Commenti all'articolo Supercoppa, la partita della vergogna

Torna all'articolo
Avatar
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe
Giuseppe
5 Gennaio 2019 18:31

Nicola Porro dici anche cose giuste , ma che ti è successo al linguaggio ? Non per fare il purista perché le parolacce nella vita ci stanno , ma io ti ricordavo come un giornalista garbato.

Mel Martignani
Mel Martignani
4 Gennaio 2019 23:18

… dimenticavo di riportare il fatto che questa sera su Tg.com24 il De Magistris, in una lunga intervista ha avuto la faccia tosta di autodefinirsi “GIURISTA” , mentre su Rete 4 a “Stasera Italia” hanno fatto parlare l’Orlando x quasi tutto il tempo del programma ….. al punto che sembrava di essere su Rai 3-Telekabul !!! Da tempo non seguo più la Rai a parte qualche film interessante e Virus (quando era ) ….. e non vorrei abbandonare anche Mediaset …. a parte Quarta Repubblica e Matrix …… !!! A proposito di Virus ….. io penso che Porro con “Quarta Repubblica” e “Matrix” dovrebbe richiamarsi maggiormente allo spirito di quel programma (Virus)… + graffiante ed aggressivo nei confronti degli ospiti e meno sottomesso , anche se x queste ragioni poi è stato cacciato dalla Rai , ….. ma Mediaset non dovrebbe essere la Rai ….. almeno spero …. !!!

Mel Martignani
Mel Martignani
4 Gennaio 2019 22:48

sul tema “Supercoppa Juve Milan” riporto il mio commento di ieri all’articolo di Gnocchi ….. “il fatto grave, oltre a quanto riportato chiaramente nel’ articolo del bravo Gnocchi, che condivido al 100%, è che il Miccichè (x caso fratello dell’omonimo politico e governatore della Sicilia ?), con incredibile faccia tosta vuol fare passare questa vendita al miglior offerente, come un evento storico ed eccezionale ….. e sarebbe come dire che una prostituta la da non x soldi ma x altruismo e beneficenza …… !!!” Sul resto della zuppa pienamente d’accordo con Porro !

Valter
Valter
4 Gennaio 2019 20:03

Dimenticavo il duo Orlando-De Magistris, detti anche Gianni e Pinotto. Essendo delle pipe come amministratori cercano di recuperare terreno col “facite ammuina”, comando codificato che il nostromo impartiva ai marinai quando un personaggio importante visitava una nave della flotta borbonica: tutti quelli che stavano a dritta dovevano spostarsi a mancina, e viceversa, continuando così fino a quando la visita terminava. Lo scopo naturalmente era quello di dar l’impressione di un’ attività incessante a bordo. Il problema del duo comico è che purtroppo un equipaggio non c’è l’hanno.