Zuppa di Porro: rassegna stampa del 25 maggio 2020

Movida, ora s’inventano pure gli assistenti civici

Condividi questo articolo


00:00 Adesso si inventano pure gli assistenti civici che secondo la follia di questo governo dovrebbero controllare gli assembramenti. E ancora tutti contro la Lombardia

03:45 Per fortuna c’è un articolo intelligente su Wild che racconta il delirio della battaglia all’aperitivo.

07:00 La movida nasce dal grande momento di libertà degli spagnoli contro la fine del franchismo.

08:00 Ci fanno fare la sanificazione ma nessuno ci dice quanto rimane sulle superfici il virus.

09:10 Terremoto nella magistratura, dopo Berlusconi la storia si ripete…

10:25 Toc toc Bonafede: adesso vuole la riforma del Csm!

11:15 Caos su Autostrade e Benetton

12:15 La Verità si cucina il governatore De Luca.

14:45 Questa sera alle 21:30 nuova puntata di Quarta Repubblica, vi aspetto su Rete4.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


16 Commenti

Scrivi un commento
  1. Caro Nicola, la verità è che dovrebbe esserci una piazza capace di mandare tutti a casa. Purtroppo però l ‘Italia ha una retroterra culturale ostativo alla vera rivoluzione. Vuoi vedere che i rivoluzionari siamo tutti noi che seguiamo la tua zuppa??
    Voglio credere che prima o poi questo popolo si sveglierà dal
    torpore e comincerà a rivendicare diritti e ragioni.
    Mi piacerebbe auspicare che le prossime elezioni siano quelle del vero cambiamento
    Per il momento ci spero ancora
    Un saluto e forza zuppa!!

  2. Con la storia dello smart workin entro mesi 6 si avranno i valori immobiliari a zero in quanto molti immobili andranno ovviamente lasciati in primis tutti quelli in affitto ,uffici,posti auto privati e autorimesse.
    Più tutto il resto compresi bar e ristoranti adiacenti. Bella situazione a breve.

  3. Novità interessanti: su Cell un gruppo americano ha caratterizzato per bene perché la malattia si sviluppa dopo l’infezione. Diciamo, per farla breve (è un lavoro veramente “pieno” di cose, testato prima in vitro, poi negli animali, poi con osservazioni sui pazienti):

    – Il virus inibisce alcune difese immunitarie innate (come la SARS, in questo): questo spiega perché l’associazione di farmaci che le “sbloccano” assieme antivirali sono più efficaci (studio cinese di due settimane fa)
    – Viene scatenata una risposta infiammatoria eccessiva che è dannosa per i pazienti (e che è responsabile, tra le altre cose, della formazione di trombi): molecole come il tocilizumab testato a Napoli bloccano questa cascata e quindi migliorano il recupero.

    Non c’è niente di “veramente nuovo”, ma adesso è stato verificato a livello molecolare (prima erano solo le intuizioni dei medici). Quindi la combinazione di antivirali + immunostimolanti nella prima fase dell’infezione, e, all’inverso, di blocco dell’infiammazione in malattie avanzate potrebbero essere la chiave per far guarire più velocemente le persone.

    Si ipotizza quindi che il virus sia più letale negli anziani a causa di una minore efficienza del sistema immunitario nella prima fase, che in persone più giovani riesce a combattere l’infezione.

  4. Possiamo cambiare il nome movida con qualcosa di italiano …così forse farebbe meno paura. La nostra merenda fuori porta…frittelle e nostralino!!! Che bello…a primavera in collina …

  5. In realtà ci sono dei momenti in cui lo sconforto prevale sulla rabbia. Questo paese è sprofondato in un baratro dal quale non so se potrà risollevarsi.
    Una pletora di figuranti incapaci e inadeguati. Sono molto preoccupata per il futuro delle prossime generazioni.
    Meno male che qualcuno come te parla con cognizione di causa. Ma siamo pochi purtroppo.
    Nel quotidiano ci si può confrontare con pochissime persone con le quali condividere pensieri comuni.
    Grazie Nicola la tua grinta mi fa pensare che forse non è tutto perduto. Speriamo di cavarcela.
    Io non smetterò mai di gridare quello che penso anche a costo di sembrare antipatica ma mi rifiuto di farmi anestetizzare da questi matti.
    Un saluto

  6. Se c’era un’espressione che avevo sperato di sentire in questo video era “assistenti della minchia”. Occasione sprecata, Porro.

  7. Buongiorno Porro sono Renzo Busanello di Roma e vivo in Spagna a Benidorm ho scritto su FB il 2 maggio che il 2 Giugno il Covid 19 termina la sua forte MORTALITA.Sarà .Tiseguo tutti i giorni e anche in TV TOC TOC sono daccordo sulla tua linea di Trattare questi argomenti.Forsa e Coraggio Avanti Sempre con ragione e Forza. Un Forte Abraccio

  8. Caro Nicola,

    ti seguo con attenzione da settimane, anzi ormai mesi, da quando è iniziato il lockdown. Quello che mi piacerebbe è che tu non ti facessi dettare l’agenda setting da chi sta governando in questa maniera vergognosa, ma volgessi lo sguardo dove non vogliono che si guardi (lo dico soprattutto per Quarta Repubblica). Quindi, basta parlare di ‘movida’. Viene attaccata perché prendono i casi limite che in sé e per sé sono quasi indifendibili. Non parliamone.
    Attacca quello che non viene fatto dal Governo anziché difendere queste cose qui.

    IN PRIMIS PARLA DELLA SCUOLA, problema che attraversa trasversalmente tutta l’Italia e tutte le fasce economiche.
    Cito un riassunto della Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia del 1989: “Quando occorre prendere decisioni che possono avere ripercussioni sull’infanzia, il benessere dei bambini è PRIORITARIO.Ciò vale in seno alla famiglia tanto quanto a livello statale.”

    Non lo dice Babbo Natale, come diresti tu, lo dice l’ONU.
    E non c’è stato un solo provvedimento che ha difeso i bambini. Sono stati sbattuti in casa a fare alcuni didattica a distanza, altri a fare qualche esercizio con l’aiuto dei genitori, altri niente. Li abbiamo privati di amici, di socialità, di possibilità di apprendimento. Abbiamo aumentato le differenze sociali.
    Parlatene!
    Fate inchieste.
    E basta concentrarsi sulla movida, che viene stuzzicata volontariamente per mascherare le grandi pecche di questi provvedimenti.

    Rispettosamente

    Diletta Nicastro
    scrittrice e giornalista

  9. Caro Porro, sono perfettamente d’accordo con la sua battaglia contro questa idiozia degli assistenti civici, contro questo ministro idiota ed il governo Conte bis, ma quando parli di quelli che stanno morendo per i provvedimenti del governo a favore dell’economia, non citare più gli idraulici, perchè io non ne ho conosciuto uno, che fa una fattura e paga le tasse correttamente come tutti noi. Grazie per tutte le battaglie che fai, ma non citare più gli idraulici.

  10. Claudia Fusani da vomito (laurea in Letteratura Italiana, sic!, e per vent’anni a Repubblica, e nove a L’Unità). Questa volta ha fatto bene Porro a invitarla. Bisogna mettere a nudo un certo marciume. Io, se avessi Tiscali, cambierei subito fornitore telefonico.

    • Laurea in letteratura italiana, ma di Latino: nisba!
      Una “giornalista” che dice: “Ubi maior MINUS cessat” (lo disse riferendosi a Belpietro), è da lapidare.

      • Pinochet, dittatore del Venezuela, con la sua flotta attaccò l’URSS, grazie a un audace sbarco sulle rive russe del Mar Mediterraneo.
        Poi dichiarò: “Io speriamo che me la cavo (col congiuntivo)”.
        Però fu fermato da un’epidemia di coronavAirus.
        (Copyright: ministro degli Esteri della Repubblica Italiana.)
        … … …
        Con questi qui, se tutto va bene siamo rovinati.

    • Veramente da vomito.
      Ieri non potevo credere che stesse giustificando la parzialità dei giudici!!!!
      Ma come fanno ad andare in tv e a non vergognarsi di dire certe cose?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *