in

Come ripensare le facoltà umanistiche - Seconda parte

Dimensioni testo

Ci sono altri ambiti della vita umana che dobbiamo tenere in considerazione come la spiritualità o l’amore del bello che un libro, un dipinto, un’opera teatrale possono trasmettere. La vera sfida che ci aspetta è rendere i laureati dalle facoltà umanistiche una risorsa per il mercato del lavoro e non un costo per la società come alcuni vorrebbero descriverli. Per farlo è necessario ripensare il modello culturale del nostro Paese rendendolo economicamente sostenibile attraverso un partenariato pubblico-privato, incentivando le assunzioni nel settore culturale e favorendo con sgravi fiscali le aziende che investono in tal senso. Coniugare cultura ed economia è imprescindibile ma al tempo stesso non possiamo ridurre ogni aspetto della società all’economia, per questo, così come è nostro dovere difendere l’eredità del mondo classico e le nostre tradizioni, allo stesso tempo occorre sottolineare l’importanza degli studi umanistici.

Francesco Giubilei, 19 maggio 2021