Gianluca Spera

Gianluca Spera

Avvocato e giornalista. Scrittore per vocazione e istinto di conservazione. Cresciuto nel mito di Maradona, divora noir, consuma dischi dei Pink Floyd. Infaticabile viaggiatore, continua a osservare il mondo e a scrivere perché non sa suonare la chitarra elettrica.

2.3k Visualizzazioni

Al Sud sfida Pd-5Stelle a colpi di demagogia e assistenzialismo

In questi ultimi scampoli di campagna elettorale, sta tornando alla ribalta un tema che era rimasto piuttosto in sordina: il reddito di cittadinanza. Eppure, complice l’indice di gradimento in risalita (seppure lontano anni luce dal risultato sbalorditivo del 2018), i 5 Stelle a guida contiana hanno deciso di issare il vessillo e sventolare in piazza […]

3.4k Visualizzazioni

La sinistra che pretende di compilare liste dei buoni e dei cattivi

Lo schema è ormai più che consolidato. È lo stesso che è stato adottato per due anni e mezzo durante l’interminabile era pandemica. Scoppia una crisi (sanitaria o energetica che sia)? Si scaricano le colpe e gli oneri sui cittadini. Condotte virtuose e norme draconiane Così, come nel caso del virus venuto dalla Cina, tocca […]

4.8k Visualizzazioni

Il perdente di successo: tutti gli errori e le contraddizioni di Letta

Si sta per concludere una delle più disastrose campagne elettorali nella storia della sinistra italiana. Tutto merito o demerito (a seconda dei punti di vista) dei madornali errori strategici e della tattica suicida adottata dal segretario del Pd, Enrico Letta, che dall’inizio non ne ha azzeccata una nemmeno per sbaglio, fino al bus elettrico che […]

11.2k Visualizzazioni

Speranza fino all’ultimo: il ministro del modello cinese ora teme i pieni poteri

Probabilmente, la circolare che riduce l’isolamento domiciliare per gli asintomatici da sette a cinque giorni (con esibizione di test negativo) e per i sintomatici da ventuno a quindici giorni sarà uno degli ultimi atti di Roberto Speranza al Ministero della salute. Ancora una volta, la decisione è arrivata con i soliti tempi elefantiaci e la […]

5.9k Visualizzazioni

I diritti prêt-à-porter e il “partito Chiesa”

Di cosa parliamo esattamente quando parliamo di diritti civili? Prima di qualsiasi dibattito o dell’intervento banale dell’influencer di turno su tematiche pure complesse, bisognerebbe sgomberare il campo dagli equivoci. Infatti, si ha l’impressione che il fronte progressista confonda la semplice adesione a ideologie politicamente corrette o ad argomenti di tendenza (se non modaioli) con il […]

7.9k Visualizzazioni

Altro che flat tax, il “debito cattivo” è quello delle proposte sprecone di Letta

Finora la campagna elettorale è stata scandita dalla girandola di alleanze prima strette e poi saltate, dai ripensamenti dell’inquieto Carlo Calenda, dal sodalizio ricreato con Matteo Renzi, dagli scivoloni di Enrico Letta e dagli assurdi allarmi per le “derive autoritarie”. Finalmente un po’ di programmi Ora, conclusa questa fase molto simile a quella del calciomercato […]

4.5k Visualizzazioni

Serve un posto nel listino? Better Call Enrico

Ormai, siamo ben oltre le convergenze parallele care ad Aldo Moro. Quelle di Enrico Letta sono ardite acrobazie per tenere insieme tutto e il contrario di tutto nel suo campo più slabbrato che allargato. D’accordo che non siamo d’accordo su nulla Lui ha parlato di “autonomia programmatica” in una conversazione con Il Messaggero. Tradotto: non […]

5.9k Visualizzazioni

Dal campo largo al vicolo stretto (e litigiosetto): rigorismo sanitario unico collante

In questo inizio di campagna elettorale, caratterizzato da molto tatticismo e poca strategia, non si parla di programmi ma la scena è dominata dalle ipotesi di alleanze più o meno allargate. In particolare, grande è la confusione che regna nel centrosinistra ancora traumatizzato dalla fine prematura del governo Draghi, che ha portato inevitabilmente alla “rottura […]

5.2k Visualizzazioni

L’ipocrisia delle vedove di Draghi, che allenano l’ugola per la campagna elettorale

Come facilmente pronosticabile, dopo l’improvvisa e, per certi versi, inattesa dipartita del governo Draghi, la narrazione prevalente oscilla tra il requiem e il pianto della Maddalena, un po’ de profundis e un po’ sterile recriminazione. Dal pomeriggio di mercoledì, quando si è capito che il destino dell’Esecutivo era ormai segnato, i toni melodrammatici si sono […]

4.7k Visualizzazioni

Cronaca di una crisi di mezza estate: di tutto pur di evitare elezioni anticipate

Questa volta, sembrava che l’esperienza del governo dei migliori fosse arrivata davvero al capolinea. Mario Draghi, tenendo fede a quanto dichiarato in precedenza, ha preso atto della mancata partecipazione al voto di fiducia al Senato dei gruppi pentastellati e ha rassegnato le dimissioni essendo “venuto meno il patto di fiducia alla base dell’azione di governo”. […]

4.6k Visualizzazioni

Crisi shakespeariana a Londra, commedia all’italiana a Roma

Nelle stesse ore in cui si stava tragicamente sgretolando la leadership di Boris Johnson a Downing Street, da noi è andata in scena la solita commedia all’italiana rappresentata in maniera plastica dal surreale incontro tra il premier Mario Draghi e il suo predecessore, Giuseppe Conte. Conte e Draghi giocano per lo zero a zero Colui […]

6.4k Visualizzazioni

Altro che crisi, il sorriso sornione di Draghi e una legislatura interminabile

La maggioranza di governo non esiste più. Forse, è frantumata già da un po’ ma le vicende degli ultimi giorni certificano il definitivo sfilacciamento della larga quanto precaria coalizione che sostiene l’Esecutivo. Nessuno vuole rompere La disintegrazione politica del partito di maggioranza relativa ne è il segno più tangibile. La compagine grillina è solo lontana […]

Vedi altri articoli