in

Il manettaro Bonafede ci prende pure in giro

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 25 gennaio 2020

00:00 Emilia Romagna, a leggere i giornali si capisce perfettamente che i sondaggi che loro conoscono non danno ancora un vincitore chiaro.

02:50 Il consiglio di Travaglio, chiede il voto disgiunto e cioè voto alla lista grillina e poi a Bonaccini.

04:20 Luca Ricolfi sostiene che se fossimo andati a votare dopo la caduta del governo gialloverde sarebbe stato meglio.

05:02 Il Cavaliere secondo Lo Papa di Repubblica sognerebbe un governo di centrodestra anche senza passare dalle elezioni.

06:32 Beppe Grillo ringrazia Di Maio e la Taverna si candida a diventare capo politico del M5s.

07:05 Bruno Vespa spiega sul Corriere della Sera cosa è successo con lo spot a Salvini.

08:14 Assolto l’oste che aveva sparato e ucciso un rapinatore.

08:37 Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, dice che gli innocenti non finiscono mai in carcere. Che coraggio!

11:02 Repubblica dedica la sua copertina a un orribile scritta antisemita su una porta di una ex partigiana di Mondovì.

13:05 Rinviato a giudizio il proprietario della Eternit che in un’intervista ad un giornale svizzero dice che odia gli italiani e che l’Italia è un paese fallito.

14:49 Intanto le Sardine piagnucolano…

15:40 Nuovi retroscena sulla vicenda hackeraggio Bezos

16:33 L’ad della Rai Salini vedrà il ministro Gualtieri per le nomine dei direttori dei Tg.

17:29 Urbano Cairo e la guerra con Blackstone.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

8 Commenti

Scrivi un commento
  1. RE: Sal

    Buongiorno Sal, da un po di giorni mangi cipolla, non fai che litigare con tutti.

    Almeno con me non sparare a vanvera.

    Ho parlato della base della società, non ho parlato dei lavoratori e dei titolari d’azienda, dei piccoli artigiani a salire. Sei talmente acido che non riesco più a comprenderti, butti solo frasi fatte senza sostanza. Aspetta stasera, ti potrai sfogare con tanto livore.

  2. Il più grande errore della sinistra è quello di aver creato degli squilibri di trattamento alla base della società, tra i poveri.

    Nel diritto alla casa sono favoriti gli extracomunitari a partire dai Rom e Sinti ecc. non pagano le tasse e nessuno va a riscuotere, vedi il commercio cinese. La legge non interviene e quando si dimostrano delinquenti li lascia subito liberi di tornare a delinquere.

    I clandestini noi li paghiamo e entrano abusivamente nei nostri immobili, i nostri migranti mangiavano pane e carbone altro che lacrime e sangue.

    Tutto questo accade in ogni aspetto sociale e il cittadino italiano lo ha capito benissimo ed è qui che nasce l’odio tra i poveri, la disparità di trattamento tra gli italiani, gli extracomunitari e i clandestini.

    Il PD, la sinistra italiana fomenta l’odio e la disparità sociale.

    Le leggi, le norme devono essere eguali per tutti.

  3. Bonafede è solo un passaparola di Davigo, la vera personalità inquietante dietro all’ idea manettara della giustizia. In un paese normale, un magistrato che ritiene che non esistano innocenti, ma solo colpevoli non ancora scoperti, non avrebbe potuto e dovuto fare carriera . Gli avrebbero per lo meno consigliato una visita psicologica. Ma no, in Italia diventa presidente dell’ associazione nazionale magistrati ed anche il protavoce dei 5 stelle in materia giudiziaria, un guru. Viene pure fatta passare la norma da lui voluta della eliminazione della prescrizione. In attesa che la santa inquisizione giudiziaria possa scoprire tutti i colpevoli. Pentitevi gente, arriverà il momento anche per tutti voi!!!

  4. In galera i disonesti. Si, ma solo se sono clandestini e stranieri, per gli italiani chiudiamo un occhio dai!

    Il patriottismo è il patriottismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *