Zuppa di Porro: rassegna stampa del 9 ottobre 2020

La Campania è la nuova Lombardia, ma nessuno ci fa propaganda

Condividi questo articolo


00:00 I giornali parlano di aumento di contagi, di possibili nuove chiusure, di zone rosse, di lockdown a Latina.

02:00 Beppe Sala ha perso il tocco magico, sta ancora a pensare alla movida.

03:04 Toc toc, ma sapete dove c’è il casino più grosso di tutti: da quel fenomeno di Vincenzo De Luca, quello del lanciafiamme, quello che voleva chiudere i confini ai lombardi.

06:20 Lo scerifetto è andato a piagnucolare a Roma, ma solo Filippo Facci su Libero se ne accorge con grande evidenza.

07:00 I tribunali europei contro le limitazioni delle libertà, ne parla Paola Peduzzi sul Foglio, articolo migliore del titolo.

08:58 Il Daily Mail continua a metterci in guardia dalle altre malattie…

09:48 Il Recovery fund che dovrebbe salvare l’Italia è stato rallentato…

10:48 Il convegno del Sole 24 Ore e il titolo “imprese e istituzioni devono lavorare insieme”.

12:20 Travaglio spiega che il decreto emergenza è stato utile, sapete per cosa? per far comprare i banchi velocemente ad Arcuri. Giuro l’ha scritto: lo metto al livello della nipote di Mubarak.

16:40 A Roma si potrebbe candidare Massimo Giletti dice il Messaggero, abbastanza scontata la candidatura di Carlo Calenda.

17:12 Kamala Harris, altro che Joe Biden, da leggere sul Riformista.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


2 Commenti

Scrivi un commento
  1. Sì ma adesso come faccio a continuare a dire giornalai, in senso dispregiativo? 🙂
    Ovviamente non era un insulto per i veri giornalai.

  2. Gli unici NEGAZIONISTI sono conte&co che NEGANO i diritti sanciti dalla NOSTRA COSTITUZIONE ITALIANA…e la NOSTRA LIBERTÀ!!!

    Poi non capisco, se a manifestare sono quelli di sx con la festa dell’unità, o quelli di fridays for future (dove, tra l’altro, oltre che di clima gli studenti nella mia città hanno parlato anche di diritto all’istruzione bocciando la Dad, di volere scuole più sicure, dei ritardi nelle consegne dei banchi di arcuri, etc etc) va tutto ok, l’organizzazione è perfetta, i controlli fanno invidia a quelli del pentagono e tra i partecipanti non c’è alcun probabile “untore”, mentre, se il 10 manifestano a Roma persone (tra le quali ci sono sia quelle di sx che quelle di dx…a cui non piace questa dittatura da parte del governo giallorosso) e l’organizzazione segue tutte le normative dettate dal protocollo in merito a distanze e facendo tutto in maniera pacifica, scatta subito la macchina del fango da parte di tv e giornali e bollano tutto con la nomea di complottisti, negazionisti, untori, spargitori di covid etc etc…
    Vabbhè, vado a dormire che è meglio, vista l’ora tarda…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *