in

L’Oms va in tilt pure sui tamponi

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 21 giugno 2020

Dimensioni testo

00:00 Oggi l’Oms dice che non è necessario il tampone negativo, per dichiarare che la malattia è finita bastano tre giorni senza sintomi.

04:00 Palamara espulso dall’Anm conta poco, dovrebbe essere espulso dalla magistratura.

07:35 Mentre David Ermini ci racconta che il Csm si è rinnovato. Vabbè!

09:15 Paolo Mieli scollegato dalla realtà, da leggere invece Fabrizio Roncone sui 5Stelle diventati casta.

11:20 Il ministro del Tesoro di Donald Trump scrive una lettera contro la web Tax a Italia, Francia, Uk e Spagna.

12:40 Ancora 135 mila persone senza Cassa integrazione.

13:03 Un grande Antonio Ricci contro il politicamente corretto.

13:40 Salvini dice a Repubblica che il prossimo presidente della Repubblica lo sceglierà con i grillini.

14:35 Ivan Scalfarotto si candida in Puglia contro Emiliano.

15:00 Il nipote di Mattarella racconta a Repubblica delle 654 mila domande di prestiti giunte alla sua banca.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto
Roberto
22 Giugno 2020 2:52

Il gioco mafioso ma reale è confondere Anm con Csm e magistratura. Da cui finora non cacciato. A casa da quasi un anno a metà stipendio, vale a dire 10.000 € circa senza far nulla…aspettando che qualcuno telefoni… che tristezza! A. Ricci contro il mainstream ? Questo essere ripugnante che ha sputato x anni nel piatto in cui mangiava ? Che fa pubblicità su striscia della sua villa museo e giardino comprata con i soldi di Berlusconi! Ha tirato da 30 anni la volata a grillo e pci e trans-formismi vari…

Elisabetta
Elisabetta
21 Giugno 2020 16:23

Dr J.P.J. Elkann e Manley

https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2020/02/06/mercato_europa_auto_elettriche_in_continua_crescita_ma_restano_un_fenomeno_di_nicchia.html

L’articolo più equilibrato che descrive l’andamento del mercato auto nel primo trimeste 2020… io ho selezionato questo.

vediamo quando sarà il secondo trimestre che dirà?

umberto
umberto
21 Giugno 2020 16:16

non c’è solo Palamara da cacciare ed nostro presidente finora a dormito

Elisabetta
Elisabetta
21 Giugno 2020 15:47

Me stavo a guardà le small cup e le medium cup la capitalizzazione e la differenza con i capitali sociali più o meno interamente versati…

Vede anche le small cup come le medium possono portare a garanzia bilanci e quotazini per avere finanziaenti da banche private, abbiamo risolto anche il prblema di non dover chiedere garanzie al Governo per queste…insieme alle medio grandi e grandi aziende…le multinazionali dò per scontao che abbiano portafoglioni per autosostenersi no?
.
Sto a ride Porro… lei immagina perchè vero?

Sti capitalisti sranno così orgogliosi delle loro capacità imprenditoriali che snobberanno gli spicci del collettivismo di Stato! ( arirido!!!)

Le sue aziende Porro vannno con bilanci e quotazioni più capitale sociale o ciurlano nel manico della collettività per ottenere garanzie di Stato?

Sto passando da stro nza per diletto a iena?
Faccio del mio meglio per entrarle nel sentiment…anche se di tipo non positivo ma sempre di sentiment di tratta. ( sto facendo un grosso smile a 80 dentite )

Lucilla
Lucilla
21 Giugno 2020 15:38

Di tutte le storture e di tutte le cose ingiuste ormai ci accorgiamo, proviamo rabbia ed insofferenza per tutte le regole a cui dobbiamo sottostare pur ritenendole ridicole o inadeguate. Ma l’amara verità è che dobbiamo sottostare, per paura di multe e per riuscire a vivere un po normale. E ho l’impressione di vivere nel terzo mondo. Ho avuto un lutto all’improvviso e mi sono trovata nella necessità di prendere un aereo, un treno o un bus qualsiasi per arrivare in sicilia per il funerale. Non mi è stato possibile, neanche a pagarlo a qualsiasi prezzo. L’ unica cosa che sono riuscita a trovare per 2 giorni dopo, il treno con scalo a Villa san Giovanni. Che cosa ho potuto farci? Niente, solo rabbia. E questo è normale, è giusto soccombere a questa logica?

Elisabetta
Elisabetta
21 Giugno 2020 15:33

Mi stavo dimenticando l’amico special Elon Musk pare abbia esercitato una sorta di magheggio tra insider trading ed agiotaggio….

Niente di nuovo il metodo Agnelli-Marchionne , Tutti bravi a acopiare le tecniche piartesce dei Pirati dei Caraibi.
Approposito a quando i Caraibi Papers? Dopo i Panama dovrebbe essere l’altro paradiso di punta.

Aspettiamo che i servizi di intelloigence o controintelligence fottano i paperoni dei Caraibi?

Io attendo… come il resto per sapere di che morte aggia da morì

Tullio Pascoli
Tullio Pascoli
21 Giugno 2020 15:29

In questi giorni sta per uscire un saggio coordinato dal libertario Leonardo Facco con contributi di:
Antonio Ardimento, Aleksander Autina, Giuliana Barbano, Gabriele Barello, Matteo Casadei, Alessandro D’Uffizi, Leonardo Facco, Alessandro Fusillo, Michele Gandolfi, Stefano Magni, Aurelio Mustacciuoli, Paolo Musumeci, Elisabetta Scarpelli, Flavio Tibaldi e Prefazione di Giacomo Zucco.
380 pagine 20€ – TRAMEDORO EDIZIONI
Per ascoltare la presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=8jznqHgJHsU&feature=emb_title

Un libro che dovrà aprire gli occhi a molti degli Italiani che hanno in maniera del tutto rassegnata, ciecamente seguito il terrorismo mediatico sul Coronavirus che ha indotto quasi tutto il Paese al panico la cui psicosi ha probabilmente fatto più danni della pandemia stessa; danni che emergeranno solo dopo che l’emergenza sarà conclusa.

Elisabetta
Elisabetta
21 Giugno 2020 15:19

Porro mi pare che di auto elettriche i dal 2015 ad oggi se ne siano vendute 2 milioni e dal 97 ad oggi di ibride 12 milioni Mi pare che il parco clienti mondiale di acquirenti automobili sia di 1 miliardo ( come a dire che 6,5 miliardi di abitanti del pianeta è nella soglia della povertà di cui forse più della metà sotto…) Ora su 1 miliardo 14 milioni di auto tra ibride ed elttriche mi rappresenta scarsamente poco più dell1%…. di questo passo gli ci vorrà un secolo se non di più per raggiungere almeno il 10% considerando la crisi 2020 ho l’impressione che i piani industriali per l’ibrido ed elettrico siano in stallo e a fine 2020 ci sarà la ripresa o molte aziende saranno decimate comprese concessionarie auto? Io non faccio i coni come gli espertoni del marketing vado a spanne…. Ah nel caso di deliranti overunit funzionanti… sarà il caso che i produttori di automotive non si facciano illusioni? Nelle crisi economico finanziarie si riduce la domanda di consumo di energia, quella di acquisti per autoveicoli, rimarrà la richiesta di consumo per le aziende che sopravviveranno. La domanda è:” Quali aziende rimarranno e sopravviveranno? Mi sipiro alla crisi del 29′ con qualche variazione?” Pronto ad andare la cu lo anche lei con le aziende di… Leggi il resto »