in

La Commissione contro l’Odio a un liberale fa schifo

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 31 ottobre 2019

00:00 Fusione Fiat-Peugeot è il titolo più azzeccato è quello di Milano Finanza: “Francesi alla guida, Agnelli alla cassa”.

03:17 Oggi anche il Corriere della Sera si accorge che il suo titolo di ieri era ridicolo e che nella manovra c’è un botto di tasse.

05:00 L’intesa con i libici per Avvenire è “un patto col diavolo” mentre per l’ex ministro Minniti è obbligatorio.

06:00 Travaglio continua a difendere l’indifendibile sindaco Raggi.

06:48 La mozione Segre è molto delicata: la commissione straordinaria non ha alcun senso! La Carfagna con Forza Italia c’entra poco…

11:00 L’inviato di guerra Fausto Biloslavo continua a essere censurato all’università di Trento. Ma nessuno se ne accorge…

Se la destra vince è sempre “fascista”

La profezia sull’accordo Fca-Peugeot

L’ipocrisia dei buonisti sulla Ocean Viking

Condividi questo articolo

4 Commenti

Scrivi un commento
  1. Concordo con Nicola Porro e con tutti quelli che avrebbero preferito il voto contrario alla commissione straordinaria e non l’astensione. Le leggi sono già chiare e non servono interpretazioni di parte, nè serve precisare la massima condanna di tutti gli abominii razziali.
    Serve invece, sopratutto per questi signori di Leu, del Pd e compagni 5s, dichiarare il sostegno chiaro e netto di Israele. Concretamente e non a chiacchiere.

    Forza Italia e tutto il centro destra avrebbe dovuto votare contro proprio per le posizioni discriminanti di questo governo rosso-giallo, basti pensare alle balle sui migranti clandestini e sugli accordi inesistenti con Francia e Germania che ci rimandano migliaia di migranti in Italia. Le ambiguità nei confronti di Israele e finanche le persecuzioni che lo stesso Berlusconi ha subito dalla magistratura ideologizzata di sinistra da quando è sceso in politica. E chi non è daccordo in Forza Italia può andarsene quando vuole (e vedremo quanti voti prenderà).

  2. Buonasera Porro, capisco che quando si attacca il neoliberismo=nazismo lei si irrita e non ha risposte ma personalmente non solo non sono antisemita o antisionista non condividevo la lobby ebraica finanziaria americana e l’uso strumentale della Shoah per perpetrare porcherie a danno di altri popoli. Tutta la mia solidarietà alla sen. Liliana Segre prima come persona e poi per la sofferenza di questa donna perbene

  3. Credere di poter limitare espressioni di odio con la censura, seppure minima, è irragionevole e non può portare che ha conseguenze pesanti. Il limite sottile tra censurare gli intolleranti e divenire intolleranti è troppo facile da valicare, non tanto nei temi come il razzismo e xenofobia, dove non ci sono giustificazioni, ma nei commenti di vario genere che possono, come tutti i pensieri complessi ed articolati (scritti senza il linguaggio impoverito di quella neo-lingua Orwelliana) essere letti su più livelli e perciò possono venire presto fraintesi se portati a farlo. Il linguaggio non deve essere controllato, deve essere lasciato libero di esprimere i veri pensieri delle persone, solo in questo modo si conosceranno le menti e si potranno combattere i sentimenti d’odio in maniera costruttiva.

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *