Commenti all'articolo Altro che liste e “putiniani”, guai a non prendere sul serio le parole di Putin

Torna all'articolo
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
barbara
barbara
1 mese fa

Mamma mia che ammucchiata di luoghi comuni! (NOTA: si scrive luoghi comuni, si legge fregnacce). “Una campagna schierata pancia a terra”: no, stiamo semplicemente tentando, con mezzi molto più modesti dei vostri, di contrastare le badilate di disinformazione che spargete incessantemente. “Certo non destinata a fermarsi ai confini dell’Ucraina”:un altro capace di leggere nel pensiero. “Credere che la conquista del Donbass, ben oltre quello già occupato dalle autoproclamatesi repubbliche autonome, sia stato l’obiettivo originario e sia ancora quello conclusivo, è un tragico errore. (segue nei commenti)

paolo sanzio ponis
paolo sanzio ponis
1 mese fa

C’è un errore nell’analisi, per molti apspetti correttq, che l’Ucraina denazificata voluta da utin corrisponde a quell’Ucraina che grazie ai fianziamenti USA ha fatto cadere nel 2014 un governo democraticamnte eletto. Quindi di che si parla?

Olivo
Olivo
1 mese fa

“Ma sono i nostri connazionali, vecchi e nuovi cultori di un antiamericanismo d’annata, a tenere campo, corteggiati nei talk show, con una serie variegata di posizioni, che danno in partenza come scontata l’essere stata la Federazione russa ad invadere, ma per considerare la cosa irrilevante: la complessità della situazione non permette di individuare nettamente i responsabili; la guerra è per procura da parte degli Usa, che ne hanno combinate di cotte e di crude in ogni parte del mondo; la fornitura di armi alimenta la guerra, che altrimenti si sarebbe risolta in quattro e quattr’otto, tanto l’Ucraina il recupero del Donbass e della Crimea se lo può sognar, prima capitola e meno paga in distruzioni e perdite umane; le sanzioni danneggiano più noi che i russi, che patrioti come non mai, sono disposti a tutti i sacrifici possibili e impossibili”

Ora mi dica per quale motivo tutte queste argomentazioni sono assurde.
Grazie