Commenti all'articolo “Negazionisti” del virus? Siamo alla psicopolizia

Torna all'articolo
Avatar
guest
86 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Daniela
Daniela
30 Luglio 2020 13:33

Governati da una massa di buffoni, ridicoli incapaci. Lasciati dove sono, perché di sinistra…..

Cosimo
Cosimo
30 Luglio 2020 5:03

Condivido ed osservo. Come per medici, scienziati, personaggi dello spettacolo e cultura vittime di ostracismo calcolato e derisione mediatica per il loro atteggiamento critico e prudenziale verso l’OBBLIGO vaccinale (non verso i vaccini come oggetto di possibilità di prevenzione). I più feroci inquisitori restano Burioni, Ricciardi, Lopalco, Pregliasco, e politici come la Lorenzin e la Grillo. Esattamente il tipo di trattamento riservato a chi ha avuto l’esperienza di un figlio vaccinato e gravemente danneggiato, ed ora chiede di capire e conoscere. Cautela ed esami personalizzati. Verifica della sicurezza e della necessità. Non contro l’idea del vaccino, ripeto, ma in ordine a un obbligo di massa e indiscriminato. Quelli che tanti -sbagliando- pregiudizialmente chiamano Negazionisti della utilità dei vaccini (No-vax), si riferiscono da ignoranti, a genitori che nella stragrande maggioranza dei casi, hanno avuto fiducia, sottoposto volentieri i figli alle vaccinazioni obbligatorie e non, e poi son stati lasciati soli, in un inferno a vita. E quanti sono i danneggiati? una strage di innocenti sconosciuti: perché l’iter per il riconoscimento è una sfida ai limiti dell’impossibile e ognuno si piange i suoi. Tuttavia una delle ultime risposte “ufficiali” risale al Ministro Lorenzin 2015 [ http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindispr⋚=17&id=937854 ] Per stare stretti stretti, ad una parte della interrogazione, alla data del 31 marzo 2015, i beneficiari dell’indennizzo aggiuntivo, in quanto riconosciuti danneggiati da vaccinazioni… Leggi il resto »

Cosimo
Cosimo
30 Luglio 2020 4:58

Come per medici, scienziati, personaggi dello spettacolo e cultura vittime di ostracismo calcolato e derisione mediatica per il loro atteggiamento critico e prudenziale verso l’OBBLIGO vaccinale (non verso i vaccini come oggetto di possibilità di prevenzione). I più feroci inquisitori restano Burioni, Ricciardi, Lopalco, Pregliasco, e politici come la Lorenzin e la Grillo. Esattamente il tipo di trattamento riservato a chi ha avuto l’esperienza di un figlio vaccinato e gravemente danneggiato, ed ora chiede di capire e conoscere. Cautela ed esami personalizzati. Verifica della sicurezza e della necessità. Non contro l’idea del vaccino, ripeto, ma in ordine a un obbligo di massa e indiscriminato. Quelli che tanti -sbagliando- pregiudizialmente chiamano Negazionisti della utilità dei vaccini (No-vax), si riferiscono da ignoranti, a genitori che nella stragrande maggioranza dei casi, hanno avuto fiducia, sottoposto volentieri i figli alle vaccinazioni obbligatorie e non, e poi son stati lasciati soli, in un inferno a vita. E quanti sono i danneggiati? una strage di innocenti sconosciuti: perché l’iter per il riconoscimento è una sfida ai limiti dell’impossibile e ognuno si piange i suoi. Tuttavia una delle ultime risposte “ufficiali” risale al Ministro Lorenzin 2015 [ http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindispr⋚=17&id=937854 ] Per stare stretti stretti, ad una parte della interrogazione, alla data del 31 marzo 2015, i beneficiari dell’indennizzo aggiuntivo, in quanto riconosciuti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, sono 609,… Leggi il resto »

Davide V8
Davide V8
30 Luglio 2020 1:10

Sì caro Porro, è tutto ribaltato, ed il suo sfogo è privo di senso.
Neanche adesso che subisce lo stesso trattamento di Tarro etichettato come “no vax” capisce da che parte stanno i cialtroni, e che strumenti usano?
Lo sa che D’Incà, coerentemente con personaggio, narrazione, e schema, è il contrario di un “no vax” da anni?
Ad esempio (2017): https://www.ilgazzettino.it/nordest/belluno/lorenzin_vaccini_caso_folle_un_intera_comunita_a_rischio-2420427.html

Le faccio uno schemino:
-i cialtroni etichettano come “estremista” chiunque non si pieghi al giornale unico della dittatura sanitaria.
-gli estremisti sono i sostenitori della dittatura sanitaria.
-le persone razionali, di buon senso, e di cultura, sono quelle che non si bevono acriticamente la propaganda della dittatura sanitaria, ma tengono il cervello acceso.
-tutto questo avviene *a sproposito*: il suo sbraitare in questo sfogo contro un target completamente sbagliato è identico a chi sbraita contro i “negazionisti” del convegno al senato.
Identico.
Rifletta, perchè temo ne abbia davvero bisogno.