Commenti all'articolo Movida, ora s’inventano pure gli assistenti civici

Torna all'articolo
Avatar
guest
124 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marcella Vitulli
Marcella Vitulli
3 Giugno 2020 19:37

Caro Nicola, la verità è che dovrebbe esserci una piazza capace di mandare tutti a casa. Purtroppo però l ‘Italia ha una retroterra culturale ostativo alla vera rivoluzione. Vuoi vedere che i rivoluzionari siamo tutti noi che seguiamo la tua zuppa??
Voglio credere che prima o poi questo popolo si sveglierà dal
torpore e comincerà a rivendicare diritti e ragioni.
Mi piacerebbe auspicare che le prossime elezioni siano quelle del vero cambiamento
Per il momento ci spero ancora
Un saluto e forza zuppa!!

Daniele
Daniele
28 Maggio 2020 22:34

Pinochet a confronto erq un poppante

stefano
stefano
27 Maggio 2020 20:31

Con la storia dello smart workin entro mesi 6 si avranno i valori immobiliari a zero in quanto molti immobili andranno ovviamente lasciati in primis tutti quelli in affitto ,uffici,posti auto privati e autorimesse.
Più tutto il resto compresi bar e ristoranti adiacenti. Bella situazione a breve.

Luca Beltrame
Luca Beltrame
27 Maggio 2020 0:56

Novità interessanti: su Cell un gruppo americano ha caratterizzato per bene perché la malattia si sviluppa dopo l’infezione. Diciamo, per farla breve (è un lavoro veramente “pieno” di cose, testato prima in vitro, poi negli animali, poi con osservazioni sui pazienti):

– Il virus inibisce alcune difese immunitarie innate (come la SARS, in questo): questo spiega perché l’associazione di farmaci che le “sbloccano” assieme antivirali sono più efficaci (studio cinese di due settimane fa)
– Viene scatenata una risposta infiammatoria eccessiva che è dannosa per i pazienti (e che è responsabile, tra le altre cose, della formazione di trombi): molecole come il tocilizumab testato a Napoli bloccano questa cascata e quindi migliorano il recupero.

Non c’è niente di “veramente nuovo”, ma adesso è stato verificato a livello molecolare (prima erano solo le intuizioni dei medici). Quindi la combinazione di antivirali + immunostimolanti nella prima fase dell’infezione, e, all’inverso, di blocco dell’infiammazione in malattie avanzate potrebbero essere la chiave per far guarire più velocemente le persone.

Si ipotizza quindi che il virus sia più letale negli anziani a causa di una minore efficienza del sistema immunitario nella prima fase, che in persone più giovani riesce a combattere l’infezione.