in

Con Draghi siamo meno liberi dell’anno scorso

Dimensioni testo

Lo scorso anno nel mese di maggio abbiamo recuperato l’esercizio, seppure parziale, delle nostre libertà dopo mesi 2 mesi di rigida compressione disposta dal lockdown generalizzato. Se confrontiamo le disposizioni correnti (coprifuoco alle 22 e i limiti di accesso ai ristoranti) con quelle del 2020 registriamo una minore libertà nonostante il quadro sanitario sia meno complesso e problematico.

I numeri parlano chiaro

Il 7 maggio del 2020 i nuovi casi di coronavirus erano 1.401 (+ 0,6%) e 274 morti (+ 0,9%). I tamponi processati 70.349 e le terapie intensive 1.311 (-22). Nello stesso giorno dell’anno corrente, con 328.612 tamponi effettuati, i nuovi positivi sono stati 10.554 (3,2%) e 207 vittime (- 19,8%). Le terapie intensive si attestano a 2.253 (- 55). Da settimane è in atto un trend in flessione dei morti, dei ricoveri e delle terapie intensive con la campagna di vaccinazione in miglioramento che, peraltro, lo scorso anno non fungeva da antemurale profilattico alla propagazione del virus. Considerando l’età media dei decessi a 81 anni e la percentuale di vaccinati over 80 pari a circa il 60%, possiamo ritenere la fascia anagrafica più fragile preservata dagli anticorpi neutralizzanti il contagio. Il combinato disposto della vaccinazione e dell’impatto clinico in declino del Covid non giustificano il mantenimento delle restrizioni più penalizzanti per alcune categorie economiche e per il generale senso di libertà dei cittadini.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
26 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Numeri ufficiali Covid-19 dell’8 maggio 2021. La maggior parte presenta sintomi lievi o moderati e guarisce senza necessità di ricovero in ospedale | Korazym.org
8 Maggio 2021 22:58

[…] Draghi siamo meno liberi dell’anno scorsodi Andrea AmataNicolaporro.it, 8 maggio 2021Lo scorso anno nel mese di maggio abbiamo recuperato l’esercizio, seppure parziale, delle nostre […]

Gianluca P.I.
Gianluca P.I.
8 Maggio 2021 20:56

Certo che siamo meno liberi dell’anno scorso, nel frattempo se ne sono inventate di ogni, dalle zone colorate al coprifuoco, dalle mascherine obbligatorie sempre e ovunque alla vaccinazione semi-obbligatoria (vedi pass e carte verdi in cantiere), il tutto per ottenere i risultati che sono sotto gli occhi di tutti: pandemia tutt’altro che risolta, economia devastata, morale sotto i tacchi.

Rolando Amata
Rolando Amata
8 Maggio 2021 15:52

Dati inconfutabili e precisi…. Come mai non se ne tiene conto per allentare le restrizioni che stanno purtroppo generando da 15 mesi danni incalcolabili non solo all’economia ma a tantissimi, buoni padri di famiglia…….. Con buon senso, con una crescente campagna vaccinale, torni a pulsare la nostra cara Italia…..

Patti
Patti
8 Maggio 2021 14:40

Sto seguendo su rai1 la trasmissione LineaBlu. Solitamente,è gradevole e molto interessante perché fa conoscere luoghi italiani poco frequentati e conosciuti dai turisti.Oggi, sembra una campagna pubblicitaria per la vaccinazione. Non ricordo in quale isola si trova lo staff, ma…ogni 2×3, parlano di vaccini e vaccinati.CHE P.A.L.L.EEEEEEEE, è scusate per il turpiloquio ma, quando ci vuole, ci vuole…

Carlo Ceni
Carlo Ceni
8 Maggio 2021 13:28

Abbiamo frantumato la costituzione e l’abbiamo frantumata con discutibili tesi scientifiche e provvedimenti amministrativi fatti ad hoc per aggirarla. Ogni tanto esce uno studio fatto da quattro asini e imbecilli che si fregiano del titolo di scienziati e la buttano lì e tutti gli asini appresso. La volete saper l’ultima? Secondo uno studio dell’Istituto for healt ecc. di Seattle dei miei cabasisi, i morti di covid in Italia non sarebbero 122.470 m 175.832 ( notare la precisazione ricondotta all’unità ). A presunti scienziati attaccate le vostre lauree e i vostri studi nelle latrine pubbliche perchè è l’unico posto dove potete metterle.

Trosky
Trosky
8 Maggio 2021 12:31

Il virus non lo si sconfigge con la vaccinazione, la vaccinazione serve a insegnare ai nostri anticorpi a riconoscere il virus e di conseguenza a combatterlo prima che questo faccia danni irreparabili ed evitare di finire in ospedale e in rianimazione, le persone vaccinate che entrano in contatto col virus si ammalano lo stesso ma in forma leggera e avendo gli anticorpi, impediscono al virus di mutare e diventare casualmente più pericoloso e virulento (variante), per questo serve la vaccinazione di massa.

Trosky
Trosky
8 Maggio 2021 11:56

Vedo che nonostante sia passato un anno c”e’ ancora gente che non ha capito a cosa servono le mascherine, non servono per proteggere noi stessi (le chirurgiche), ma ad impedire di sputacchiare o spedire droplet in faccia agli altri, mentre si chiacchiera o si respira, il virus viaggia nelle particelle droplet contenute nel respiro, per avere una protezione totale servono le Fp2, correttamente indossate in presenza di altre persone, le mascherine fai da te e che cadono quando si chiacchiera quelle si che non servono a nulla, inoltre vanno cambiate spesso.

Armando
Armando
8 Maggio 2021 11:41

Si dovrebbe anche dire che con Lega e FI al governo ci sono meno libertà, nonostante parlino di straordinari successi di partito sulle aperture.
Tutta l’attuale politica italiana è da piangere. Intellettualmente ed eticamente