Sea Watch, il presidente della Repubblica tedesca ci fa la lezioncina

Condividi questo articolo


Zuppa di Porro: rassegna stampa del 1° luglio 2019.

00:00 C’è da scommetterci che oggi la “Capitana” Carola verrà liberata. Nel frattempo il presidente della Repubblica tedesca ci fa la lezioncina di democrazia.

05:24 Nomine europee, quanto godono i nostri giornaloni a dire che l’Italia è isolata: può anche darsi, ma in realtà a esserlo è la Merkel.

08:52 Trump e quella passeggiata con Kim che nessun presidente americano era riuscito a fare: Guzzanti ci spiega perché i democratici rosicano.

10:06 Gran casino Forza Italia: Toti vuole uscire dal Ppe e la Carfagna vuole uscire dalla corsa alle primarie e Mellegni dice che Toti è un bambino viziato. Secondo voi guadagneranno voti?

12:00 Uno stupendo Farina sul Libero ci parla dell’Antigonismo, una minchiata sessantottina che ci siamo portati fino ad oggi.

13:05 il ritratto della Gruber by Vittorio Feltri.


Condividi questo articolo


3 Commenti

Scrivi un commento
  1. “C’è da scommetterci che oggi la “Capitana” Carola verrà liberata. Nel frattempo il presidente della Repubblica tedesca ci fa la lezioncina di democrazia”. Scommessa vinta. Del resto era già tutto scritto sotto il cielo stellato di Agrigento.
    Un post pubblicato del 02/07/2019 ore 10:44. «Da una parte, infatti, il mp Patronaggio pensa ed afferma che l’“Impatto con la Guardia di finanza è stato volontario e fatto con coscienza”. Insomma c’è stata volontarietà. E volontarietà premeditata. Così la Sea Watch viene scientemente parcheggiata a due passi dall’isola di Lampedusa. E lì se ne sta ad ammazzare il tempo, tenendo prigionieri gli extracomunitari che aveva in pancia, con il solo ed unico scopo di portare a termine la sua missione come da programma. Che prevedeva unicamente l’attracco al molo di Lampedusa. Tutto il resto, attesa compresa e le altre urgenze mediche e psicologiche di cui la capitana parla, era semplicemente propedeutico all’evento criminogeno, attentamente studiato, e che lì e solo lì, al pontile di Lampedusa, si doveva concludere. Ma se questo è il quadro, e questo è, non si capiscono le contraddizioni in cui cade la procura di Agrigento (e che, inevitabilmente, scaveranno un solco profondo sul concetto di giustizia), quando chiede ”il divieto di dimora in provincia di Agrigento” legando le mani al giudice per le indagini preliminari” che “ non può richiedere una misura cautelare maggiore secondo l’articolo 291 del codice penale”. A cui prodest? »
    Quello che segue invece è un post non pubblicato del fa 02/072019 ore 18:20 . «Che De Falco sia incontenibile, ci può anche stare. Anche perché non da adesso ha scoperto che a favore di microfono riesce sempre a fare la sua brava figura da quando si è trovato a cazziare, con un certo, insperato successo, un tale giullare che una improvvida compagnia di navigazione, dopo avergli frettolosamente cucito addosso i gradi di capitano, aveva messo al comando di una sua prestigiosa nave da crociera. E poi sono stati i 5 stelle a portarlo in senato. Il resto è cronaca giudiziaria e parlamentare. O parlamentare e giudiziaria. Tuttavia, è difficile seguirlo su quest’ultima sua arrampicata sui vetri ideologici. Come è altrettanto difficile seguire quel suo indice accusatore, gesto che a quanto pare ama molto fare, quando lo punta contro la Gdf. E che dire di quel suo categorico la ‘Gdf doveva lasciare spazio ’. Che non sta né in terra né in cielo. Di contra, invece, sembra apparire sostanzialmente veritiera la volontarietà e la premeditazione in ogni gesto o ordine che la capitana ha impartito alla nave dal momento in cui ha imbarcato gli extracomunitari fino all’azzardato approdo non autorizzato.»
    Ad Agrigento, insomma, sembra esserci stato un gioco degli specchi ideologicamente approntato. Ma la domanda rimane sempre la stessa ‘A cui prodest’.

  2. Quarta Repubblica non la guardo più caro Porro. E non solo io…
    Lei, con il suo programma, è completamente salvinizzato. Eppure condivido le sue idee, caro Nicola. Ma non sono quelle attuate da Salvini che sta facendo parte del governo più assistenzialista e spendaccione degli ultimi 10 anni. Liberismo e liberalismo non sanno neanche cosa sono Di Maio e Salvini.

    E sono davvero stufo di vedere la propaganda salviniana che ovunque cerca di abbindolare l’ingenuo italiano di torno. E nel suo programma ogni 3 puntate c’e un Salvini con il megafono che passa. Ad ascoltare si direbbe che sia all’opposizione è ancora in campagna elettorale…

    Peccato.

    David

  3. non c’è niente da fare, il DNA non mente, questa gente ci prova ad essere e apparire democratica ma alla fine, messi alle strette e fatti incazzare, questi del quarto reich tirano sempre fuori puntualmente il goering che è in loro. il redivivo ineffabile ottinger, che alla settima o ottava lowenbrau ha scorreggiato dalla sua fogna dentata i suoi soliti deliri antitaliani, quei due guitti della televisione, praticamente i pio e amedeo della westfalia, la culona tremolante, lei più honecker che goebbels in realtà, ma siamo lì, e persino, svegliatosi di soprassalto, questo tal steinmaier, che pare sia il presidente della republik, che prima di oggi era meno conosciuto dell’usciere del bundestag.
    tutti ad abbaiare alla luna indignati perchè al prodotto più fulgido della loro jugend, la figlia di papà che tutto il bronx gli invidia, questo esemplare prodotto della civile,educata,laboriosa società teteska yaaa,insomma la teppistella sassone che invece di macchine in sosta dei tifosi avversari abbatte motovedette della finanza, non solo non è stata lasciata andare con tante scuse, ma addirittura non le è stato assegnato per i domiciliari nemmeno un 4 stelle! che ofessa! che ofessa! come direbbe il mitico principe de curtis!!!
    a proposito, un ringraziamento per la manita russa che l’ha mostrata per quello che si merita ed è in realtà, una hooligans dei mari, nella speranza che questo sputtanamento planetario contribuisca a farle abbassare un pò quella fottuta cresta rasta che si ritrova,e a farle capire che gli italiani, in divisa o meno, non li tratta come i suoi servetti filippini, dei quali la sua ******* villetta da pariolina radikal chik tedesca del ***** sarà senz’altro piena.
    questi buffoni, che ricordiamolo sono quelli che ogni 5 minuti i fanno la morale sulle regole e i doveri, che ci danno dei cialtroni perchè non produciamo le zucchine lunghe come dicono loro o perchè peschiamo un tonno di troppo, con la faccia come il **** che dai tempi del kaiser sempre li contaddistingue ci vengono in pratica a dire una delinquente che ha fatto più danni di una tromba d’aria e momenti ammazza 5 finanzieri va perdonata, non si può criminalizzare una bambina di appena 31 ANNI che gioca ancora coi tirapugni di peluche perchè, in fondo, ha fatto tutto a fin di bene. certo, come no, in fondo pure ted bundy lavorava al telefono amico!!che ragionamento del *****!!a parte che vallo a dire ai migranti che gli ha fatto del bene,che li ha fatti andare in giro per 17 giorni invece di portarli a tunisi, malta o marsiglia in poche ore, solo perchè doveva rompere il ***** a salvini, suo vero e unico obiettivo, questa fottuta repressa paranoica. questi ipocriti di *****,abbiamo scherzato ,liberatela, roba che se imboccavamo noi al porto di amburgo in qual modo come minimo facevamo la fine dei turchi a lepanto! adesso se la riprendano pure,figuriamoci se convalidano l’arresto, e forse è pure meglio, così evitiamo l’effetto martirio al quale quei poveracci miserabili di PD e dintorni subito si attaccherebbero, non parendogli vero di aver trovato la greta thunberg di turno.
    certo è già una soddisfazione rompergli il ***** noi a lei per qualche anno tra spese legali, testimonianze e rotture di palle giudiziarie.e poi oh, hai visto mai?? mica sarà sempre amanda knox!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *