in

Di Maio appoggia i gilet gialli e Macron si vendica…

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 9 gennaio 2019.

00:00 Il governo gialloverde salva Banca Carige con i nostri 5 miliardi di euro Carige: forse era inevitabile, ma i grillozzi hanno quello che fatto quello che Gentiloni aveva fatto con MPS e Banchette venete. Belpietro individua qualche differenza, ma io non ne vedo.

08:30 Gilet gialli, Di Maio appoggia i gilet gialli e giornalista unico italiano si scandalizza. E intanto Macron si vendica…

10:50 Fermi tutti oggi: l’unica notizia più importante riguarda la Germania, la cui produzione industriale scende del 2%. Ecco perché è un disastro anche per noi…

11:50 Il governo e il consenso che non scende.

12:00 Boeri contro il reddito di cittadinanza (e fa il martire).

12:32 Grande Veneziani, che ci racconta le parole del cretino plamnetario.

12:45 Mario Giordano ricostruisce l’assurda storia della fake news di Fubini sul Corsera. Incredibile.

Condividi questo articolo
  • 43
    Shares

7 Commenti

Scrivi un commento
  1. Nicola Buonasera, evito i complimenti scontati x l’audience di Q.R. ieri sera, che ho seguito come sempre con grande piacere ed interesse ! Sulla intervista a Salvini Le avevo già scritto qui ed in FBK e forse anche un poco criticandola DI AVERE MOLLATO L’OSSO troppo presto su alcune domande alle quali il ministro non ha risposta se non con qualche battuta e qualche risata , e Lei ha risposto qui nella zuppa quello che mi aspettavo giustamente ” a casa mia faccio quello che mi pare ma in tv sono ospite dell’editore ” …… Rai docet !!! Sulle Sue considerazioni qui nella zuppa perfettamente d’accordo con Lei su tutti i temi ! Grazie e Saluti

  2. gentilissimo dott,Porro, tempo fa ascoltavo sempre il bravissimo dott, Oscar Ginnino, ma nella sua rubrica del mattino, con la Latella,radio 24 non lo riconosco più, a parte che parlano da mesi solo ed esclusivamente di questo governo, ma ci sono tanti fatti che accadono in italia che si potrebbero commentare,per informare, poi ho notato che danno via libera alle telefonate del pubblico a casa, ma appena qualcuno dice qualcosa che non garba il dott,Giannino lo aggrediscse non lo lascia parlare, ma questa non è democrazia e soprattutto è un atto di maleducazione, tanto vale chiudere le telefonate. vorrei se possibile anche capisco che non può visto il collega, quindi anche soft un suo parere. grazie renzo

  3. Complimenti per la quarta repubblica ieri sera e soprattutto l’ intervista di Salvini con cui si nota sempre cordialità e la simpatia genuina di Matteo è comunque vincente anche perché ti mette a tuo agio . Certamente ancora una volta abbiamo l’evidenza
    di quanto i 5 stelle siano ignoranti e incapaci, quando erano solo opposizione gridavano contro tutto e tutti ora che sono al governo devono fare quanto necessario anche se è proprio ciò che prima contestavano come si vede nel necessario salvataggio della banca Carige e in più si vede anche quanto siano invischiati in faccende poco chiare tipo la posizione di Conte e socio. Il corriere della sera- c’ era una volta un gran giornale, ora si verificano le pagliacciate da te descritte il grande giornale non esiste più

  4. Caro Nicola,mi sa che il tuo pubblico nn abbia colto che l’hai preso a pesci in faccia denotandogli sotto gli occhi che la realtà supera i desiderata dei loro adorati demiurghi di lega e 5s.
    Con le banche nn si scherza giustamente.
    Ma ora basta retorica e finiamola con gli indennizzi ai borghesucci oltre i 100.000 €,i quali votano soltanto chi gli promette loro il mantenimento dello status quo con annesso risarcimento del “rischio d’impresa”!
    Oltremodo,dal momento che dal 2014 esiste il meccanismo unico di risoluzione che mette al centro la BCE con rappresentanti nazionali,la fusione con una probabile banca francese è quasi certo,rendendo sempre più urgente la riforma delle banche cooperative.
    Nn si devono chiudere gli occhi su ciò che ha causato il “sacco” dei risparmiatori tramite il misseling dove la forzatura del profilo Mifid era sotto gli occhi della vigilanza di Bd’I che è scandalosamente ancora guidata da Visco,ma attaccare gli avversari politici descrivendoli come asserviti al potere,quando è chiaro che gli unici difensori dello status quo sono coloro che si descrivono come populisti e sovranisti i quali vogliono deprivare il popolo della propia identità solleticandone l’egoismo unito al retropensiero di una vita assistita slegata dalla responsabilità,dovrebbe vedere la tua anima liberale ferita.
    Cosa che a me nn appare.

  5. Di Maio dimentica che gli ispiratori di Macron sono gli stessi del M5S. È assolutamente inutile che cerchi di guadagnare voti su quel lato.
    Essendo il M5S espressione di parecchie costole della sinistra, il comportamento con le banche è una conseguenza! In ogni caso i risparmiatori vanno tutelati!

  6. IL GIOVANE DI MAIO E’ STATO MESSO IN CONDIZIONE DI NON PROCURARE DANNI ALLA FRANCIA, CONCORDAMENTE CON LA GERMANIA, MA NE HA PROCURATO UNO GRANDISSIMO MINANDO DALLE FONDAZIONI IL TRABALLANTE ‘ACQUISTO DI FINCANTIERI DEI CANTIERI FRANCESI SAN NAZAR DI CUI , CON UNA AZIONE” REGALATA” DAL GOVERNO FRANCESE, NE DETENEVA UNA ESIGUA, DIREI INESISTENTE MAGGIORANZA, NEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. UN PERICOLOSO GIOVANOTTO ALLO SBARAGLIO SULLA RIBALTA INTERNAZIONALE CHE NON E’ QUELLA A LUI NOTA E CONNATURATA DEL SUO CONTERRANEO GIGINO EX MAGISTRATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.