in

Basta lezioni dall’Europa. Ecco cosa succede in Danimarca

Dimensioni testo

Sul Decreto Sicurezza del Ministro Matteo Salvini se ne sono dette di tutti i colori. Leggendo i giornali pare che siamo diventati un “Paese di satana”, di persone che non rispettano i diritti.

Non accetto il fatto che si consideri l’Italia come il carcere dei diritti umani in Europa. A Quarta Repubblica siamo andati in un Paese, a guida socialista, che viene considerato al di sopra di ogni sospetto: la Danimarca. Guardate cosa succede in quei paesi che ci fanno le lezioni di democrazia e di diritto quando si tratta di parlare di immigrati “a casa loro”…

Dalla trasmissione del 24 giugno 2019.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Vittorio Giacomini
Vittorio Giacomini
14 Luglio 2019 15:18

Giornalettismo vergognoso! Io abito a Copenhagen ormai da un decennio, e la superficiale e faziosa analisi che viene riportata nel servizio è comunicazione criminale. Il baratro non ha fine, invece di partire proprio da alcune considerazioni fondamentali della vita democratica, il presentatore “non accetta” lezioni. Dovrebbe cominciarne di nuove, a partire dalla scuola elementare … magari al banco con altri coetanei che dovrebbero davvero resettare la propria esistenza.

trackback
COSI’ L’ISLAM SOTTOMETTE LA DANIMARCA: il racconto di cosa significa vivere in particolari città del nord Europa – www.mag24.es
12 Luglio 2019 19:35

[…] è un nostro commensale che vive in Danimarca. Dopo aver visto il servizio di QR sul ghetto di Tingsbjerg e delle leggi che sono state fatte per tentare di arginare il fenomeno ha tradotto e riassunto per […]

Tommaso Briguglio
Tommaso Briguglio
27 Giugno 2019 6:36

Proprio un servizio spazzatura. Non rappresenta affatto la realtà

art3mide
art3mide
26 Giugno 2019 16:59

e intanto la sea watch se ne fregata delle nostre leggi, dei nostri divieti, dell’alt della Guardia di Finanza, della nostra sovranità ed è arrivata a Lampedusa …
Mi auguro vivamente che questo atto eversivo abbia conseguenze gravi e importanti e non ci sia il solito giudice di sinistra che faccia finire tutti a tarallucci e vino!!!!
e se volevano far lievitare il gradimento di Salvini, ci stanno riuscendo.
(mentre il povero Zingaretti che non ha capito nulla, chiede un incontro con Conte per un presunto “dibattito surreale e indegno per un Paese civile … sulla pelle di questi naufraghi, di uomini e donne in mare”.
Qualcuno lo avvisi che
1) non sono naufraghi
2) i bisognosi (donne e bambini se mai c’erano) sono stati fatti scendere da giorni.
3) erano in mare perchè la Seawatch per 14 giorni ha deciso che era Italia o niente
4) il problema è quello che hanno fatto!!!!!!!)

Anna
Anna
26 Giugno 2019 15:13

Il problema è perchè questa gente che aspira ad altre religioni e culture vuole stare in Europa!
Come prima cosa dovrebbero dare il segnale di interesse per la nostra cultura: levarsi gli stracci dalla testa con cui pretendono di affermare la loro differenza e poi cercare di integrarsi nella cultura europea, altrimenti. PERCHE’ stanno quá? Per organizzare attentat?…

Giacomo Cambiaso
Giacomo Cambiaso
26 Giugno 2019 14:38

Fuori tema come tutti i sinistroidi con le spalle al muro. Invece di giudicare le azioni politiche dei danesi dovresti riportare l’attenzione sul punto che interessa agli italiani, quindi dovrebbe interessare anche te. Un aiutino, ti rifaccio la domanda, ma se Salvini e l’Italia sono fascio-razzisti, i socialisti della civilissima Danimarca cosa sono? Invece di fare il sacente spiegando cosa devono o non devono fare gli altri fornisci una bella risposta su questa propaganda costanti pro migranti ed anti-italiana

Orlo
Orlo
26 Giugno 2019 13:38

Nn ho capito perché si debbq avere leggi differenziate,due interpretazioni del diritto all’interno del propio alveo giurisprudenziale. 12 anni sono una pena molto alta già di per se,si sarebbe potuto eventualmente agire sui termini della sospensione di pena per i reati che si pensano possano incidere su un indirizzo della società. Siamo sicuri che la costituzione danese possa concedere tale discriminazione? Oltremodo si dovrebbe agire sul fronte abitativo in modo da nn creare ghetti e lo si potrebbe fare imponendo nelle clausole di cittadinanza per gli immigrati regolari di essere inseriti in un contesto per loro etnicamente minoritario. Sinceramente codesto approccio dei socialdemocratici nn mi appare un buon viatico per un partito che si dovrebbe interessare delle necessità dei più deboli. L’azione che vorrebbero portare avanti nn farà altro che polarizzare l’attenzione su un problema volutamente irrisolto. Una mancanza di spinta progressista che nasconde,nemmeno troppo velatamente,una prateria ideologica sterile. Nn si parla di intervento economico(vedasi il pragmatismo cinese in Africa,mentre noi ci “scaldiamo i cuori” con la freddezza delle dichiarazioni di Salvini orientate verso un Natale dissacrato ma con un bacione ad un rosario)verso i luoghi di provenienza dell’immigrazione,da cui potremmo ottenere nuove declinazioni di mercato tra l’altro,si preferisce alzare i muri più in alto mungendo il sangue al nostro sfinito sistema di welfare per dare ai nostri figli e… Leggi il resto »

Luigi Palombi
Luigi Palombi
26 Giugno 2019 13:11

Semplicemente quello che si dovrebbe fare,semplice razionalità.