
    Lo hai fatto passare per una vicenda di cronaca.
    “ce lo liquidiano subito come fatto di cronaca che di politica”,” questi qua avrebbero sfruttato …” – liquidiamo e avrebbero –
    Mi spiace caro Porro, non per polemizzare con lei, ma è più importante dei presunti bisticci giallorossi, della solitudine di Salvini, delle chiacchiere del cagnetto di Berlusconi, di Arcuri, non dei banchi che sono importantissimi …….
    Il free speech su argomento serio è diventato politicamento corretto.

    • Concordo circa l’importanza di questa vicenda.
      Bisogna svegliarsi e capire che quasi tutta la pubblica amministrazione si sente dio sceso in terra, e crede di poter disporre delle vite delle persone (tutte) a proprio piacimento, in quanto “loro” sono superiori, loro sono “il dio stato” e gli altri sono sudditi del regime.
      Si sentono pienamente giustificati ed autorizzati a prevaricare il prossimo.
      Poi ci sono eccessi più o meno gravi e sparsi, ma la linea di pensiero è questa, lo vediamo benissimo anche dai “rappresentanti” della pa che commentano su queste pagine, senza scomodare Arcuri o Lamorgese.
      Ed è l’esatto contrario delle fondamenta liberali.

    • Se è per questo Porro non ha parlato dello stupro di un ragazzo senegalese di 24anni su una donna di 45 che era in un parco con il proprio cane, il ragazzo non aveva permesso di soggiorno.
      E non Il solo Porro a non parlarne, non ho visto né le lacrime della Bellanova, né commenti sdegnati della Lamorgese né l’inginocchiamento della Boldrini.
      Quello è figlio della politica dell’accoglienza.
      Anche i clandestini sono mantenuti dallo stato.

      • Lei cita un fatto di cronaca che doveva essere GIUSTAMENTE evidenziato come una vicenda politica.
        Immigrazione e migranti sono un enorme problema POLITICO che va trattato seriamente da Italia e Europa e deve essere urgetemente risolto.
        SONO D’ACCORDISSIMO CON LEI.
        La vicenda di Piacenza PERO’ è stata trattata con sufficienza, PER LE PAROLE DETTE,” lo liquidiamo subito o questi quà avrebbero” ed ho criticato Nicola in merito.
        La posizione doveva essere più netta.
        Se l’argomento è trattato, dai POLITICI e dai COMMENTATORI, come propaganda politica, campagna elettorale o macchina del fango è sbagliato e io prendo le dovute distanza.
        Guardi a me non piacciono le finte lacrime, sdegni e inginocchiamenti. Le lascio alla classe politica.
        La SOSTANZA è evidenziare sempre il problema e cercare trovare la MIGLIORE SOLUZIONE.

        • Io capisco lo sdegno, la delusione.
          Ci si aspetta un comportamento integerrimo dalle forze dell’ordine.
          Vogliamo allora parlare di Magistratura?
          Non sono l’avvocato di Porro, ma non credo che abbia voluto in qualche modo giustificare il comportamento di quei carabinieri. Ma la zuppa parla di politica, e quello era cronaca. O vogliamo affermare che tutta l’Arma sia come quei soggetti?
          La stessa Arma che durante il periodo di lockdown si è spesa anche per sostenere i più deboli?
          Quindi quella è una brutta pagina che richiede pene esemplari per i soggetti coinvolti.
          Ma l’Arma è cosa diversa, ricordiamo tutti quelli che sono morti per mano mafiosa facendo il proprio dovere.

      • a Marina

        Come nessuno ha parlato (notizia di ieri) di un marocchino accusato di aver ucciso una donna di 56 anni nel suo domicilio…..
        aspettiamo il verbo, le lacrime e gli inginocchiamenti di chi di dovere !! VERGOGNA !!!!

  4. Il ritorno di Burioni all’inizio niente poteva colpire l’Italia ora IL VIRUS STA TORNANDO!!!vada a lavorare che è meglio

  5. Commento molto efficace del resto tu sei un ottimo commentatore e poi abbiamo il solito punto di vista. Sei spaziale

  6. Io ho fatto tutte le scuole con banchi singoli, spesso raggruppati ma singoli.
    Solitamente allontanati per i compiti in classe (senza rotelle, ma forse lo studente di oggi è lobotomizzato al punto da non concepire il poterli spostare senza rotelle, grazie agli insegnanti democratici).
    Va da sè che banchi più piccoli non aumentano la distanza tra gli studenti, le cui dimensioni si presume siano indipendenti da quelle dei banchi (chiedo eventualmente conferma al “patto trasversale per la scienza”: c’è “evidenza” sufficiente in merito, o è un’affermazione “antiscientifica” finchè non c’è uno studio pubblicato da qualche giornale cialtrone?).

    Qualcuno mi spiega meglio cosa succede, a parte il solito delirio, la solita voglia di terrorizzare e creare problemi, la solita propensione a buttare nel cesso soldi dei contribuenti?

    • A Davide V8 :
      mi permetto risponderle con due domande :
      -i vecchi banchi “sanificati” sono meno sanificati dei nuovi ?
      – quanti altri stati IN EUROPA, o forse nel mondo, stanno sostituendo i vecchi banchi di scuola ? si parla di 3-4 miliardi di spesa….li gestisce chi ? sor arcuri ? fingiamo che questo non spieghi nulla ?

