in

Il Conte Dracula ci rifila pure la tassa sui telefonini

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 12 ottobre 2019

00:00 La peggiore manovra finanziaria degli ultimi duemila anni. Hanno discusso di mettere una tassa sulla sim dei telefonini, di tassare i beni di lusso. Standing ovation!

03:22 Quota 100? Adesso si inventano il gioco delle tre carte.

05:05 Il governo giallorosso vuole abolire la Tasi e aumentare l’Imu: un’altra genialata!

06:30 Fico gode per l’accordo in Umbria col Pd ma non vuole farlo in Campania con De Luca.

07:20 I sondaggi sul governo.

07:56 Continua la vergogna dell’Europa nei confronti dei curdi.

09:02 Il Fatto Quotidiano e L’Espresso parlano di Russiagate mentre su Conte che accoglie il ministro della giustizia americano e lo fa incontrare con il capo dei servizi segreti, tutti zitti.

10:49 Tutto sulle nomine in salsa renziana.

12:50 Sulla lezioncina di Lerner non c’ho visto più: ecco la mia video-risposta.

Il manganello di Gad Lerner

 

 

Condividi questo articolo

9 Commenti

Scrivi un commento
  1. Il governo italiano è alla ricerca furiosa di denaro.
    Pronto ad ogni ignominia e ad ogni vessazione.
    E la gente continua a votare e a pagar tasse a questi incapaci buoni a nulla.
    Non sono statisti.
    Qualche importante economista diceva, in passato, che qualsiasi cretino è capace di aumentare o appioppare tasse.

  2. É molto tempo che Travaglio non appare in televisione come ai tempi dell’assalto mediatico a Berlusconi, me lo ricordo bene, brutto con lo sputacchio che accompagnava le sue paole. Mi ricordo molto bene, perché pensai che, o per coscenza del suo disvalore estetico o per una ereditá psicologica emanava un risentimento feroce e sgradevole contro l’avversario di turno.
    Evidemtemente non ha cambiato, é tutto nel suo DNA.

  3. Su Imu e Tasi è bene anche ricordare come si è giunti a questo punto, perchè spesso ci si dimentica.
    2013, governo Letta sostenuto anche dal Pdl, che chiede l’abolizione dell’Imu prima casa.
    Il governo lo accontenta, così che Angelino Alfano possa annunciare la sparizione dell’Imu addirittura “dal vocabolario”.
    Magia magia, compare però in sua sostituzione (in molti casi anche su immobili diversi dalla prima casa) una imposta praticamente uguale, con lo stesso imponibile, e piccole differenze tanto per dire che è diversa, rese ancora più piccole dalla gran parte dei comuni.
    Una delle più grandi prese in giro mai viste.
    Un paio d’anni dopo scompare dalla prima casa.

    Personalmente ho sempre pensato che, nascendo il tutto da una presa in giro rivolta a chi ha proprio voglia di farsi prendere in giro, avere una sola imposta equivalente (cioè a parità di spesa) sarebbe più semplice: metà dei calcoli, niente perdite di tempo con inutili casi particolari, metà righe F24 da compilare.
    In altre parole: si poteva evitare di farla nascere perchè è una inutile complicazione, a beneficio del ridicolo annuncio di Angelino Alfano.
    Per ridurne il peso, introdurre una compartecipazione da parte dei detentori, si può fare anche con l’Imu.

  4. bravo Arminus! mi sembra una proposta ecostostenibile e eco compatibile da adottare al più presto, indipendentemente dalla tassazione…

  5. Per chi volesse approfondire cercare su byoblu.com 28 dicembre 2016 Claudio Borghi , la verità sul Monte dei Paschi di Siena

  6. IL falso quotidiano e l’espresso basta che cerchino nella direzione giusta e troveranno tutti i RUBLI DEL RUSSIAGATE. LA STRADA E’ MONTE DEI PASCHI. Acquisto di Antonveneta per 17 miliardi, tutti pagati con bonifici verso estero. Mussari, esecutore dell’operazione, promosso a presidente ABI. Valore di Antonveneta 3-4 miliardi. Rossi si suicida buttandosi dalla finestra e le telecamere inquadrano prima il suo schianto, poi l’arrivo del suo orologio da polso.Servono altre indicazioni?

  7. 1.6m x una caduta in bagno??? E cosa si sarebbe fatto e’ dato saperlo? A me sembra una stecca senza bisogno di ulteriori prove, magari mi perdo qualche tecnicismo che potrebbe fornire una spiegazione minimamente convincente

  8. Quando tasseranno anche la carta igienica io tornerò all’uso del giornale cartaceo come si faceva una volta nel cesso in cortile. Sarà mia cura scegliere il ritaglio con le loro fotografie. Dopo l’uso non si vedrà alcuna differenza così come non si vede quando piove sul bagnato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.