in

Crisi di governo: Mattarella gela il Conte dimezzato

Rassegna stampa del 21 gennaio 2021

Dimensioni testo

00:00 Il Quirinale, cioè Marzio Breda, dice che la salita al Colle di Conte non è andata bene. Mercoledì dice la Cesaretti sarà a rischio il voto sulla riforma della giustizia di Bonafede.

02:30 Il governo Conte-Ciampolillo: in che mani siamo!

03:50 Favolosi Fatto&Foglio: per il primo Renzi si è beccato la sfiducia dei suoi, per il secondo il nuovo governo è colpa di… Salvini.

06:35 Geniale Ignazi, tra un libro e l’altro, ci spiega sul Domani che il governo è più compatto oggi e che è da analfabeti dire che è illegittimo. Grazie per la lezione prof!

08:38 Leggetevi la storia di Causin sul Corriere veneto e poi in effetti dite che la colpa non è sua ma di Forza italia che lo ha raccattato.

09:35 Stop dei vaccini e qui la responsabilità è della mitica Ursula: ma che non si può toccare.

10:30 Parola ai commensali.

12:22 Ah scusatemi: da oggi l’America è ritornata democratica e grande: dicono Repubblica, con pezzo da quinta elementare pre covid di Molinari, e La Stampa.

13:50 Melania Trump è una escort come dice Friedman, mentre la moglie di Biden che sembra un confetto celeste, è nulla rispetto a Kamala, già un gigante.

15:40 Grande Giulio Meotti sul Foglio che recensisce l’Imam di Macron che ce l’ha con gli islamisti.

16:06 Giubilei toglie un po’ di polvere a sti cento anni del partito comunista, che per noi vale il nazismo. Sì avete letto bene.

17:30 Il Sole 24 Ore si ricorda che abbiamo fatto 165 miliardi di maggior deficit dall’inizio della pandemia, e a cosa sono serviti?

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
112 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
thalia
thalia
26 Gennaio 2021 21:17

Beh questo blog mi è parso il riassunto di tutte le puntate precedenti, viene a cecio però poiché parla dei vari argomenti trattati. Io parlo del tale dimissionario cui credo poco l’intenzione di eclissarsi e meno al nostro Presidente la mera volontà di farlo fuori, (porelli i due tra l’incudine e il martello) credo invece a un perdono congiunto, uno per una scusante o per altra ce li ritroveremo fra gli zibidei senza poter dire nio o pio. Siamo un popolo abituato alle immagini, ai disegnini naiff, al mi piace, al vestito di bianco seppure neanche benedicente questo. Insomma il restante che è il bene della Nazione è sempre stato un opcional. Come nel film l’americano, ci bastano forchettatone di spaghetti per abbuffarci… e me l’accompagno da me….

Roberto
Roberto
26 Gennaio 2021 15:14

Staggione si pronuncia con una g
Si allinea alla Meloni con “Fradelli d’Idalia…
no comment

Mario
Mario
22 Gennaio 2021 9:53

Ciampolillo di quà, Ciampolillo di là, Ciampolillo su, Ciampolillo giù, governo Ciampolillo, Cannabis Ciampolillo (solo lui), Xilella e sapone per curarla, Governo con i Ciampolillo(come se loro fossero meglio). Nessuna parolina per la badante Rossi e per la Polverini e Causin, autorizzati dal nanetto ormai di Nizza e sempre più con il raffreddore e certificati medici FASULLI (per non andare a processo) che manda un segnalino forte e deciso (come il caffè Lavazza), ai due geni che parlano, LORO DUE, di mercimonio (MELONI) il partito che riceve più donazioni in Italia E CON LE SPALLE coperte dal meglio della politica e di vergogna (SALVINI) quello che sta con gli italiani tra flat tax, condono, rottamazione delle cartelle, PROPRIO CON GLI ITALIANI MEDI!!! E sti cxxxi. A pagare, pagano solo i cxxxxxxi. Molto più ridicola la situazione del suonatore di citofoni. LE DUE POVERINE detronizzate dal due di bastoni di FI bavetta due Tajani che immediatamente per finta le caccia e sale al colle per fare numero. Mi spiace che un navigator della politica come Porro non dia una spiegazione serie ma di PARTE, ciò non sorprende. Ecco arrivare su ” IL GIORNALE” da cosidetto Augusto da MInzolino, probabilmente in un momento di lucidità politica oppure l’avrà azzeccata, che dice che i numeri non ci sono e spiega anche la motivazione.… Leggi il resto »

Vito Schepisi
22 Gennaio 2021 9:04

Dignità, morale pubblica, democrazia sono valori da recuperare. Lettera aperta al Presidente della Repubblica di Vito Schepisi Esimio Presidente Mattarella, premetto di non essere tra quelli che hanno mai manifestato grande entusiasmo per lei. Se le può essere di conforto, però, sappia che non ne ho mai avuto neanche per coloro che l’hanno preceduta. E ce ne sono stati alcuni che mi hanno talmente impressionato da averli ritenuti del tutto inadeguati al ruolo, senza che sia il caso d’aggiungere altro. Non per tutti dalla nascita della Repubblica, però, ho avuto il piacere, in età matura, di valutare le qualità, e mi sentirei soltanto d’escludere dalle mie perplessità, per la tempra, per l’onestà, per il fervore di uomini liberi e non condizionabili, per il rispetto del ruolo assunto di garanti della democrazia e di tutti gli italiani, soltanto i primi due Enrico De Nicola e Luigi Einaudi. Gli altri, chi più chi meno, a mio giudizio, hanno avuto modo d’imprimere un’impronta meno istituzionale e meno asettica, alcuni persino inclini ad assumere ruoli d’indirizzo ed a mostrare animosa parzialità. Per il Capo dello Stato, in una democrazia parlamentare, le difficoltà possono essere tante, come grande deve essere la responsabilità e l’attenzione. La più delicata è quella di coniugare l’espressione delegata del popolo, in capo per prassi ai gruppi parlamentari che ne sono… Leggi il resto »

German
German
21 Gennaio 2021 21:40

Con la differenza che il nazismo ha ammazzato 6 milioni di persone, mentre il comunismo ne ha ammazzate 100 milioni.
“Avanti o popolo alla riscossa
Bandiera rossa, bandiera rossa
Avanti o popolo alla riscossa
Bandiera rossa trionferà

Fausto Bagnato
Fausto Bagnato
21 Gennaio 2021 19:24

In aiuto delle Sinistre arriva il SOCCORSO BIANCO. La pattuglia degli eX DEMOCRISTIANI

Fil Olivieri
Fil Olivieri
21 Gennaio 2021 19:20

Nick, Fil Olivieri qui – ti seguo ormai da anni. Vivo da molti anni ormai qui negli US; sono un conservatore USA.

Mi fa un enorme piacere vederti incazzato come ti vedo oggi. Io sono furioso, da tempo – lí (in Italia) e qui negli USA.

Ti abbraccio. Fil

Corsaro Nero
Corsaro Nero
21 Gennaio 2021 17:36

Non c’è più speranza Nicola, il nefasto ‘pensiero unico sinistrorso’ oramai ha preso il suo lugubre sopravvento e tutto e tutti sono adeguati al lecchiname sinistro, l’esempio lampante è stata proprio la celebrazione sdolcinata e leccata da tutti i giornaloni, nostri soprattutto compresi e gli insulti a chi non si adegua sono normali…….se le porcherie le fa e le dice la sinistra sono commenti, se le fa e le dice la destra è il fascismo imperante da condannare……..il mondo oramai la pensa così……..