in

Il decreto dignità? Crea disoccupati

Rassegna stampa del 19 dicembre 2018

Dimensioni testo

Il decreto dignità? Crea disoccupati (19 dic 2018)

00:00 Manovra I, sull’intesa con l’Europa i giornali si dividono tra quelli che sfottono il governo perché ha fatto marcia indietro e quelli per i quali il governo ha portato a casa il suo risultato.

02:40 Manovra II, perché il decreto dignità ha fallito e la “presa in giro” dei rendering del ponte Morandi.

05:15 Manovra III, l’assurda eco-tasse sulle auto.

06:25 Lo scandalo pazzesco della Banca centrale europea che paga una società americana in conflitto di interessi per valutare le banche europee. Roba da pazzi, ascoltate qua.

09:15 Appalti, la norma sacrosanta del governo che non piace a Repubblica.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Davide
Davide
3 Gennaio 2019 13:46

Magari l’agenzia di rating appartiene al finanziere dell’anno.

Orlo
Orlo
19 Dicembre 2018 20:30

Ciao Nicola.
Ultimamente si sei “dimenticato” di due notizie molto importanti.
1) Ma del Salvini “indagato tra gli indigati” propio nulla?
Dai! Su che ce la puoi fare!

2) Lo “spazzacorrotti”?!
Nulla nemmeno su esso?
Guarda che in questo frangente della lotta alla corruzione(e di riflesso anche sul contrasto alla malavita organizzata),il 5s,si sta mostrando con il suo abito migliore.
Complimenti a Bonafede che ha fatto un’ottimo lavoro anche sulla riforma del processo civile!
Intanto il Salvini si fa i selfie mentre magna come un porco.
Il suo stato ottimale,tra l’altro.

Ricky Passamonte
Ricky Passamonte
19 Dicembre 2018 18:46

Ottimi commenti, sempre chiaramente espressi che condivido pienamente.
certamemente il così detto decreto dignità e ‘ decisamente indegno e ne stiamo vedendo le conseguenze altro che più posti di lavoro. Stessa cosa con l’eco tassa, questi i provvedimenti insensati di persone affette da ideologie fasulle aggravate dall’ignoranza .

thalia
thalia
19 Dicembre 2018 16:58

Beh magari come titolo è un pò roboante l’avrei chiamato in altro modo, però dare qualcosa a chi non sta in condizioni direi è cosa d’ordine amministrativo, o dovrebbe esserlo secondo le regole di un governo funzionante calcolando non tutta l’umanità è fortunata e, questo aggettivo è purtroppo il marchio a fuoco della vita terrena.

giorgio
giorgio
19 Dicembre 2018 16:38

Mi soffermo sul cd “decreto dignità” per far notare al sig. Fumagalli che ha scritto prima di me, che se c’è qualcuno che può con ragione fare previsioni sui movimenti contrattuali è proprio l’AD di Adecco che vive e prospera (per ora..dopo un po’ meno) sul lavoro somministrato che il suddetto decreto ha fortemente penalizzato. Per discutere e contestare quanto ha detto Adecco, occorre avere la possibilità di toccare con mano i disastri che dimaio ha combinato con l’aiuto di chi gli ha suggerito e scritto il testo ma, purtroppo, molti parlano senza quell’esperienza che deriva dal lavoro sul campo, in trincea, a contatto con lavoratori e agenzie interinali. Io sono uno di quelli che è stato messo – obtorto collo – nelle consizioni di decidere nel breve volgere di qualche mese (già da luglio e non da adesso gli effetti dimaio hanno cominciato a produrre danni) cosa fare di alcune persone e la scelta era di quelle estreme: te le tieni a tempo indeterminato oppure le lasci a casa. Non c’erano scappatoie perchè lo stesso dimaio ha cambiato in corsa alcuni passaggi del decreto per cui la scelta era obbligata ed è rimasta obbligata. Non mi prolungo oltre perchè ci vorrebbero tre pagine in A4 per finire il ragionamento; la conclusione a cui è giunta Adecco è verosimile, purtroppo.… Leggi il resto »

wisteria
wisteria
19 Dicembre 2018 16:31

Bello l’elogio del lavoro che si sente in giro, sulla bocca dei privilegiati che il lavoro ce l’hanno, e gratificante assai …. ma avete presente il profondo Sud? Alle classi più basse sono aperte tre possibilità: disoccupazione, malavita e stato, che spesso si intrecciano e si confondono. Stando così le cose, lasciamoli a casa, dove faranno meno danno che ficcati a forza in luoghi di lavoro improduttivo. In una oarola: flat tax al nord e reddito al sud. Chi vuole lavorare lavori, e gli altri fuori dagli uffici e dalle imprese.

giampietro39
giampietro39
19 Dicembre 2018 16:23

bravi hanno spiazzato tutti e questo è niente. i giornalai vorrebbero sapere già tutto ma, annaspano nel buio come le oppo…….sizioni. falliti ed incompetenti. quanti miliardi di debito ci hanno lasciato i predecessori governanti dal 1946 ad oggi?????? quanti negli ultimi anni per la fiducia rubata all’europa.? bene. la merkel è finita la francia anche l’est è all’est e quelli del nord i ga el bacaeà nea testa. l’inghilterra ha capito l’antifona e farà i cazzi suoi come sempre e noi resteremo gli unici a credere in una europa unita ma, diversa. bravi conte amalgamatore di menti diverse. e gli altri calano e andranno agli inferi .i sindacati diventeranno sindacati civili apolitici e di rappresentanze professionali. cosa c’entra???? è tutto nel futuro. divago e mi piace

Edoardo Fumagalli
Edoardo Fumagalli
19 Dicembre 2018 15:34

Coperta grande o piccola, la manovra come dice Nicola è solo un rapporto di forza per contrattare. Ma dico io, credete che poi l’Italia cambierà qualcosa? La EU sa che non sarà così. Ma voleva solo che fosse formalizzata una certa loro prevalenza negli accordi. Sono dei nulla, eppure rompono all’Italia a non alla francia. La Eu vuole l’Italia alla catena, alla fame per poter invaderla da tutti e prenderci tutto. Mi fa senso sentire che dei “giornalisti” scrivano ca…te solo per scrivere qualcosa e fare bella figura. Ma la figura di M che loro fanno è incredibile, ma vengono letti. Siamo pure fessi a leggere l’intervista del megapresidente, detta alla Fantozzi, della Adecco. Tra qualche mese, decreto o no, si assumerà lo stesso. Perchè, direte voi?. Ora bisogna bisogna fare polemica. l’Italia è nata , fondata sullo spread e sulle polemiche, molto semplice, e questo governo cerca in tutti i modi di fare quello per cui è stato votato. Questa Italia da anni è l’ombra di se stessa, nonostante le sua capacità, i suoi asset e la sua storia. Ma chi è che ha creato tutto questo? il governo presente? Che si leggesse bene la storia recente. Do anche un piccolo consiglio. Leggete anche la storia antica, fatevi i confronti e smettetela di sentire pagliacciate alla TV. Mi spiace… Leggi il resto »