in

17/05/72: l’assassinio dimenticato di Calabresi (sulla coscienza della sinistra)

Dimensioni testo

17/05/72: l'assassinio dimenticato di Calabresi (sulla coscienza della sinistra)

Sono passati 47 anni da quella mattina in cui è stata ucciso, sotto casa sua, il commissario Calabresi. In un Paese che celebra anche l’ultima delle sue feste locali, nessuno oggi si è ricordato di un servitore dello Stato, che all’epoca fu definito “commissario torturatore”. L’Espresso, Lotta Continua, tanti borghesi vigliacchi hanno armato quella P38 con cui spararono al commissario.

In questo breve video, vi dico perchè oggi la sinistra gne gne, che ci dà lezioni di antifascismo, è ancora vittima dei suoi pregiudizi. Una sinistra che non ha mai fatto i conti con la sua di storia, che è costellata da tragici errori e connivenze con settori violenti della nostra società.