  7. Ragazzi non scherziamo…la BENEMERITA..c’era..c’è..e ci sarà sempre..come nel nostro motto NEI SECOLI FEDELI..quello di Piacenza è un atto non grave ..gravissimo..ma non x questo deve vanificare il lavoro..il sacrificio fino all’atto estremo… degli altri 110 mila uomini e donne(anche degli altri corpi di Polizia) ..non si puo buttare alle ortiche la storia dell’Arma x questi TRADITORI…INFAMI..FECCIA..non solo hanno TRADITO la Bandiera..il Giuramento fatto di servire il Paese..ma tutta la popolazione Italiana…quando saranno giudicati..spero che buttano la chiave.Bravo Porro..come dici ancora x questi fondi ne vedremo delle belle..questi secondo me non sono in grado di gestire tutta sta mole di soldi(se e quando arriveranno).X favore Porro..non inviti piu Pedullà..la Fusani..non so se lo fai di proposito ..non si possono sentire x le stronzate che dicono…ammenochè fanno cosi x aspiare un posto in politica.

  8. Non ho capito l’idea dei banchi con le rotelle. Dove pensano di spostare questi banchi? E con che cadenza, poi? Ogni ora un assetto diverso? Ma fino ad adesso, come hanno fatto i bidelli (pardon, collaboratori scolastici) ad allestire le classi? Erano dotati di muletti? Hanno paura che ad arrivare al 14 settembre non si faccia in tempo a collocare i banchi secondo le “direttive” (…) di Arcuri? C’è bisogno di spendere inutilmente delle vagonate di soldi proprio adesso che non ce ne sono? E scommetto che qualcuno lassù, al governo, ha in ballo un parente/amico a cui affidare la fornitura… E poi, cosa ce ne facciamo dei banchi attuali? Li mandiamo in Africa? Ah no, scusate, entro fine anno l’Africa sarà già
    tutta qui in Italia…

    • Le rotelle che mancano a certa gente che legifera finiranno
      sotto ai banchi, mentre è consolante vedere Arcuri con la
      Azzolina chissà cosa combineranno, spiace per la scuola!

  9. Caro amico forse non si è ben capito o non si vuol capire che la finanza allegra sulla testa del iii è italianiani non è più possibile se non si vuole una dura risposta. Gli Agnelli vorrebbero 4 miliardi di contributo per le loro aziende da depositare in Lussemburgo o in Danimarca dove ha sede la Società finanziaria della FIAT Chrisler (USA). Ma a che titolo sulla pelle dgli italiani?

  10. Che schifo di gente! Questa pandemia COVID-19 avrebbe dovuto far riflettere le persone, sui veri valori, su dove si è sbagliato e sulla nostra totale mancanza di amore, mancanza di spiritualità e totale egoismo. E invece? La gente pensa solamente ai soldi, a come tornare come prima, quando prima il mondo non era affatto perfetto come si credeva: ordigni nucleari (anche sotto i nostri piedi, in Italia, grazie agli americani…) potenzialmente pronti ad esplodere, centrali nucleari (quando con la fusione fredda si sarebbe potuto avere energia a costo zero, pulita e illimitata), signoreggio bancario primario e secondario, centrali nucleari che anche quando (ancora) non esplodono rilasciano radionuclidi nell’ambiente totalmente nocivi per la salute per non parlare degli esperimenti nucleari nell’atmosfera (e in profondità marine) a partire dal secondo dopoguerra che hanno modificato il campo elettromagnetico della Terra e il moto naturale delle correnti d’aria con un aumento innaturale di Uragani e altri disastri naturali che prima (se pur esistendo già) erano eventi molto rari. Scie chimiche che dopo la pandemia (con tanto di blocco di aeroporti e voli, oltre che di porti, navi e altri mezzi di trasporto) hanno ripreso come prima, ma mentre se in Germania e altri paesi più evoluti (nel senso che la gente è più consapevole di certe problematiche) vengono effettuate ordinate dimostrazioni di protesta in varie città, in Italia invece le uniche dimostrazioni sono solo per avere un aumento di stipendio o avere la scusa per non lavorare o non andare a scuola: ancora peggio: in Italia persino il più radicale complottista si guarda bene (dicendo stupidamente di non credere a certe bufale) nel nominare anche solo lontanamente gli illegali esperimenti di geoingegneria clandestina mediante le scie chimiche (operato in tutti i paesi aderenti alla NATO e anche in qualche altra nazione). Il tutto in nome del profitto e del proprio tornaconto personale. Nessuna meraviglia se il Coronavirus, dopo una breve tregua, tornerà a colpire in modo ancora più forte di prima. Siamo diventati così tutti atei (anche se a parole fingiamo di essere cattolici o di qualche altra religione) da non considerare più le conseguenze spirituali e karmiche dei nostri crimini, che pagheremo non appena andremo nell’aldilà o ci reincarneremo in una prossima vita non più come uomini ma come scimmie o altri animali degenerati, serbando il doloroso ricordo di quando un tempo potevamo definirci esseri umani. Ciò che ho detto corrisponde ad assoluta verità, che mi censuriate il commento o meno, arriverà il giorno in cui constaterete tutti sulla vostra pelle queste mie parole.

  11. Tutto procede nello stile ‘italiano’. Non ci sono ancora i fondi, molte sono le clausole da chiarire e magari ci saranno spiacevoli sorprese…..ma già si litiga sulla loro gestione, già si pensa alla task force. Ma i politici sanno fare qualcosa, oltre a scaldare la loro poltrona?
    Scuola: Arcuri e Azzolina sono la coppia perfetta per non concludere nulla! Forse i banchi li dovranno preparare i genitori degli alunni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *