Zuppa di Porro: rassegna stampa del 29 luglio 2020

“Negazionisti” del virus? Siamo alla psicopolizia

Condividi questo articolo


00:00 Il governo si blinda fino a ottobre con i 157 parlamentari che hanno votato lo stato di emergenza.

03:40 Nel frattempo der Komissar Arcuri è riuscito a fare un inutile bando per i banchi con le rotelle che, come ci spiega Capone sul Foglio, ha deciso poi di modificare…

05:20 Il ministro per i rapporti con il Parlamento D’Incà, a proposito del convegno sul Covid tenutosi al Senato e al quale ho partecipato anche io e per il quale siamo stati definiti negazionisti, si permette di dire che “è stata una follia, dobbiamo ricordare i morti…”  Siamo alla psicopolizia.

10:10 Intanto Il Messaggero si occupa della questione lombarda e del governatore Fontana indagato tralasciando di parlare di Zingaretti e dello scandalo mascherine da 13 milioni di euro.

11:50 Questione immigrati, sindaci siciliani in rivolta per le nostre coste invase…

12:55 Economia, Intesa conquista Ubi

13:35 Solo il Quotidiano Nazionale si accorge che ci sono stati, per i monopattini tanto incentivati e strombazzati, 75 incidenti in poco meno di due mesi.

13:50 Facebook, Google, Amazon e Microsoft verranno controllati dal Congresso americano per capire se abusano del loro potere

14:00 Secondo il Wall Street Journal Instagram starebbe comprando dei creators di Tik Tok

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


3 Commenti

Scrivi un commento
  1. Condivido ed osservo.

    Come per medici, scienziati, personaggi dello spettacolo e cultura vittime di ostracismo calcolato e derisione mediatica per il loro atteggiamento critico e prudenziale verso l’OBBLIGO vaccinale (non verso i vaccini come oggetto di possibilità di prevenzione).

    I più feroci inquisitori restano Burioni, Ricciardi, Lopalco, Pregliasco, e politici come la Lorenzin e la Grillo.

    Esattamente il tipo di trattamento riservato a chi ha avuto l’esperienza di un figlio vaccinato e gravemente danneggiato, ed ora chiede di capire e conoscere. Cautela ed esami personalizzati. Verifica della sicurezza e della necessità.
    Non contro l’idea del vaccino, ripeto, ma in ordine a un obbligo di massa e indiscriminato.

    Quelli che tanti -sbagliando- pregiudizialmente chiamano Negazionisti della utilità dei vaccini (No-vax), si riferiscono da ignoranti, a genitori che nella stragrande maggioranza dei casi, hanno avuto fiducia, sottoposto volentieri i figli alle vaccinazioni obbligatorie e non, e poi son stati lasciati soli, in un inferno a vita.

    E quanti sono i danneggiati? una strage di innocenti sconosciuti: perché l’iter per il riconoscimento è una sfida ai limiti dell’impossibile e ognuno si piange i suoi. Tuttavia una delle ultime risposte “ufficiali” risale al Ministro Lorenzin 2015 [ http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindispr⋚=17&id=937854 ]
    Per stare stretti stretti, ad una parte della interrogazione, alla data del 31 marzo 2015, i beneficiari dell’indennizzo aggiuntivo, in quanto riconosciuti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, sono 609, mentre vi sono 22 soggetti che ne hanno beneficiato, ma la cui posizione è stata chiusa a seguito di decesso.
    E’ chiaro che là ci sono oltre SEICENTO germi di intere famiglie, amici e conoscenti di futuri “no-vax”.. Ma tanto a quelli che fan gli splendidi burionizzati, i figli ad ora sono vivi e vegeti..

    Ma finché non tocca la propria pelle, o la propria libertà(!), le persone vengono bollate e derise come no-vax.. finché poi..appunto..non accade a noi.
    A voi, i No-Covid..

  2. Come per medici, scienziati, personaggi dello spettacolo e cultura vittime di ostracismo calcolato e derisione mediatica per il loro atteggiamento critico e prudenziale verso l’OBBLIGO vaccinale (non verso i vaccini come oggetto di possibilità di prevenzione).

    I più feroci inquisitori restano Burioni, Ricciardi, Lopalco, Pregliasco, e politici come la Lorenzin e la Grillo.

    Esattamente il tipo di trattamento riservato a chi ha avuto l’esperienza di un figlio vaccinato e gravemente danneggiato, ed ora chiede di capire e conoscere. Cautela ed esami personalizzati. Verifica della sicurezza e della necessità.
    Non contro l’idea del vaccino, ripeto, ma in ordine a un obbligo di massa e indiscriminato.

    Quelli che tanti -sbagliando- pregiudizialmente chiamano Negazionisti della utilità dei vaccini (No-vax), si riferiscono da ignoranti, a genitori che nella stragrande maggioranza dei casi, hanno avuto fiducia, sottoposto volentieri i figli alle vaccinazioni obbligatorie e non, e poi son stati lasciati soli, in un inferno a vita.

    E quanti sono i danneggiati? una strage di innocenti sconosciuti: perché l’iter per il riconoscimento è una sfida ai limiti dell’impossibile e ognuno si piange i suoi. Tuttavia una delle ultime risposte “ufficiali” risale al Ministro Lorenzin 2015 [ http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Sindispr⋚=17&id=937854 ]
    Per stare stretti stretti, ad una parte della interrogazione, alla data del 31 marzo 2015, i beneficiari dell’indennizzo aggiuntivo, in quanto riconosciuti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, sono 609, mentre vi sono 22 soggetti che ne hanno beneficiato, ma la cui posizione è stata chiusa a seguito di decesso.
    E’ chiaro che là ci sono oltre SEICENTO germi di intere famiglie, amici e conoscenti di futuri “no-vax”.. Ma tanto a quelli che fan gli splendidi burionizzati, i figli ad ora sono vivi e vegeti..

    Ma finché non tocca la propria pelle, o la propria libertà(!), le persone vengono bollate e derise come no-vax.. finché poi..appunto..non accade a noi.
    A voi, i No-Covid..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *