in

Giornalismo italiano: tutti draghiani con l’elmetto

Zuppa di Porro 19 luglio 2022

Dimensioni testo


00:00 Buongiorno ai commensali, vi aspetto domani dalle 14 su Rete4 per lo speciale di Quarta Repubblica.

00:55 Crisi di governo, piccolo esperimento scientifico sul fatto che i nostri giornali siano tutti pazzi di Draghi e non facciano i giornalisti. Dovete sapere che nel favoloso appello dei sindaci misero un paio di giorni fa anche il sindaco di Palermo Lagalla, appena eletto nella destra. Oggi in un boxino di quattro righe dicono che non è vero, non ha mai firmato quell’appello.

04:00 Nel frattempo c’è un’intervista almeno di 50 righe del sindaco di Forza Italia di Vercelli chi invece vuole che Draghi rimanga. Come dire uno fa notizia l’altro no.

05:27 Parola ai commensali.

06:00 Il senso del giornalismo italiano è dato dal cosiddetto giornalista Francesco Bei di Repubblica, portavoce del Pd, che scrive “il paese ha parlato per chi lo vuole sentire”, intendendo che tutto il paese è con Draghi.

06:46 Il sondaggio della Ghisleri sugli italiani che vogliono il voto.

08:17 Il Corriere enfatizza le manifestazioni pro Draghi…

10:30 La narrazione dei nostri giornali è al limite della decenza.

11:10 Hanno silurato Rocco Casalino e ci si prepara ad una nuova scissione del Movimento Cinque Stelle.

12:37 Parola ai commensali. Grazie per tutte le vostre donazioni!

12:54 “C’è una richiesta di serietà altissima che viene dal paese”. Incredibile: tutto il mondo con Draghi!

15:10 I grillini si stanno rendendo conto che rischiano di perdere un anno di cariche e stipendi.

16:20 Nel frattempo l’eroico coraggio di Draghi in Algeria che ci porterà tutto il gas che vogliamo.

18:20 La storia di Paolo Borsellino è incredibile per quell’attentato dietro il quale ci sono depistaggi, prescrizioni, magistrati che non hanno fatto il loro lavoro. La figlia Fiammetta Borsellino è l’unica coraggiosa in un mondo di cialtroni che non si presenta alle celebrazioni del padre. Unico appunto: i giornalisti potrebbero anche spiegare un pochino meglio di che si tratta, sembra materia per addetti ai lavori ma quello che è successo su Borsellino è uno scandalo tutto italiano. Il procuratore antimafia chiede scusa ma anche in quel caso si capisce poco.

20:50 Parola ai commensali.