in

Lockdown, siamo tornati ai tempi di Conte

Zuppa di Porro 15 novembre 2021

Dimensioni testo

00.00 SIGLA!

00.15 Buongiorno ai commensali

00.40 Il grandissimo equivoco: la politica, che ha distrutto il Natale, ora cerca un modo per salvarlo. Forse nuove regole per il green pass, mah…

01.50 Ho messo in fila le dichiarazioni di alcuni membri del Cts. Beh: un grande caos

03.24 Non ci sono storie: siamo tornati come ai tempi di Conte. Ovvero: chiusure per nascondere il flop del green pass

03.50 Quirinale, parla Di Maio (che presenta il suo inutile libro) e dice: basta totonomi. Ma non era lo stesso che voleva l’impeachment per Mattarella? E oggi si candida pure la Bindi…

05.30 Berlusconi punta al Colle e spinge per far restare Draghi anche oltre il 2023. Ma gli alleati non ci stanno

05.47 Il Domani e La Verità cercano di bruciare Giuliano Amato

06.30 Il centrodestra accetta la proposta di Letta di spartirsi, in silenzio, i miliardi a disposizione nella manovra

07.00 Renzi assediato dalle vicende giudiziarie, ha ragione Il Foglio

07.25 Vi segnalo la proposta di Bragantini sul Domani: facciamo lo spezzatino di Monte dei Paschi di Siena

08.10 Il Messaggero parla di una sentenza della Corte Costituzionale sulle cartelle esattoriali: non avranno più l’aggio

08.45 Il direttore dll’Agenzia delle Entrare, Ruffini, ha svelato cosa succederà alle case: la riforma del catasto serve per tassarle

09.15 Arrivano i certificati digitali. Bello, ma non c’è alcuna “rivoluzione”

10.05 Svolta green dei mercati? Balle: la verità è che c’è stato un flop a Glasgow e molte delle questioni green sono solo marketing

11.25 Intervista a Marcello Foa che dice una cosa evidente: tutti i media sono pro governo. E la cosa non fa bene al premier

11.50 Bellissimo pezzo di Feltri che rimbrotta Travaglio

12.30 Grazie a tutti i commensali che stanno dando le loro donazioni al nostro sito. Presto arriverà anche l’albo dei donatori