Zuppa di Porro: rassegna stampa del 2 gennaio 2020

La lezione di Monti sul 2020 proprio no!

Condividi questo articolo


00:00 Il discorso di Mattarella riesce a dividere Salvini e Meloni, per il resto è sempre la solita roba.

02:15 Il Corriere della Sera non poteva che aprire l’anno con l’editoriale di Mario Monti che vorrebbe dirci come affrontare il 2020… proprio lui che con le sue ricette economiche ci ha rovinati.

04:35 Ancora caos su Autostrade e l’Anas secondo il Sole 24 Ore chiede lo scudo penale.

05:50 Gianluigi Paragone espulso dai Cinque Stelle e Salvini alla Stampa dice che Conte è lo “zero assoluto”.

06:40 Tutti buoni e cari e accoglienti ma quando si strattona il Papa col cavolo che porgi l’altra guancia.

08:32 Massimo Boldi parla del nuovo film di Checco Zalone e l’Amabile sulla Stampa ci spiega che ai fan storici non piace molto.

09:25 La grande infornata: 60.000 assunzioni nella pubblica amministrazione. Mentre total tax al 64% per le piccole medie imprese italiane, insomma le solite cose.

10:30 Favoloso Danilo Taino sul Corriere della Sera smentisce tutte le balle dette sulla Brexit.

11:07 I numeri sulla prescrizione che spiegano come sia una follia l’ergastolo processuale come dice oggi Verini del Pd in un’intervista al Corriere della Sera.

13:14 Ghosn e la sua fuga rocambolesca dal Giappone.

13:37 Tutto da leggere il pezzo di Cesare Zapperi In difesa della valletta Rula Jebreal sulla quale i giornali cattivi di centrodestra hanno fatto polemica e che avrebbe portato a Sanremo la moglie di Obama o in alternativa Oprah Winfrey.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


4 Commenti

Scrivi un commento
  1. Sulla pubblica amministrazione il discorso di Nicola Porro è semplicemente ideologico, va scartato perché non è vero, come lascia intendere lui, che la pubblica amministrazione sia un mero spreco di denaro che paga il privato; inoltre non si fa nessun confronto con il numero delle persone che sono uscite dal mondo del lavoro nella pubblica amministrazione. Spero che si parli molto della Brexit, anche se non si è concretizzata realmente; spero che dia modo alle persone per riflettere. Mi piace “ergastolo processuale” e temo anche io che la sospensione della prescrizione diventi la pietra tombale del giusto processo, ma niente divagazioni sull’obbligatorietà dell’azione penale, che deve rimanere ad ogni costo.

  2. Porro, auguri di buon anno. Pessimo invece l’inizio anno, come del resto la fine del precedente, per chi avesse l’intenzione di commentare sul sito. La modalità di registrazione dei commenti funziona molto peggio del reddito di cittadinanza.

    • Ho notato che, con un browser “vergine”, che non abbia registrato i cookies relativi ai propri interventi, si vede tutto.

  3. Il Papa può aver reagito considerando che di squilibrati in piazza s. Pietro ce ne sono, basta essere stati tra la gente alle udienze o ai vari eventi ai quali io e la mia famiglia abbiamo partecipato in questi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *