in

Moralismo a targhe alterne

Dimensioni testo

Zuppa di Porro: rassegna stampa del 6 febbraio 2019.

00:00 Savona alla Consob. Ha ragione Ceccarelli: da impresentabile a esodato. La storia di Mario Nava, predecessore di Savona per incompatibilità. Insomma, moralismo a targhe alterne.

04:40 Buffagni risponde alle minacce di Salvini. Il no alla Tav si scrive in francese.

06:10 Intanto i colossi dell’energia fanno causa al governo per il no Triv.

07:35 Di Maio e Diba vanno dai gilet gialli.

08:27 Maduro, le acrobazie intellettuali di Travaglio per giustificare i Cinquestelle. Guzzanti parla pericolo dell’equidistanza.

10:20 Consiglio superiore Sanità, la Grillo attaccata per le troppe donne.Critica assurda, figlia delle quote e del politicamente corretto.

12:00 Lo stadio della Roma si farà. Ma mancano i collegamenti.

12:50 Repubblica attacca il reddito di cittadinanza. Detto da loro…

13:15 Repubblica, Calabresi saluta…

13:35 Facci scrive sul successo del libro di Fabrizio Corona.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Valter
Valter
7 Febbraio 2019 0:04

Lucio Dalla si chiedeva come facessero i marinai …. io mi chiedo come fa Salvini coi 5s …..

Valter
Valter
6 Febbraio 2019 22:45

No, proprio non ha idee. È solo un acerbo ruminante di banalità politicamente corrette.

Claudio
Claudio
6 Febbraio 2019 21:02

Ma della demolizione del ponte Morandi non se parla più !

Giacomo Cambiaso
Giacomo Cambiaso
6 Febbraio 2019 16:29

Ma le quote rosa sono un’invenzione Grillina? Siamo sicuri? Sulla questione Maduro trovo perfetta l’ubicazione del nostro paese. Francamente spero che venga spazzato via dal suo popolo, ma ritengo non sia una questione che ci riguarda, anzi, visto che lo scontro vede contrapposti USA e Russia prediligerei una sana neutralita’. Il governo ci permette di avere un’anima moralmente schierata con gli USA, ma una posizione neutra a causa dell’altra componente della maggioranza contraria all’ingerenza internazionale. 2 giorni fa un sondaggio di Youtrend ha visto il 48% favorevole alla neutralita’, 23% a favore di Guaido e 9% per Maduro. Da leghista vedo solo aspetti positivi, se mai sono i 5 stelle che si fanno autogoal, i competenti che fanno la lezioncina, Porro, stanno al 23%, piu’ o meno come FI e PD messi insieme eheh, coincidenza numerica? L’Europa che conta sta con Guaido? Che strano, sull’Ansa dicevano che 1) non c’era nessun documento UE a 27, solo individualmente c’erano prese di posizione 2) solo 8 paesi su 27 avevano riconosciuto Gaudio, anzi, mi risulta che neanche questi 8 abbiano preso posizione cosi’ netta. Hai ragione, il fake quotidiano non si smentisce, ma anche tu oggi le spari mica piccole! Oggi pessima zuppa, manifesto antigovernativo pretestuoso al massimo. Certo che per chi odia i 5S sara’ stata una goduria sentirla, ma per… Leggi il resto »

Edoardo Fumagalli
Edoardo Fumagalli
6 Febbraio 2019 15:44

Nicola, doveva evitare di fare questo commento. Savona è una persona giusta in quel ruolo. In passato abbiamo visto di peggio. I Moralismi, passano di moda.
La TAV, la si farà. Il resto sono chicchere. Evitiamo ulteriori commenti
Ma forse non sapete che “succhia” il petrolio, sono sempre gli italiani. controllate bene. E comunque in Croazia hanno fatto un referendo contro le trivelle
E basta con le quote. Vedete cosa è successo in USA, con le quote dei neri. ancora oggi si dice che è stato une errore incredibile.
Infine passiamo alla storia.
Poi l’Italia storicamente è un miscuglio di traditori. Vedere la calata di Carlo VIII in Italia nel 1494. Mentre per quello che sto vedendo in europa si sta avvicinando alla fine della sua civiltà. Salvini mi ricorda Giulio Valerio Maggiorano (ultimo imperatore e generale romano) tra il 457 e il 461. E spero che non faccia la sua stessa fine. Andate e verificate bene.

Nuccio Viglietti
6 Febbraio 2019 14:28

Corona?…ognuno legge i libri che si merita. Sanremo?…ognuno sente la musica che si merita.
https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Giacomo
Giacomo
6 Febbraio 2019 13:31

Conto Maduro, perché è contro Maduro e non a favore di Guaidó o il Venezuela, c’è l’Europa che non conta, quella che segue il vento solo nella speranza di trovarsi tra i “buoni” ed i “giusti”, quella che talvolta “esporta” le democrazie, ma più spesso borbotta riguardo alla democrazia. Finché staremo dietro alle bandierine, liberalismo, statalismo, fascismo, comunismo, democrazia, rispetto o non rispetto delle regole saranno concetti vuoti o, peggio, plastici. Che ci lamentiamo a fare? Con quale faccia posso dire che è giusto che sia la “comunità internazionale” a decidere il presidente di uno stato ed allo stesso tempo indignarmi se contestano la Grillo perché ci sono poche donne nella sanità o dove è? Seguo il giusto o ciò che mi conviene? È ragione oppure ideologia?