Commenti all'articolo Tra un anno qualcuno ricorderà le Sardine?

Torna all'articolo
Avatar
guest
29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marc
Marc
14 Dicembre 2019 16:01

De li siamo già scordati da mo: solo che purtroppo continuano a girovagare in giro. Ma desisteranno, non appena incontreranno qualche scoglio di quello bello grosso.

Lodovico Bonvecchi
Lodovico Bonvecchi
11 Dicembre 2019 20:06

tra un anno se fosse per me questi sarebbero gia sotto terra per alto tradimento!!

in quanto bella ciao racconta la storia dei partigiani che difendono l’italia dagli invasori tedeschi…

ed adesso che gli invasori tedeschi sono di nuovo alle nostre porte questi traditori cantano bella ciao contro salvini…

madonna!!

che controsenso so sti buffoni!!!

Andrea Salvadore
Andrea Salvadore
11 Dicembre 2019 3:34

In questo mondo ci sono soggetti che hanno una doppia personalitá. L¡amico Porro é una di queste: nella zuppa é un fustigatore di capre che puó fare gara con H.L.Menken, ma in rete uattro si trasforma in un personaggio da circo facendo il presentatore di capre. L’unico merito che gli riconosco é che la sua attuazione si sdimostra che si volge in un paese dove primeggiano le capre.

Anna
Anna
10 Dicembre 2019 21:14

Mattia santori è un ricercatore del RIE, societa che si occupa di comunicazione sociale. Il RIE è una societá privata di consulemza, fondata da R.PRODI e A. CLO‘.

Clò è tutt‘oggi membro del CdA della GeDi, societá editrice di de benedetti e degli Agnelli. Di Martina Carletti. Il GeDi è il maggior gruppo editoriale in Italia e controlla tra i tanti quotidiani e canali Radio: Repubblica, la Stampa, Secolo XIX, Huff.post, L‘Espresso. Ecco svelato il trucco della grande…“risonanza mediatica…

Diciamolo chiaramente,: le SARDINE sono spinte dalle due famiglie piú ricche e potenti d‘Italia:de benedetti e Agnelli che sicuramente non stanno dalla parte giusta del popolo, ma cercano costantemente e slealmente di dominarlo e sottometterlo….