Lega, l’incredibile storia del sequestro. Cosa è successo

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 9 settembre 2018

00:00 Magistrati, Matteo Salvini frena (per ora). Travaglio ricorda gli insulti ai giudici del Pd.

03:25 Lega, l’incredibile storia del sequestro. Il tesoriere della Lega Francesco Belsito, sul Fatto Quotidiano, ricostruisce la vicenda (assurda) del sequestro alla Lega.

06:20 Flat tax, Bitonci e Tria: mettevi d’accordo almeno tra di voi

08:05 “Il Pd è morto, la sinistra no”, scrive Alessandro Sallusti. Intanto il fine mandato di Mario Draghi ci costerebbe 22 miliardi.

09:10 Ilva, la base grillina contro l’accordo.

10:00 Giovanni Toti contro le lungaggini “romane” sul ponte.

10:28 Edoardo Albinati non si vergogna di sperare nella morte di un bimbo sull’Aquarius e Borgonovo lo pizzica.

Condividi questo articolo

10 Commenti

Scrivi un commento
  1. Le notizie degli ultimi tre giorni confermano quanto dichiarato pubblicamente da Bossi e Belsito: i bilanci della lega, certificati da primaria società di revisione, all’atto del passaggio a Maroni indicavano oltre 49 milioni di euro di attività finanziarie ( senza contare gli immobilizzi in diamanti ed in altri investimenti in Tanzania, forse anche partecipazioni in Credieuronord ed in complessi immobiliari e graziosi villini sul mare in Slovenia e/o in Croazia ).
    Urgono spiegazioni da Maroni e, soprattutto, Salvini. Vedrete che prima o poi arriveranno

  2. Abbiamo un Presidente della Repubblica che deve fare da garante, per il governo!!!
    essendo anche il Capo della Magistratura, non interviene ha favore di Salvini, questo è
    inspiegabile!!!

    • Renzi ha fatto strage ha rubato viaggiava sempre in aereo privato a spese degli Italiani .e suo padre? Scandali delle banche? Perché non chiedono a Renzi di restituire il maltolto?continua ad infierire con la sua faccia di bronzo contro Matteo Salvini è rosicchiato dalla gelosia che lui ha distrutto il suo partito e l’Italia è Salvini è voluto bene dal popolo ed è scomodo per il PD ..se fosse Renzi il presidente l’avrebbe difeso mmmmah

  3. Invece di arrestare i clandestini immigrati illegalmente in Italia si vuole processare il Ministro dell’Interno che non vuole fare entrare gente senza passaporto ne permesso di soggiorno come prescrive la legge attuale.
    Ai posti di frontiera abbiamo due canali: Passaporti UE e altri. si deve aggiungere un altro canale: Entrata libera a persone senza passaporto. Condizioni: devono essere di pelle nera e non devono avere nessuna identificazione. Questa e’ la assurda posizione dell’Italia dei magistrati, del presidente della Republica e della chiesa cattolica.
    Ci sono 1 miliardo e 200 milioni di persone che vivono in Africa. Non ho sentito nessuno finora definire il numero che deve, ripeto deve, essere accettato in Italia. 100.000, 1 milione. 2 milioni, 3 milioni,? Credo che si dovrebbe stabilire un numero per facilitare l’assistenza medica, di alloggio, di lavoro e di educazione e preparare l’Italia all’ingresso di questi nuovi residenti. Non ho capito perche’ uno stato estero come il Vaticano si immischia nelle problematiche italiane. Se vuole aiutare la immigrazione nel Vaticano che pubblichi la sua politica e la comunichi alle autorita’ italiane. Che si stabilisca un trattato fra i due paesi e ci si comporti in conseguenza.

    La politica del Paese e’ ora guidata da magistrati non eletti. Dobbiamo fare un cambio costituzionale al piu’ presto affiche’ possano governare. Il presidente della Repubblica che interferisce nella politica del Governo eletto dalla maggioranza degli italiani, deve anche lui proporre una modifica costituzionale per poter esercitare un potere esecutivo che oggi non ha.
    Si faccia un referendum sui cambi della Costituzione vigente e se la maggioranza degli italiani li approvano cambiamo il sistema. Che pero’ si finisca di interferire con le istituzioni repubblicane approvate dalla Costituente e attualmente vigenti.

  4. Quçi é mezzogiorno e le da una idea dell’importanza che do alla sua zuppa. Nel suo discorso ci sono due items che meritano commento. Il minore é la riferenza agli intellettuali che in Italia sono sempre stati circoli di mediocritá autostimati, tant in letteratura dove non abbiamo avuto nessun autore di livello dopo Giuseppe Tomasi e nessun poeta di spicco dopo Lucio Piccolo, tutti i famosi della elite sono un circolo di autoammiratori. Il secondo problema che lei affronta, con troppa disinvoltura, é la prossima sostituzione di Draghi alla testa della BCE che, se ci va uno preferito dalla Germania , tutti i paesi della UE con bilancio sul filo del rasoio piangeranno amaramente, Visto che anche la Francia starebbe tra questi dove e la nostra plitica estera pertrovare un candidato comune e maggiorutario? Non c’é tempo da perdere specialmente in cianfrusaglie di bassa lega elettorale.

  5. Magma in movimento verrebbe da dire, mentre la Svezia sta facendo la prova del nove. Intanto Mattarella ripete, come un disco rotto, che «”Bisogna rendere attuali i “valori costitutivi”». Un augurio, nient’altro che un augurio, nell’agenda dei buoni propositi. Mentre la realtà racconta tutta un’altra storia un po’ dovunque e in modo particolare in Italia dove un extracomunitario lasciato libero per l’ennesima volta dopo l’arresto, esclama: “Sono libero, Dio è stato buono con me perché sono musulmano e posso fare quello che voglio”. Il poveretto confonde il gip che l’ha liberato con Allah. Ma quel gip però, in modo cosciente o meno poco importa, ha innescato una mina vagante. Una delle decine di migliaia che girano per le vie dei paesi e delle città d’Italia. Non solo. In quella sua dichiarazione c’è il più potente degli esplosivi conosciuti. L’odio razziale. Che divide gli appartenenti al popolo di Allah, gli eletti, dai miscredenti. Buoni solo per essere scannati. Eppure le toghe, il Csm, l’Anm e la prima carica dello Stato, nonostante tutto, obnubilati, non si sa per quale sortilegio, da quella loro comune, agonizzante, ideologia, se ne disinteressano alla grande. Anzi, per loro, i razzisti sono gli italiani. E così, con il solito impareggiabile gioco delle tre carte, trasformano le vittime in razzisti e i razzisti in vittime. Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra? Quamdiu etiam furor iste tuus nos eludet?, si ripete in coro nel vecchio continente. L’appuntamento viene così rimandato (in ogni parte d’Europa) alle prossime politiche, insomma. Per buttare alle ortiche la corazza islamica che questa Chiesa e questi dem hanno voluto imporre agli europei.

  6. Si continua a fare sacrifici umani sull’altare di una magistratura despota leonina, così tenuta in piedi di governo in governo a seconda degli interessi di parte, lasciandole campo libero in tutto, senza pudore.
    Sulla Lega si muove in maniera dissennata il Tribunale di Genova: sappiamo tutti di che natura è e come, snaturatamente, abbia contribuito all’assoluzione del solito Carlo De Benedetti e famiglia nonostante le accuse provate di tante morti di operai dei suoi stabilimenti causa amianto. Puo’ così tanto un “taglietto sul pisello” perché ebreo, come lo giustificò Prodi a suo tempo dopo avergli svenduto una importantissima azienda italiana?
    E poi centinaia di milioni di euro a babbo morto con il Monte dei Paschi di Siena, e la truffa del Banco Ambrosiano, e l’indebitamento per centinaia di milioni di euro con l’Agenzia delle Entrate per evasione fiscale chissà perché andati in fumo. E poi chi più ne ha più ne metta, tanto è famigerato il personaggio, ora scappato e naturalizzato in Svizzera: dove ospita normalmente in vacanza la diva filo-tedesca dell’informazione, responsabile per l’Italia del Club Bilderberg, Lilli Gruber amica della sua compagna e l’unica in Italia ad ospitarlo in TV – ad “8e1/2”, permettendogli di scaricare tutto il suo veleno sul ‘fascista’ Salvini, sul “cazzone” Renzi che non eseguito in tutto le sue indicazioni, sicuramente anche in suo favore preferendo invece il “su babbo”, e su tutti quelli che lo hanno costretto ALLA FUGA! con al seguito il fido mozzo Gad Lerner.
    Questo è il nostro disgustato Paese, che ha tutto di cui lamentarsi e che finalmente a piena ragione comincia ad aprire gli occhi scoprendo le turlupinature di settant’anni.
    E allora muoia Sansone con tutti i filistei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *