Commenti all'articolo Mentre chiudono gli italiani, loro litigano per le poltrone

Torna all'articolo
Avatar
guest
134 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gabriele P.
Gabriele P.
18 Dicembre 2020 10:32

Gran parte degli mprenditori che non sono morti di covid moriranno, purtroppo, di suicidio ma non vogliono che si dica.

Pino
Pino
18 Dicembre 2020 8:33

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/12/17/il-salvavita-italiano-che-noi-non-usiamo/6039624/

Patti
Patti
18 Dicembre 2020 0:51

Allora, vediamo se ho capito “bene” perchè ho ancora qualche piccolisssssimo “dubbio”…vista l’ora tarda… Se a beccarsi il covid è un cittadino qualunque che, magari, ha osservato diligentemente al 100% tutte le regole anti contagio strampalate e non, ripetute da 10 mesi a questa parte, questi può: non trovare un posto in terapia intensiva (e nel caso dovesse avere la fortuna di trovarlo becca magari l’infermierina alla quale hanno messo sul parabrezza della propria auto il volantino negazionista …). Male che vada, trascorre la 40ena in casa/monolocale da solo o con la famiglia di 5 persone più cane/gatto. Inoltre, viene subito additato da tutti gli appartenenti al tribunale dell’inquisizione covidiana come colpevole e meritevole di stare male perchè avrà beccato il covid ballando in discoteca ad agosto in Sardegna o in questi giorni di shopping sfrenato per le vie affollate di città scellerate in zona gialla, dopo settimane trascorse in lockdow soft senza vedere anima viva. Viene quindi messo alla gogna per essersi ammalato e, di conseguenza, secondo quanto pronosticato dagli uccelli del malaugurio dei tanti virologi/zanzarologi/veterinari tuttologi e star dei talk televisivi, costui: 1)perderà come minimo un polmone (sempre se resterà vivo); 2) avrà anche a distanza di mesi – forse anche di anni – pesanti conseguenze sul proprio stato di salute (debolezza perenne, cervello in tilt, assenza di… Leggi il resto »

Alessandro
Alessandro
17 Dicembre 2020 20:56

Perché guariremo. Dai giorni più duri a una nuova idea di salute.

Serve altro?