Zuppa di Porro: rassegna stampa del 13 gennaio 2020

Giuseppi, la parodia di un democristiano

Condividi questo articolo


00:00 Il Corriere della Sera intervista il premier Conte che ci spiega come il voto in Emilia Romagna non sia decisivo come le dimissioni di Di Maio non esistano e come l’Italia sia centrale sulla questione libica. Decidete voi qual è l’affermazione più falsa.

04:48 Giorgia Meloni contro il sistema proporzionale e Di Maio contro il sistema Casaleggio.

06:30 Autostrade verso la revoca… così scrive Il Fatto.

07:40 La tesi del ministro dell’istruzione Azzolina sarebbe copiata e i giornali lo raccontano. Tranne Il Fatto che fece una polemica contro il ministro Madia e se lo dimentica.

08:18 Il governo giallorosso ha paura di cambiare il decreto sicurezza causa voto in Emilia Romagna.

10:02 Il Messaggero dice che manderemo più militari in Libia.

11:45 I Papi sono due e non vanno d’accordo.

12:14 È morto Giampaolo Pansa e anche Roger Scruton.

13:43 Stasera torna Quarta Repubblica, dalle 21:30 su Rete4!

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


27 Commenti

Scrivi un commento
  1. Intanto il cosiddetto Giuseppi ha fatto per ben due volte il Presidente del Consiglio, ed è ancora in carica. Invece chi blatera nelle piazze leghiste ancora gira per l’Italia in cerca di un lavoro.

  2. Ringrazio Porro che mi permette di apprendere i titoli e gli articoli di tanti quotidiani che non appenderei nemmeno al cesso come carta da servizio!

  3. Caro direttore, capisco che dal suo punto di vista le vicende della Azzolina copiona interessino poco, ma il problema è che costei in combutta con i Pd sta mettendo sul lastrico decine di migliaia di docenti precari (che non sono riusciti ad abilitarsi all’insegnamento perchè il Miur non ha indetto corsi abilitanti nel passato. ) Invece di essere assunti direttamente dopo un anno di prova (pur avendo dato ampia prova di saper lavorare) dobbiamo essere sottoposti ad un concorso capestro per il quale non è agevole prepararsi, su cui non viene fatta chiarezza pretendendo in cambio lo scibile. Persone mature , perchè si invecchia da precari, con figli, mutuo da pagare, adesso sono appesi ad una serie di crocette. Io la seguo con molto piacere ma francamente mi dispiace vedere tanta approssimazione su una fetta di italiani consistente…parliamo di più di 55000 precari , famiglia annesse…mi dica lei se non contiamo qualcosa..

  4. Se Conte dice che il voto in Emilia-Romagna non influirà sul governo, do per certo che i sondaggi REALI per la rielezione di Bonaccini sono disastrosi.

  5. ho letto solo IL libro di Giampaolo Pansa: mi ha aperto gli occhi su cose tenute volutamente escluse dai libri di storia. Sono anche daccordo con Porro che il suo era un modo di scrivere veramente ottimo, qualità che oggigiorno manca alla maggior parte degli scrittori e dei giornalisti

  6. Parlando con amici e conoscenti ( di qualunque opinione siano )rilevo che molto pochi si informano e approfondiscono quanto viene comunicato dai politici nelle loro varie esternazioni.

    Questo fa si che qualunque “*****ta” venga detta viene, in generale, bevuta come vangelo.

    Basta un titolo di un giornale visto da lontano ed ecco fatto nasce una opinione incrollabile.

    Questo mi fa pensare che i nostri destini siamo nelle mani di pochi furbacchioni e di tanti “distratti”

    E’ tragico.

    C’ è qualche cura a questa situazione ?

    • Legga piú giornali, ascolti piú trasmissioni politiche, faccia ricerche personali. I media sono tanti e diversificati.

      Ascolti anche 4 Repubblica, anche se alcuni ospiti sono… inqualificabili!

      • Caro Ennio non parlo di me parlo della maggior parte delle persone che conosco.

        La cosa preoccupante è che le opinioni in generale si formino su basi così fragili e stimoli così casuali.

  7. Siete tutti falsi o schiavi dei poteri forti. Non dite mai la verità. Gli INQUALIFICABILI del PD chiedono di abbassare i toni delle discussioni. Come mai nessun giornalista con cattiveria e falsità non dice mai che proprio gli inqualificabili del. P. D. Per 20 anni, tutti i giorni hanno offeso, attaccato e cercato di umiliare Berlusconi anche con l’ aiuto della magistratura. La magistratura, il peggior potere dello stato.

  8. Caro Porro, pensavo fossi piu’obiettivo, e che un giornalista debba riferire senza schierarsi….altrimenti sono solo discorsi faziosi . Peccato….

    • può sempre andare su Repubblica.it o su Il fatto quotidiano … lì troverà gente più obbiettiva … secondo le sue idee.

        • Benissimo Sal sei il benvenuto noi amici di Porro siamo dei democratici ma solo un ma: qui si accettano solo argomenti reali e non revisionismo o negazione di che sono fatti oggettivi anche al mio gatto e soprattutto niente offese personali o insulti razzisti contro chi non la pensa come te. BASTA BUGIE. Grazie

    • il 95 % dei giornalisti sono schierati a sinistrissima sembrerebbe a leggere i vari editoriali, certo non a destra e qualche volta per sbaglio a centro sinistra.

  9. Non mi sono mai piaciuti i giornalisti di regime. Mai un appunto sul cav . Del Lavoro Salvini o sull’ex cav. di Arcore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *