in

L’ultima di Diba e Di Maio che fa infuriare Salvini

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 2 gennaio 2019

00:00 Mattarella e il discorso di fine anno, evitate come la peste di leggere i resoconti dei quirinalisti. Prima regola per capire veramente che cosa ha detto il presidente della Repubblica nella sua consueta orazione retorica di fine d’anno.

04:20 Altro tema di giornata i quattro grillozzi dissidenti espulsi.

06:00 Ecco l’ultima di Diba e Di Maio. Una proposta che ci risolverà i nostri problemi. Intanto, Sallusti fa in conti in tasca ai due per vedere quanto si sono portati a casa grazie alla politica.

08:42 Giuliano Ferrara, qualche lampo in uno scritto incomprensibile.

09:35 Il Messaggero ci dice quello che già sapevamo: grazie a quota 100 in pensione andranno gli statali. 10:23 2019, inizia l’anno infernale della fattura elettronica. Semplificazione? Una ca**ata! Ecco perché…

12:25 In Brasile si apre l’era Bolsonaro e i giornaloni lo raccontano come un fascista pazzo. Non è proprio così…

13:58 2019 sarà l’anno dei sovranisti. la pensa così Marcello Veneziani, che da oggi inizia su La Verità.

  • 96
    Shares

17 Commenti

Scrivi un commento
  1. Pienamente d’accordo con il Sig.Tullio PASCOLI e naturalmente con Porro, su questo argomento e sul resto ! Saluti ed Auguri a tutti x il 2019 e speriamo in Dio, visto che anche gli atei non avendo più speranze umane, si sono convertiti !!!

  2. Signor Porro e giornalisti d’assalto, impegnati a seguire le notizie dalle piste da sci, non vi siete neanche accorti che ai pensionati oggi non è arrivata la pensione. Le poste, dove stamattina ho appreso la notizia da due vecchietti che si erano recati a riscuotere , hanno detto che non è arrivato niente e vediamo domani. In serata mi è stato riferito che anche le banche non hanno accreditato le pensioni ai pensionati correntisti. Intanto voi continuate a correre dietro alle lugubrazioni di Mattarella e Bergoglio

  3. Buon 2019 Nicola e grazie per la zuppa quotidiana che ci dai, e ‘ sempre molto ben centrata su argomenti rilevanti. Quei poveracci dei 5 stelle fanno sempre peggio semplicemente perché sono degli incapaci e anche ignoranti , se non fosse per l’sperienza e capacità della Lega sarebbero affondati molto tempo fa. V Trump e Bolsonaro , i perdenti se ne facciano una ragione, le sinistre nel mondo sono sempre più allo sbando perché obsolete
    Aspetto il ritorno dei tuoi programmi televisivi che seguo con interesse pur essendo fuori dell’Italia

  4. Prima di tutto, caro Porro, le Auguro un Buon 2019.
    Ussignur, il Mattarella che non ha scompigliato la prassi soporifera del discorso quirinalizio; poi, sentirlo parlare di bontà ed accoglienza, verso il mondo islamico principalmente e questo schifo di Europa, ha fatto tremare i polsi con seguito di “vaf…….”. Questo uomo che difende gli assassini dei nostri figli e gli affamatori della nostra popolazione dovremmo metterlo al muro invece d’incensarlo, già che è la Vergogna di un Paese Serio. Personalmente ho il dente avvelenato verso chi “odia il suo popolo” e se ne frega del suo- vivere e sentire-, verso chi fa il gioco delle tre carte per imbonire i creduloni ed avvantaggiare gli amici sinistri che siano, rossi o gialli.
    Peccato che gli espulsi grillozzi siano solo 4, espellerli tutti sarebbe il vero clou dei nostri sogni.
    I Diba e Dima? Di Balordaggine e Di Marmittone? Ci salvi almeno oggi dal commentarli che ci sentiamo gli animi in fiamme causa i tanti sinistri sinistrati.
    La fattura elettronica! Raccomandiamo di “pungolare elettronicamente, o con Laser o per Taser” i mentecatti che ci vogliono ridurre al lumicino.
    Bolsonaro? Non lo conosco e devo ammettere che non mi fanno paura le idiozie dei soliti sinistri sinistrati, si aspettano le sue ricette che, sicuramente non saranno peggio di quelle ammannite da chi ha perso e, mi appoggio al commento del Sig. Tullio Pascoli, qui sopra.
    Tra le mie preferenze di giornalisti e di testate editoriali devo ammettere siete pochi e, tra voi, c’è anche Marcello Veneziani che aspetterò sempre con gioia anche su LaVerità.

  5. Per quanto riguarda Di Maio e Di Battista (sul quale preferisco non esprimermi), hanno risolto il problema della LORO pensione!

  6. Per motivi di igiene mentale così come mi astengo dal guardare i reality in tv mi astengo già da alcuni decenni dall’ascoltare il discorso di fine anno dei PdR, verificato che pur cambiando l’ordine dei PdR il risultato era stato sempre identico: retorica e noia assoluta. Capirai poi con la verve di quello in carica ! I discorsi e gli oratori sono intercambiabili e non per niente anche Porro nella zuppa di oggi incorre in un lapsus chiamando il PdR attuale Napolitano. Men che meno leggo i commenti dei quirinalisti, variante laica (?) dei vaticanisti. Ma quando ho sentito nei tg che oltre 10 milioni avevano ascoltato Mattarella mi sono preoccupato: ecco ! – Ho detto – gli alieni sono arrivati e già controllano le menti di 10 milioni di individui avendoli ridotti o al masochismo o alla demenza !
    Per fortuna Porro ha chiarito che l’audience era a reti unificate e quindi, ho pensato, la quota di masochisti o dementi rientra nel range fisiologico di ogni società umana. Detto ciò auguro a tutti Buon Anno !

  7. A leggere il resoconto di Cotroneo sul Corriere si resta di sale: uno come lui che dalle pagine dell’Espresso incensava come pochi il PCI non si da pace che Lula sia in gattabuia a scontare i ladrocinii che ha perpetrato e le malefatte a carico dei brasiliani. E magari maledice Battisti, che Rocco non menziona mai, che si sta divertendo alle sue spalle,unofuori bere Champagne offerto dalla ex-premiere dame e l’altro a pane e acqua.

  8. Li vedo Di Maio e Di Battista rabbrividire dalla paura che gli fa Salvini, la quale è direttamente proporzionale alla paura che fanno Borghi e Bagnai ai burocrati Europei.

  9. I 5 stelle sono i nuovi giacobini. Il popolino invidioso e pervaso da odio sociale che vuole il sangue e i soldi di quelli più istruiti più capaci più esperti. I 5 stelle fanno perno sulla parte peggiore del paese sui sentimenti più deteriori e sulle pulsioni più animalesche dell’uomo . Dureranno poco perché non hanno la capacità di guidare in paese e di governare l’economia . Infamia su Salvini che governa con questa gentaglia .

  10. Bravissimo Nicola!

    Bolsonaro finalmente è presidente e quasi tutto il Brasile ha trascorso davanti alla TV il pomeriggio per assistere allo storico passaggio della “fascia” presidenziale da Temer a Bolsonaro. 120.000 quelli che lo applaudivano attorno ai palazzi del potere a Brasilia, moltissimi con le magliette gialle ed altrettante le bandiere del Brasile: non una sola bandiera rossa…

    È stato uno spettacolo senza incidenti senza i soliti militanti a pagamento che – una volta – affollavano i comizi di Lula e Dilma. Dopo l’evento, la gente ha cominciato a raccogliere i rifiuti lasciati dalla folla e questo caratterizza bene la differenza della gente che allora agitava le bandiere rosse.

    Bolsonaro ha firmato con una biro “Bic” mentre i bolscevichi usavano le Montblanc…

    La bella ed elegantissima moglie ha prodotto l’apoteosi dopo che Michelle Bolsonaro, con il segno dei sordomuti, ha preceduto il pronunciamento dello stesso presidente, alla conclusione, due baci sulla bocca del marito hanno mandato in estasi la folla euforica!

    Bolsonaro, poi, dopo aver ringraziato Dio ed i medici per essere vivo, ha nuovamente promesso di correggere la rotta della politica di questi ultimi decenni, rimettendo le cose in ordine, confermando tutte le promesse fatte in campagna elettorale, in parte in pigiama, mentre si recuperava dall’attentato che per due millimetri non gli aveva tolto la vita.

    I sinistrati giornalisti europei filo-mancini possono scrivere ciò che vogliono, l’importante che sia stato sconfitto il socialismo tropicale e che questa grande Nazione possa tornare di nuovo a giocare il proprio ruolo che merita, restituendo opportunità al grande capitale umano che tanto ha sofferto la demagogica politica condotta dai politicanti più corrotti di tutto il mondo e di tutti i tempi…

    Buon Anno Nuovo.

    Cordialmente, Tullio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *